COME E PERCHÉ APRIRE UNA FOCACCERIA
30 Agosto 2012
IL DOG BAR
8 Settembre 2012

COME E PERCHÉ APRIRE UN PUB

Com’è aprire un pub? Quali sono le problematiche tecniche e quali invece le tendenze attuali di questo tipo di locale? Abbiamo intervistato Fabio Crescioli, personaggio che negli anni ha scritto la storia fiorentina dei PUB, il concetto di birreria, di derivazione anglosassone ormai assolutamente popolare anche nel nostro paese. 

Dublin-pubs-dublin-836037_640_480DOMANDA  Il concetto di pub è ancora attuale, è un tipo di locale che ha ancora un buon mercato?

FABIO  il concetto di pub è ancora attuale, diciamo che dopo il boom iniziato negli anni 96-97 da un po’ di anni (6-7 direi) ha lasciato il discorso “moda” e si è professionalizzato: questo nelle grandi città, dove la parola PUB davanti al nome del locale era ed è sinonimo comunque di un preciso tipo di locale e non, come perlopiù in periferia e/o piccoli centri (ma anche in molte città!!!!) la parola pub era solo messa a caso davanti a pizzerie, paninoteche e altro; su questi parametri si può affermare che il mercato ancora tiene….

DOMANDA  A cosa bisogna prestare attenzione per aprirne un pub?

FABIO  Le attenzioni che bisogna prestare sono quelle comuni a tutti i locali di somministrazione, certo la cosa migliore è quella di un locale che abbia la possibilità di uno spazio esterno e che abbia meno abitazioni possibili nel vicinato: la metratura è del tutto soggettiva, rispecchia quello che si vuole fare…. Consigli per la locazione, arredo, comunicazione? La locazione è fondamentale e deve riunire più cose possibile: parcheggio o facilità di arrivo, come detto meno abitazioni possibile nelle vicinanze (un pub senza musica no!) vicinanza di altri locali (questa è da sempre una mia idea, mai vedere un locale vicino come un concorrente ma DEVE ESSERE VISTO come un partner con cui creare sinergie, di tutti i tipi, oggi specialmente questa cosa è fondamentale…); l’arredo è fondamentale, ci sono vari tipi di pub (irish, scottish, english, tirolesi…..)ed ognuno ha le sue caratteristiche, che oggi sono fondamentali per dare un’anima; la comunicazione? E’ SENZA DUBBIO LA PRIMA COSA CHE OGGI UN’ATTIVITA’ ED UN IMPRENDITORE DEVE AVERE, SAPERE E CREDERE !!!!

DOMANDA  Che tipi di birre stanno avendo successo?

FABIO  Il mercato delle birre è ormai sconfinato. Credo sia opportuno affidarsi a “marchi” conosciuti, sia dalla clientela che da chi li deve proporre: avere comunque un gruppo alla spina è fondamentale! Per la mia esperienza il gruppo guinness è il top ma per grandi volumi sono senz’altro necessarie birre di affiancamento.

DOMANDA  Cosa pensi del fenomeno delle birrerie artigianali?

FABIO  Onestamente non ho mai creduto a questo tipo di prodotto, la grande città non è pronta (parlo per un discorso di massa, non di piccole o medie realtà che svolgono un ottimo lavoro) a questo tipo di birre senza dubbio buone ma con parecchia difficoltà nel proporle e nel conservarle.

DOMANDA  Nei pub è sempre indispensabile servire food?

FABIO  Il food è sempre stato fondamentale nei pub. Al giorno d’oggi, soprattutto per chi dispone solo di piccoli spazi è meglio concentrarsi si poche cose ma buone e fatte (e presentate) bene, inerenti alla clientela o all’anima del locale.

DOMANDA  Le aziende di birra forniscono spesso concetti di birreria “chiavi in mano” vale la pena?

FABIO  Qui il discorso investe l’imprenditore. Se la persona o il gruppo che apre il pub ha idee proprie e precise è meglio affidarsi ad un buon geometra o architetto che segua quello che ci sa in mente. Se il locale invece è visto come un investimento e affidato a gestioni non dirette è senz’altro meglio affidarsi a aziende produttrici che seguono anche l’arredo; UN CONSIGLIO? FARSI SEMPRE FARE UN PREVENTIVO AL CENTESIMO!!!!!

DOMANDA Come funzionano questi contratti per aprire un pub “chiavi in mano”?

FABIO Non ho mai aperto personalmente un locale così, però ne ho seguiti e aperti per conto di altri, in quanto attualmente, oltre che gestire personalmente i miei locali, eseguo la realizzazione di locali del genere pub e la formazione del personale, sia futuro che già esistente nei locali, COSA NON BEN CONSIDERATA DAI PIU’ MA CHE HA UN EFFETTO SULL’ANDAMENTO DEL LOCALE INCREDIBILE . Comunque gli aiuti, cioè i finanziamenti, sono oggigiorno poco più alti di quelli che possono dare istituti di credito, quindi la convenienza è scarsa (poche aziende sono propense a questa formula, e se la fanno eventualmente pagare…)

DOMANDA Grazie mille per la tua preziosa conoscenza Fabio, puoi dirci qualcosa di te?

FABIO Attualmente i pub di mia proprietà al 100% sono “The lion’s fountain” dal 1994 e “Uncle jimmy’s“, in società il “CLUB HOUSE” che è un locale che fa ristorante, american bar, pizzeria, music live (con link al vostro sito) e trainer per ….l’attività che svolgo è quella di dare un locale chiavi in mano al 100%, nell’arredamento (solo se richiesto), nelle attrezzature, nelle varie tipologie di permessi necessari, nella formazione di personale di qualunque tipo sia (responsabile, barman o barwoman, sicurezza…), relazionando con gruppi importanti come Guinness, Forst, Foster’s. Per chi volesse contattarmi può farlo al 335 6840426 e per email a [email protected]

4 Comments

  1. Gianni Briganti ha detto:

    Bella intervista! Dato che sono interessato al settore per ns produzioni di arredi da botti, posso chiedere quanto incide il “clima” creato dall’arredamento del locale sul successo dello stesso? Oppure è una variabile secondaria?

  2. […] lista i consigli che credo di poter considerare ancora validissimi sono quelli che ci diede in questa intervista il responsabile Heineken Fabio Crescioli; fra questi consigli quelli di non dare, in molti casi, […]

  3. […] sappiamo bene, fra i requisiti per l’apertura di un locale, sia esso un ristorante, bar o pub, ci sono quelli personali definiti professionali; questi si espletano o avendo avuto esperienze […]

  4. […] In questo senso c’è da dire che i pub hanno avuto una flessione negli ultimi anni, quando le pay tv per le partite, una volta presenti quasi solo nei locali, hanno cominciato a entrare anche nelle abitazioni, portando così i ragazzi a ritrovarsi più a casa di un amico che in un locale. Dei trend di andamento dei pub ci parla comunque questa bella intervista al proprietario di alcuni pub nonché responsabile Guiness; la trovate qui. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *