COME SCEGLIERE LA MACCHINA PER L’ORZO, GINSENG E GUARANA’ PER IL BAR
5 settembre 2016
AFFITTASI CAFFETTERIA A LISSONE, PROVINCIA DI MONZA BRIANZA
10 settembre 2016

WINE BAR E APERITIVI: LE NUOVE TENDENZE DEL VINO

Conoscere in anticipo le tendenze del mercato può mantenere il nostro bar sempre “di tendenza” sopratutto in settore, come il vino, che cambia spesso moda…

 

Proporre il vino al bar

Proporre il vino al bar

Enoteche, wine bar e, per allargare la platea, tutti quei locali che propongono vino nei loro aperitivi. Il mondo del vino, come quello dei cocktail, segue continuamente mode, o, per dirlo in modo più elegante, segue delle tendenze precise. Conoscere queste tendenze può aiutare anche il nostro bar, e ci può permettere sia di anticipare, per essere pronti di fronte a quelle che potrebbero essere le richieste dei clienti, sia di lanciare nel nostro contesto, le nuove tendenze, facendo la figura dei veri gestori”trendy”.

E’ con questo scopo che siamo andati sui siti che si occupano di vino, e sopratutto di wine marketing, per andare a fiutare, come le grandi aziende del settore cercano di fare, le tendenze di quello che sarà il vino nel prossimo periodo.

Meno prosecco: uno dei vitigni più famosi, che per molti è sinonimo di spumantizzato, di vino con le bollicine, sembra avere sempre meno appeal per un mercato che adesso cerca alternative, sempre bollicine, ma di altre aree e altri vitigni.

Più vino al bicchiere: mentre non decolla (non lo ha mai fatto) il mercato delle mezze bottiglie, cresce, fra controlli stradali e clienti che bevono meno, l’esigenza del vino al bicchiere. Da questo punto discende un’altra considerazione:
Menù e carte dei vini brevi! Se dobbiamo offrire vini al bicchiere non possiamo permetterci troppe bottiglie aperte che perderanno le loro caratteristiche in breve tempo (anche se esistono sistemi per mantenerli bene). Inoltre un menù “raccolto” è in linea con una politica che preferisce la qualità e particolarità alla quantità (le pizzerie che oggi trasmettono una idea di alta qualità hanno spesso menù di 7/8 pizze e anche meno, una volta ne avevano 100!).

Aree vinicole e vitigni del futuro: Sud Africa e Australia creano curiosità e interesse, ma anche l’Italia ha particolarità ancora da scoprire. In questo momento i vini della zona dell’Etna stanno creando attenzione, ma i vitigni autoctoni, magari recuperati dal passato, creano sempre interesse e curiosità. Il Pinot noir è un vitigno ben conosciuto, ma che sta trovando nuovi motivi di mercato.

Una storia alle spalle, sempre! Questa è probabilmente la regola perfetta per proporre il vino al bar. Il gestore deve conoscere il vino che propone, essere in grado di raccontarlo con passione, di trasmettere la manualità, l’esperienza, la cura che il viticoltore mette in ogni bottiglia e le particolarità che ogni territorio è in grado di offrire.
Bottiglie comprate solo perché ci hanno proposto l’offerta? No grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *