CHIEDERE UN FINANZIAMENTO PER IL BAR ALLA BANCA
17 Gennaio 2010
COMPRARE UN BAR: COSA CONTROLLARE DI UN BAR O UN RISTORANTE IN VENDITA
22 Gennaio 2010

CHIEDERE UN PRESTITO PER UN LOCALE IN UNA FINANZIARIA

Le finanziarie sono parenti delle banche, danno prestiti anche in situazioni che le banche considerano a rischio, ma richiedono tassi più alti, attenti ad aprire un bar già impiccati.

Quasi tutti ci troviamo ad aprire un locale dovendo ricorrere ad un finanziamento. I finanziamenti a fondo perduto sono ormai una chimera, le banche sono di manica strettissima e non sono pochi a rivolgersi alle finanziarie.

Le finanziarie le conosciamo tutti, e se per caso non le conoscessimo basterà sfogliare una rivista di annunci, un giornalino con i programmi televisivi o guardare un canale locale in televisione per vederne la pubblicità. In queste pubblicità non è raro vedere il nonno che viene invitato ad facilitare il sogno del nipote, appunto aprire un bar, chiedendo un prestito che verrà garantito dalla pensione.

La differenza fra finanziarie e banche è facilmente comprensibile a chiunque abbia avuto a che fare con le obbligazioni, tipo i BOT. Queste obbligazioni vengono emesse più o meno da tutte le nazioni, ma le obbligazioni delle nazioni più in difficoltà hanno interessi più alti, perché investire in queste nazioni è più rischioso.
Ecco, le finanziarie sono disponibili a finanziarie situazioni più a rischio rispetto alle banche, ma chiedono interessi più alti. Non è strozzinaggio, le condizioni rientrano nei termini di legge e inoltre la competizione fra queste finanziarie permette di godere dei vantaggi della concorrenza, ma, almeno secondo me, se una banca vi rifiuta un prestito pensate bene, prima di rivolgervi ad una finanziaria, se non è il caso di pensarci bene.

17 Comments

  1. Pietro ha detto:

    Grazie per il tuo utile suggerimento.

  2. diggita.it ha detto:

    Chiedere un prestito per un locale in una finanziaria…

    Le finanziarie sono parenti delle banche, danno prestiti anche in situazioni che le banche considerano a rischio, ma richiedono tassi più alti, attenti ad aprire un bar già impiccati. Quasi tutti ci troviamo ad aprire un locale dovendo ricorrere ad u…

  3. matteo ha detto:

    Ok, ma io ad esempio dovrei prendere un bar ristorante già avviato, si fa un contratto in comodato d’uso gratuito e si crea una associazione, in quel caso posso chiedere i finanziamenti a fondo perduto per la gestione? Grazie mille

    • isaac ha detto:

      ciao mimmo
      io sono un giovane ragazzo di 22 anni,musica cockteil e contatto con la gente è la mia passione lavoro da circa 2 anni al burger king e quest anno ne ho aperto uno da restoraunt manager a fianco al locale cè un ristorante sempre nostro che ha fallito e la mia idea era quello di prenderlo e farlo diventare un disco bar insomma qualcosa di nuovo d esclusivo il locale ora comè e compostoda un banco quasi come un locale cucina insomma messo bene la facciata del banco sarebbe da rivestire renderlo piu moderno e poi arredare il locale e nn so i costi che andro a sostenere vorrei sapere se esistono ancora fondi regionali per i giovani imprenditori
      ciao grazie isaac

  4. mimmo ha detto:

    Ciao Matteo,
    dalla tua domanda non e’ ben chiaro cio’ che vuoi sapere.
    Il locale lo vuoi comprare o prenderlo in affitto d’ azienda?
    I finanziamenti a fondo perduto per la gestione di un locale,te li puoi scordare,perche’ con i tempi che corrono, e’ diventata una cosa impossibile.
    Saluti. mimmo

  5. matteo ha detto:

    Io vorrei aprire una associazione in un locale già avviato e vorrei sapere come fare se si possono ricevere i fondi perduti

    • mimmo ha detto:

      Ciao Matteo,
      questo e’ un momento veramente difficile per poter ottenere dei prestiti a fondo perduto.
      Per avere informazioni ti puoi rivolgere presso la CONFESERCENTI.
      In bocca al lupo. mimmo

  6. matteo ha detto:

    A mimmo… cosa mi consigli di fare valutare l’offerta fatta??? oppure no…

    • mimmo ha detto:

      …Matteo,
      se sei intenzionato ad aprire un locale, puoi fare una valutazione, ma se pensi di poter ottenere dei finanziamenti a fondo perduto,se ti devo dare un consiglio; LASCIA PERDERE.
      Ciao. mimmo

  7. angela ha detto:

    ciao!
    secondo voi è meglio informarsi prima se mi fanno un finanziamento ovviamente con finanziarie xè la banca ha già chiuso la porta o è meglio informarsi sul bar riguardo a problemi e contratto o chissà che altro?

  8. massi252 ha detto:

    Se non hai garanzie da offrire alla banca,oppure un garante…nn andarci proprio in banca…prova con la finanziaria….magari con la garanzia personale…mahh…prova…dipende anke dalla cifra ke gli chiedi

  9. fago stefania ha detto:

    salve,sono una ragazza di 26 anni e vorrei aprirmi un piccolo ristorante,max 60 posti,le finanziarie quali garanzie mi chiederebbero? io lavoro a nero purtroppo,come posso fare? grazie per la vostra attenzione.

  10. mimmo ha detto:

    Ciao Stefania,
    non so di quale importo necessiti per aprire il locale, ma se richiedi una cifra notevole, come ha gia’ detto Gabriele nel post,le finanziarie sono disponibili a finanziarie situazioni più a rischio rispetto alle banche, ma chiedono interessi più alti. Non è strozzinaggio, ma, se una banca ti rifiuta un prestito pensaci bene, prima di rivolgerti ad una finanziaria.
    Se non disponi di almeno il 50% dell’importo che andrai a spendere ti consiglio di lasciar perdere, perche’ rischieresti di entrare in un tunnel da cui molto spesso e’ difficile uscirne.
    Saluti. mimmo

  11. Stefano De carli ha detto:

    Ciao a tutti, sono sempre Stefano, la banca mi ha rifiutato il finanziamento per i seguenti motivi: secondo loro se le cose andassero male, non possono aspettare 7 anni per vendere la Casa sulla quale si sviluppava il finanziamento ipotecario, nonostante avessi prospettato un bar che già fattura 600 euro giorno, e in più la possibilità di affitto dell’abitazione ipotecaca come ulteriore garanzia, qualcuno sa a chi posso rivolgermi per snellire le pratiche? mutuo ipotecario casa- Bar funzionante con reddito di 500, 600 GG, e affitto immobile?? Non bastano?, faccio presente che nella stessa banca avevo già un mutuo, regolarmente pagato e ora estinto. a chi rivolgersi Grazie a tutti Stefano

  12. Matteo ha detto:

    Sig. Mimmo salve sono matteo il ragazzo del ristorante a narni, poi ho seguito il suo consiglio, ho lasciato perdere.
    Cmq ora vorrei proporle un problema, praticamente io e il mio collega vorremo prendere un bar in gestione, perchè io a comprarlo ho paura e soprattutto non abbiamo praticamente soldi e iniziare con molti buffi non mi va, quindi io vorrei sapere se lei mi puà dare delle risposte:
    1) con i finanziamenti della regione quelli a 50% si può fare richiesta e poi vedere qualcosa o al contrario ?
    2) le licenze , io ho fatto scuola alberghiera e ho letto che cè una legge che dice che il rec nn serve ma serve una scuola che ti abilita al lavoro tra cui la mia era mensionsata, nel caso mi sbaglio mi può dire nel dettaglio quali servono ?
    3) io vorrei prendere un locale commerciale vuoto per arredarmo a mio piacimento conviene ?
    4) a chi mi posso rivolgere ?
    PREMETTO CHE IO LAVORO DALLE 7 ALLE 15 IN UN BAR 🙁 quindi non riesco ad andare in uffici comunali ecc… perchè ovviamente loro stanno perennemente in pausa e io il pomeriggio studio 🙁 aiutooooo..
    grazie mille Matteo Lilli

    • mimmo ha detto:

      Ciao Matteo,
      delle tue problematiche ne ho gia’ parlato in diversi altri post. Se sei impossibilitato ad andare nei vari uffici ti posso solamente consigliare di rivolgerti ad un associazione di categoria( CONFESERCNTI o CONFCOMMERCIO) dove ti sapranno dare qualsiasi delucidazione.
      In bocca al lupo. mimmo

    • maurizio ha detto:

      Buongiorno a Voi tutti.
      E’ la figura dell’Imprenditore nella sua pienezza, nelle sue idee, nel suo perseverare, è la chiave per la riuscita di un progetto.
      Siate più tecnici possibile, non abbiate timore di portarle avanti, le vostre idee.
      Ricordate che esistono anche altri modi di pagamento; non solo il cash. Esistono le cambiali, esiste il baratto, esiste anche l’accollo dei debiti dell’impresa.
      Sappiate che se una persona vuole cedere l’impresa, essa è già di per se accondiscente a trovare soluzioni alternative; se davanti a se trova persone motivate, affabili, affidabili, competenti.
      Un vero imprenditore è sempre alla ricerca di sfide….
      Questo è il sale della vita….

Rispondi a fago stefania Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *