Come Creare una Miscela di Caffè per Bar
31 Maggio 2022
“MEET THE COFFEE FARMER” VISITARE LE PIANTAGIONI DEL CAFFE’ DAL DIVANO DI CASA
20 Giugno 2022

Finanziamenti Per Aprire un Bar 2022

Categorie:

Richiedere un finanziamento a fondo perduto. Finanziamenti per Aprire un Bar nel 2022. Regole e Requisiti. Dove trovare i bandi. Tutto quello che devi sapere.

Bandi di finanziamento per aprire un bar per giovani nel 2022
Sei giovane e hai in mente di aprire il locale dei tuoi sogni ma la tua liquidità non è sufficiente? Richiedi un finanziamento a fondo perduto!

COSA SONO I FINANZIAMENTI A FONDO PERDUTO ?

tutto sui bandi 2022 per aprire un locale con imprenditoria femminile
Cosa sono questi rinomati “finanziamenti a fondo perduto” ? Scopriamolo in questo articolo!

Il contributo a fondo perduto, come si intuisce dal nome, è una sovvenzione in denaro della quale non verrà richiesta la restituzione. Per cui è un tipo di agevolazione data dall’ente pubblico all’azienda e che non prevede nessun tipo di rimborso. L’ente ovvero: Regione, Comune, Camera di Commercio, Ministero… eroga il contributo senza chiedere niente in cambio. Per queste ragioni è un ottimo trampolino di lancio per chi vuole aprire una propria attività senza avere una grande liquidità.

CHI HA DIRITTO AL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO

imprenditoria femminile. bandi per finanziamento a fondo perduto per aprire un locale
Putroppo non tutti possono richiedre un contributo a fondo perduto. Perciò prima di fare grandi progetti scopriamo se hai tutte le carte in regola!

Per aprire un bar è necessario presentare la domanda per il finanziamento e giostrarsi tra i vari bandi che lanciano enti statali ed eventualmente europei. Le opportunità per i giovani ci sono, ad oggi chi è interessato può rivolgersi al Ministero dello Sviluppo e richiedere dei finanziamenti per aprire un bar. Ovviamente gli saranno concessi solamente dopo aver superato determinati requisiti.

Quali sono i requisiti per richiedere un contributo a fondo perduto?

  • aver ottenuto l’attestato S.A.B. (Somministrazione di Alimenti e Bevande)
  • aver lavorato per almeno due anni nel settore (anche da dipendente)
  • aver partecipato ad un corso HACCP
  • essere iscritto al Registro Esercenti Commercio (REC)
  • essere disoccupati nel momento in cui si fa la richiesta di finanziamento
  • avere la residenza nel luogo in cui si intende aprire la suddetta attività
  • bisogna poi essere “giovani” ovvero avere un’età compresa tra i18 ed i 40 anni

Una volta certi di avere tutti i requisiti richiesti si può procedere con la realizzazione del nostro progetto!

PERCHE’ RICHIEDERE UN FINANZIAMENTO A FONDO PERDUTO PER APRIRE IL PROPRIO BAR

aprire un bar con finanziamenti pubblici nel 2022
I vantaggi dei finanziamenti a fondo perduto rendono questa scelta la migliore soluzione per avviare la propria attività.

Perchè richiedre un finanziamento per aprire un bar? Per aprire un bar o un punto di ristoro, si parla di finanziamenti a fondo perduto che vanno dal 20% al 50%. La percentuale in questione può variare a seconda del tipo di soci che costituiscono la società e dalla società stessa. Detto ciò, se si vuole usufruire di un finanziamento a fondo perduto dobbiamo innazitutto controllare se esistono bandi regionali che fanno al caso nostro. Se così non fosse, bisognerà dare cercare tra i bandi nazionali ed europei. Optare per un finanziamento a fondo perduro elargito dalla regione, dallo Stato o dall’Europa vuol dire decidere di investire nel proprio futuro lavorativo e sulla propria carriera!

TROVA IL BANDO CHE FA AL CASO TUO!

Soldi a fondo perduto per avviare un locale
Ricerca tra i bandi nazionali ed eventualmente anche tra quelli europei il bando che meglio si adatta alle tue esigenze.

Solitamente è possibile ottenere i finanziamenti a fondo perduto attraverso la partecipazione a specifici bandi, dove occorre allegare i documenti richiesti e fornire all’ente erogatore un business plan chiaro e dettagliato. All’interno del programma si dovrà esporre in modo esaustivo il progetto che si vuole far finanziare. L’Agenzia nazionale a cui rivolgersi per le agevolazioni a fondo perduto con bandi nazionali è senza dubbio INVITALIA. Si tratta dell’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del Ministero dell’Economia. Scopri tutti i Bandi dei Contributi a fondo perduto e dei Finanziamenti agevolati erogati da Invitalia. (Per farlo, dovrai registrarti a Find UP, e inserire Invitalia nel campo ricerca bandi e contributi nella pagina di ricerca apposito.)

BANDI ATTIVI NEL 2022 PER APRIRE UNA PROPRIA ATTIVITA’, APRI IL BAR DEI TUOI SOGNI !

Bandi attivi 2022 per aprire un bar
Scopriamo alcuni dei principali bandi attivi nell’anno 2022 ai quali puoi partecipare! Corona il tuo sogno e apri l’attività che desideri !

Ma quali sono le fonti di finanziamento a disposizione nel 2022 per sostenere queste iniziative imprenditoriali? Scopriamone alcune insieme! La Legge di Bilancio 2022 presenta molte novità sugli incentivi per gli investimenti delle imprese. Inoltre vi sono anche altri canali quali i fondi europei, regionali e comunali a sostegno di nuove realtà imprenditoriali. Scopriamo insieme quali sono i principali canali di finanziamento attualmente disponibili per chi decide di aprire una propria attività.

  • LEGGE SABATINI : Nella legge di Bilancio 2022 è stata rifinanziata questa agevolazione. Che ha l’obiettivo di incentivare gli investimenti produttivi delle piccole e medie imprese italiane. Tale contributo può arrivare a rimborsare il 3,53% degli interessi su prestiti a 5 anni, equivalente ad un contributo a fondo perduto del 10% del costo del macchinario. Questa legge è finalizzata a sostenere l’acquisto, o acquisizione in leasing, di beni materiali (macchinari, impianti, beni strumentali d’impresa, attrezzature nuovi di fabbrica e hardware) o immateriali (software e tecnologie digitali) ad uso produttivo. Sono stanziati 180 milioni all’anno, dal 2022 fino al 2026.
  • NUOVO SELFIEMPLOYMENT : Nuovo programma operativo dal 22 febbraio 2021. Questo finanzia con prestiti a tasso zero fino a 50.000 euro per l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali promosse da NEET, donne inattive e disoccupati di lungo periodo, su tutto il territorio nazionale. Esso è gestito da Invitalia nell’ambito del Programma Garanzia Giovani, sotto la supervisione dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro.
  • TRANSIZIONE 4.0 : Esso prevede una serie di agevolazioni, con la formula del credito d’imposta, per le aziende che investono in uno di questi tre assi d’intervento: 1) beni strumentali, 2) ricerca sviluppo innovazione e design, 3) formazione 4.0 del personale.
  • FONDO IMPRESA DONNA : Si tratta di un fondo nato nel 2021 e valido anche nel 2022. Prevede una dotazione di 20 milioni di euro ai quali si aggiungeranno anche circa 400 milioni previsti dal PNRR. Un fondo totalmente dedicato all’imprenditoria femminile che ha come obiettivo quello di incentivare la partecipazione delle donne al mondo delle imprese. I settori ammessi per la richiesta del fondo sono : l’industria, l’artigianato, la trasformazione dei prodotti agricoli, dei servizi, del commercio e del turismo, per programmi di investimento da realizzare entro due anni.
  • FONDI EUROPEI, REGIONALI E LOCALI : Infine come già anticipato ci sono anche diversi bandi europei, regionali e locali che finanziano questo tipo di iniziative. Puoi partecipare ad un bando europeo oppure consultare i siti web della Regione e del Comune di residenza.

Se una di queste iniziative si adatta alle tue esigenze non esitare a partecipare subito al bando! In caso contrario, approfondisci le ricerche con le informazioni e gli strumenti che ti abbiamo fornito così da trovare un bando su misura per te e la tua attività !

Buona fotuna per l’inizio di questa tua nuova impresa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.