AVERE UNA CONNESSIONE WI FI DENTRO IL PROPRIO BAR
15 Ottobre 2010
VENDERE UN BAR / 2° PARTE. TROVARE I COMPRATORI E GESTIRE LA TRATTATIVA
25 Ottobre 2010

VENDERE UN BAR / 1° PARTE. PERCHÉ E A QUALE CIFRA VENDERE

Vogliamo cedere la nostra attività? Prima è meglio interrogarsi sul perché. La cifra e le condizioni poi, devono essere valutate in base al mercato e alle nostre aspettative.

1017456_1_800x600Stavolta nel nostro post parliamo al contrario, non di come si apre un bar, ma di come si chiude, o meglio di come lo si vende.
Vendere il nostro locale può essere una decisione presa per stanchezza, perché i conti non vanno come dovrebbero o semplicemente perché la nostra anima e i nostri pensieri non vanno come avevamo pensato, e il primo rischio sta proprio qui: vendere perché si sta scappando.
Attenzione invece, scappare porta sempre a fare cose affrettate e senza la dovuta attenzione, e vendere un locale è un affare delicato che va gestito con concentrazione, dedizione e tempo, senza foga.
La prima cosa da pensare è il perché e a quali condizioni siamo davvero disposti a vendere. Intanto, volete davvero vendere o state soltanto cercando la sicurezza-consolazione di avere una exit strategy? Ovvero: quando vorrete davvero vendere troverete qualcuno disposto a comprare la vostra attività?
Nel caso vi rendiate conto di voler davvero mollare chiedetevi a quanto e come. Prima facciamoci un’idea di quanti soldi vorremmo per vendere (oltre alle nostre aspettative dovremo calcolare in questo anche gli eventuali debiti che la nostra attività deve saldare) confrontiamo quindi la cifra che abbiamo pensato con il mercato: è una cifra troppo alta e quindi il nostro compratore troverà occasioni migliori? Siete disposti a vendere alle cifre di mercato?
Altra domanda, come vogliamo questi soldi? Sono molte le zone d’Italia dove viene chiesto un anticipo più o meno congruo e il resto viene dilazionato in tempi che possono andare fino a 7/10 anni. Trovare un cliente con molti contanti può essere difficile, la rateizzazione aiuta ad avere più persone interessate, ma espone a rischi. Chiedete sempre di ufficializzare le rate con delle cambiali (che costano) e magari fatevi assistere da un notaio e da un commercialista (che costano) questo ridurrà il rischio che, nel caso le cambiali non vengano pagate, vi ritroviate con un pugno di mosche. In alcuni casi, una parte del locale può essere pagato con un accollo dei debiti, cioè il compratore si dichiara, in contratto, disponibile a pagare alcuni debiti della società cedente sottraendo questa somma dal prezzo di vendita.
Se invece siete dall’altra parte della barricata su questo blog trovate molti post su come valutare un locale e gestire la trattativa di acquisto. Argomenti come questi sono anche parte dei nostri corsi di gestione e mangement dei bar.

Nel prossimo post di questa serie parleremo di dove trovare compratori per il nostro locale e come gestire la trattativa di vendita del bar.

3 Comments

  1. francesca ha detto:

    salve,
    la contatto per chiederle alcuni consigli in merito al mio bar e in breve le racconto la storia:
    abbiamo aperto a cagliari, in una zona centralissima, a marzo 2011 un locale(costo lavori 40000 euro e mobili 80000 euro circa, compreso di attrezzatura e office)di 80 mq (al chiuso) con una ventina di posti a sedere più 5 al banco, il locale è molto accogliente e ben curato nei particolari, arredi e attrezzatura modernissima. purtroppo col passare dei mesi non siamo riusciti a farlo andare, nonostante impegno e passione. comunque ci troviamo nella seguente situazione finanziaria: quasi 4 affitti in ritardo per l’ammontare di 1573 euro cadauno, un anno e passa di commercialista, un paio di mesi di consulente del lavoro e inoltre momentaneamente un leasing di altri 4 anni (che stiamo comunque cercando di estinguere grazie a una somma in denaro prestataci da miei genitori). detto ciò credo che l’unica alternativa sia vendere, ma come si può fare a vendere un’attività con un registro dei corrispettivi abbastanza in negativo? e soprattutto in base a cosa si può stimare un prezzo di vendita? il leasing nel bene e nel male è cedibile all’acquirente interessato nel caso ci neghino la possibilità di estinguerlo.
    mi può consigliare come muovermi e come poter riuscire a risanare un pò di debiti?
    la ringrazio in anticipo per qualsiasi suo chiarimento e le porgo saluti,

  2. […] che, nel primo post di questa serie abbiamo visto come avere le idee chiare su come e a che prezzi vogliamo vendere il […]

  3. Alvaro Girolamo ha detto:

    vendo BAR caffeteria tavola fredda a pavia vicinanze centro storico e stazione ferroviaria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *