Quanto Costa Il Caffè Espresso nelle Varie Città Italiane
8 maggio 2017
Vendesi Bar a Villa Guardia in provincia di Como
4 giugno 2017

Conviene Aprire un Franchising di Patatine Fritte?

Quanto incassa, qual è il fatturato e quali sono i costi delle friggitorie in franchising. Tutto il percorso per aprire un business tipicamente Nord Europeo: quello delle patate fritte.

 

Le patatine fritte piacciono a tutti, ma conviene aprire un locale che le vende?

Le patatine fritte piacciono a tutti, ma conviene aprire un locale che le vende?

E’ uno dei grandi trend di questi anni, è calato dal Nord Europa (Inghilterra e Francia, ma soprattutto Belgio e Olanda) fino a diventare un’ondata travolgente, più o meno come quella, ai tempi, delle yogurterie o dei negozi di sigarette elettroniche.

Stiamo parlando dei piccoli locali, generalmente da asporto, che vendono soltanto, o quasi, patatine fritte. Le ragioni del successo di questo business sono facilmente spiegabili:

  1. Si tratta di un business semplice, affrontabile senza grossa esperienza.
  2. Il prodotto di punta, le patatine, sono facili da preparare e da stoccare
  3. Piacciono davvero a tutti!

Come tutti i business però, bisogna fare bene i conti, e sapersi guardare intorno con attenzione, anche perché, in questo campo, la concorrenza fra marchi di franchising è davvero forte. Cominciamo a fare due conti.

QUANTO INCASSANO E QUANTO SI GUADAGNA CON I FRANCHISING DI PATATINE FRITTE

Chi rinuncia alle patatine fritte? Ma un locale così incassa?

Chi rinuncia alle patatine fritte? Ma un locale così incassa?

Come abbiamo detto molte volte, questa domanda vale un milione di dollari; una corretta analisi economica ha bisogno di dati più precisi possibili, e soprattutto legati ad una precisa location.

Naturalmente in questo nostro post ci riferiamo ad un concept, in generale, e non ad un locale definito, quindi il conto economico che riportiamo sotto non potrà essere che esemplificativo. In ogni caso, come vediamo sempre nei corsi di gestione bar (trovate il link a queste giornate che organizziamo con il nostro team in questa pagina) per l’analisi di un locale si comincia sempre dagli incassi.

Esempio di business plan di locale di patatine fritte. 

Per valutare questo tipo di business siamo andati a visitare diversi locali di questo tipo, verso fine giornata e comprando il nostro bravo cono di patatine fritte (almeno senza maionese, altrimenti addio linea…) e a vedere, grazie al numero progressivo, quanti scontrini erano stati emessi.
In zone di centro e semicentro, in vari giorni della settimana, abbiamo trovato dati che variavano

da 48 a 112 scontrini emessi in una giornata

e, attraverso la valutazione dello scontrino medio (vedete cos’è questo importante parametro in questo post) abbiamo potuto ipotizzare come ogni scontrino porti ad un incasso medio di 3,31

Possiamo quindi ipotizzare che un franchising di patatine fritte incassi fra 150 e 370 Euro al giorno

Quindi da 46.000 a 110.000 Euro all’anno (considerando un giorno di chiusura).

Da questo incasso dobbiamo sottrarre le spese. Proviamo, in questa nostra simulazione, ad elencarle:

I COSTI DELLE FRIGGITORIE DI PATATINE IN FRANCHISING

La pensate come loro sulle patatine fritte?

La pensate come loro sulle patatine fritte?

 

  • Affitto: un piccolo fondo in zona centrale/semicentrale, diciamo 2000 al mese, quindi 24.000€ l’anno.
  • Utenze: Il locale è piccolo, ci sono friggitrici grandi e congelatori. Considerando la tassa sui rifiuti immaginiamo 5.000€ L’anno
  • Personale: In un locale di questo tipo spesso lavorano solo i proprietari, magari marito e moglie, quindi il costo annuo per due di INPS e INAIL è di circa 7.000€ (vedi come funziona il lavoro dei familiari in questo post)
  • Varie: fra piccole pubblicità, commercialista, riparazioni e altro ipotizziamo sui 6.000 annui.
  • Food cost: le patate costano poco. I dati che troviamo sui siti che propongono franchising di patatine ci dicono che un chilo di patate, acquistato intorno ai 50 centesimi, permette di fare 4 porzioni (vendute intorno ai 2.50€. Diciamo che, considerando bibite e altri prodotti, il food cost potrebbe essere intorno al 22% peserà quindi, in relazione agli incassi visti prima, fra 10.100 e 24.200€ l’anno.

Il totale dei costi in questo esempio di business plan va quindi da 52.100 a 66.200

Con un utile/perdita (ante tasse) di -6.100 o +43.800

 

QUALI SONO I MIGLIORI MARCHI PER I FRANCHISING DI PATATINE FRITTE?

Una volta fatto un po’ di conti in tasca ad un locale di patatine fritte, e deciso che la nostra location ci perterà a stare nella parte bella della simulazione (quella che fa utili!) potremmo cominciare a capire qual’è invece il marchio di patatinerie in franchising che fa per noi.

In questo sito abbiamo già dedicato un reportage completo agli elementi da verificare prima di aprire una attività in franchising. trovate il post in questa pagina, ma possiamo riassumere i punti fondamentali così:

  • Il curriculum dei responsabili
  • Il numero dei locali gestiti direttamente
  • la capacità di dire di no ad una location
  • Ci piace quello che andremo a vendere?
  • Valutare i finanziamenti del franchising
  • Pubblicità e concorrenza

Qui però siamo a parlare di franchising di patatine; siamo quindi andati a spulciare un po’ di siti dei vari brand che li offrono, per provare a compararli:

 

 

INVESTIMENTO ROYALTY LOCATION RICHIESTA
FRY CHIPS da 48.000 euro 4% annuo. da 35 mq, in zone centrali e di passaggio www.frychips.it
FRANCHISING CHIPSTAR da 75.000 euro (attrezzature e arredamento, know-how) 5%. da 35 mq. www.chipstar.nl
AMSTERDAM CHIPS 80mila-150mila euro. a seconda della location 8% (+2% per comunicazione) locali da 40-80 mq in città di almeno 35.000 abitanti www.amsterdamchips.com
CHIPSY AMSTERDAM di 35.000 euro (attrezzature, arredamento e formazione) 4% mensile (più 1% per la pubblicità) strade principali, ad alta traffico pedonale. [email protected] ?
CHIPPSTER HOLLAND da 25.000 euro (attrezzature, allestimento, know-how). 5% mensili. spazi anche piccoli, ma con grande passaggio. [email protected]
PATATA SHOP da 35.000 euro 300 euro al mese. città di almeno 25mila abitanti [email protected]

 

QUALI SONO I PASSI PER APRIRE UN LOCALE DI PATATINE FRITTE?

I regolamenti per aprire una friggitoria, vediamoli

Aprire una friggitoria non è diverso, come percorso burocratico, dall’aprire un qualsiasi altro locale. Potremmo riassumerlo, passo per passo e inserendo i link che rimandano all’argomento, in questi step:

  • Si valuta il tipo di impresa che vogliamo costituire per il nostro locale
  • Richiediamo la partita IVA e ci iscriviamo al registro delle imprese.
  • Ci registriamo per INPS e INAL
  • Prendiamo parte ai corsi SAB E HACCP, Stilando i manuali necessari.
  • Con il supporto di un tecnico presentiamo la DIA al SUAP . Attenzione al problema delle canne fumarie, sempre rilevante con questo tipo di locali. In molti casi i brand di franchising dicono che se ne può fare a meno. Indaghiamo

E… non mangiatene troppe!

CLICCATE QUI per scoprire le date dei nostri PROSSIMI CORSI DI APERTURA E GESTIONE BAR E LOCALI e portate al corso i VOSTRI PROGETTI, LI ESAMINEREMO INSIEME!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *