I CONTROLLI SANITARI NEI LOCALI
29 Aprile 2009
GLI RLS: OVVERO IL RAPPRESENTANTE DEI LAVORATORI PER LA SICUREZZA
11 Maggio 2009

LA LIBERALIZZAZIONE DELLE LICENZE IN BAR E RISTORANTI

Dopo la liberalizzazione delle licenze cosa è cambiato nei regolamenti per aprire bar e ristoranti.

 

zeno-s-barIn alcune zone d’Italia, seguendo un po’ il trend storico politico del liberismo, si è arrivati più o meno velocemente alla liberalizzazione delle licenze.
Questo evento non ha di fatto portato (per quello che ne so) alle due terribili conseguenze che molti avevano paventato: non hanno portato all’apertura di migliaia di locali e non hanno portato al crollo del prezzo di vendita dei locali già esistenti.

In alcune aree le licenze sono sì libere, ma l’apertura di un locale ex novo (vale a dire in una struttura dove prima non c’era un pubblico esercizio) è di fatto molte volte bloccata dal piano urbanistico dell’area, e quindi dalla destinazione d’uso del fabbricato. In pratica se il locale è destinato ad essere una attività artigianale o un garage non lo si può far diventare un bar. Oltre a questo bisogna vedere se i locali sono in regola con le norme sanitarie.

Quanto al prezzo delle licenze se esso è sceso (se) è per l’andamento del mercato, e non per la liberalizzazione. Di fatto, anche prima si valutava e si pagava l’avviamento del locale, non certo la licenza.

Sia chiaro, la liberalizzazione è realtà solo in alcune aree d’Italia, in altre siamo ancora fermi alle vecchie centinaia di metri fra un locale e l’altro.

P.S. nel frattempo, da quando questo post è stato scritto, è cambiato tutto, e adesso chi vuole aprire un locale deve fare riferimento alle Leggi Regionali (che trovate elencate regione per regione in questo post) che lo inviterranno a compilare una SCIA (trovate tutti i dettagli su questo post, e durante i nostri corsi di gestione e apertura bar si analizza proprio la stesura di una SCIA).

111 Comments

  1. mimmo ha detto:

    Ciao Nicola,
    un benvenuto anche a te nel mondo del bar.Se pensate che il lavoro del barista, possa essere un lavoro adatto a voi e che l’attivita’ che andrete a rilevare, vi possa dare delle belle soddisfazioni,non dovete certo farvi sfuggire l’opportunita’. Vi consiglio, pero’,che almeno uno dei soci,faccia un minimo di tirocinio presso qualche locale,o fare qualche corso di caffetteria o altro,oppure assumere dei dipendenti che siano del mestiere.
    Per l’iscrizione al REC, e’ sufficiente l’iscrizione di un solo componente della societa’.
    In bocca al lupo. mimmo

  2. omar ha detto:

    ciao a tutti,

    sono titolare di un bar,e vorrei sapere se per venderlo serve l’autorizzazione del proprietario dei muri, o posso venderlo facendo subentrare l’acquirente nel contratto d’affitto gia in essere? il contratto e stato stipulato nel 2008, un 6+6, quindi con scadenza nel 2020. Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Omar,
      per effettuare la vendita di una qualsiasi attivita’ commerciale,non e’ necessario avere l’autorizzazione del propritatrio dello stabile. Per quanto riguarda il contratto d’affitto bisognera’ solamente cambiare nominativo del conduttore/locatario.
      Saluti. mimmo

  3. omar ha detto:

    ciao mimmo

    ti ringrazio per la celere risposta, volevo kiederti ancora se : puo il proprietario rifiutarsi di accettare il subentro del nuovo acquirente della mia attività, o trovare un escamotage per disdire il contratto d’affitto, fatto nuovo dal mio predecessore nel febbrio 2008, 6+6, in cui io stesso sn subentrato nel luglio 2008.? Grazie e complimenti per qst rubrica

    • mimmo ha detto:

      Ciao Omar,
      se l’affittuario possiede tutte le carte in regola per poter gestire un pubblico esercizio,e’ obbligato a proseguire il contratto stipulato con te,quindi con scadenza 2012.
      Saluti. mimmo

    • roberto ha detto:

      Io ho lo stesso contratto come date e mi sono infirmato da due avvocati, puoi vendere senza avvisre, il contratto di locazione è legato alla licenza del locale. Comunque chiama un avvocato e informati.

  4. beppe ha detto:

    Ciao Mimmo .. volevo sapere se dovevo iscrivermi al rec pur avendo una qualifica professionale riconosciuta dalla regione di operatore della ristorazione sala- cucina

    • mimmo ha detto:

      Ciao Beppe,
      come abbiamo parlato qualche post fa’,l’iscrizione al REC non esiste piu’, ma per poter svolgere l’attivita’ devi rivolgerti presso la camera di commercio per sapere a quale corso dovrai iscriverti per poter somministrare bevande ed alimenti.
      Buon lavoro. mimmo

      • Elena ha detto:

        Ciao a tutti,
        il rec c’è ancora forse dipende da luogo a luogo, ma se non hai un Rec non puoi avviare un’attività, nè subentrare al posto di qualcun’altro. Prima il Rec e poi il locale.
        Ciao

  5. peppe ha detto:

    ciao volevo sapere quanto tempo passa per avere una licenza di tipo b?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Peppe,
      per ottenere una licenza di tipo B, bisogna inoltrare la richiesta presso il municipio ed una volta accettata in consiglio comunale dal sindaco e l’assessore al commercio,se non esistono intoppi burocratici, i tempi si aggirano intorno ai 30/40 giorni.
      Buon lavoro. mimmo

  6. antonella ha detto:

    ciao mimmo volevo chiederti una cosa a riguardo di un bar già esistente ove la proprietaria dei muri ha sfrattato la signora che c’era prima perchè non pagava l’affitto…. vorrei entrare io ma è necessario comprare la sua licenza (e chiede moltissimo) oppure posso fare una licenza io? cambierei anche il nome del bar ma penso che non ci siano problemi e il rec lo fa il mio convivente …p.s ancora una cosa… essendo convivente devo metterlo in regola oppure posso fare diversamente visto che il bar sarebbe intestato solo a me? grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Antonella,
      se la titolare del bar, e’ intenzionata a vendere la sua licenza ed affittarti il locale, non credo proprio che accetti di farti entrare con una licenza che hai rilevato da altri. Sarebbe un controsenso. Al limite puoi proporle un affitto d’azienda per un paio d’anni, poi deciderai se vale la pena comperarlo, oppure no.Se il tuo convivente entrerebbe a lavorare nell’attivita’ di tua gestione puoi assumerlo come coadiuvante famigliare.
      Buon lavoro. mimmo

  7. catia ha detto:

    ciao mimmo volevo sapere se avendo lavorato dal 07/2005 al 10/2007 in un supermercato nel reparto salumeria, posso richiedere il rec( che ho capito che non si chiama piu cosi) peraprire un bar. abito in provincia di modena grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Catia,
      purtroppo anche se hai lavorato in un negozio per piu’ di due anni consecutivi,non hai diritto ad avere l’iscrizione al SAB, in quanto hai lavorato in una salumeria,che e’ considerata,vendita al dettaglio e non pubblico esercizio.
      Saluti. mimmo

  8. roberto ha detto:

    ciao,sono venuto a conoscenza di corsi on line per acquisire l’abilitazione alla somministrazione di alimenti e bevande, l’ex rec. è legale? posso farlo tranquillamente? grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Roberto,
      i corsi on line, vengono organizzati da molte aziende,alcuni sono validi a tutti gli effetti, altri sono delle vere e proprie truffe. Prima di pagare, informati presso la confesercenti, se l’azienda organizzatrice e’ abilitata oppure no.
      Saluti mimmo

  9. sandro ha detto:

    Ciao sono Sandro
    ho un chiosco su area pubblica che nasce non alimentare
    dopo omolti anni ho chiesto l aggiunta del settore alimentare
    con tutti i requisiti rec che ho fatto,mi hanno concesso l aggiunta del settore alimentare
    con la specifica autorizzazione alla somministrazione di alimenti e bevande
    ora il mio problema nasce al momento in cui ho chiesto a cosa sono autorizzato a vendere
    di cui ho chiesto se potevo vendere il caffè, a questo punto mi hanno detto che non posso vendere caffè.
    volevo un chiarimento
    grazie

  10. daniela ha detto:

    ciau mimmo volevo chiederti una cosa a riguardo di aprire un bar,se una persona che deve consignare dopo sei mese la licenza al comune, quanto tempo devi astetare per intrare in posesso de questa licenza?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Daniela,
      i tempi per riconsegnare una licenza variano da comune a comune, normalmente dal momento in cui viene effettuata la richiesta, non passa molto tempo, ma ti conviene solllecitare presso l’ufficio dell’assessore al commercio.
      Saluti. mimmo

  11. Isma ha detto:

    Buongiorno riesumo questa discussione per chiedere una cosa, io e mio padre stiamo facendo tutto per aprire una rivendita di vini sfusi a Livorno (dai tini lo metto nella bottiglia vuota e lo do al consumatore) c’è bisogno del REC??? sono stato alla commissione esercenti convenzionata col comune e mi hanno detto che non serve il REC ma solo l’HACCP,

    Illuminatemi grazie 🙂

    • mimmo ha detto:

      Ciao Isma,
      se nel locale effettui solamente la vendita del vino,solamente per asporto e quindi non effettui la somministrazione,non e’ necessario avere l’iscrizione al SAB(ex rec).
      Saluti. mimmo

      • Isma ha detto:

        grazie della risposta :), si sarebbe solo vendita di vini sfusi, non somministro al bicchiere o altro, dai tini alla bottiglia vuota che tengo in negozio, tappo di sughero e il cliente consumatore lo consuma a casa propria o dove li pare

  12. FEDE ha detto:

    Salve,volevo chiedere…Quest’estate ho seguito il corso che mi ha dato l’attestato per la vendita e la somministrazione di alimenti e bevande.Momentaneamente non devo aprire una mia attività.Volevo sapere se questa licenza o qualifica che sia posso affittarla a qualcuno che vorrebbe aprire un’attività ma non possiede la licenza.
    Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Fede,
      l’ attestato SAB non si puo’ ne’ vendere ne’ affittare, ma puoi proporti di fare da preposto a qualcuno che possiede una licenza ma non e’ ancora in possesso dell’iscrizione al SAB.
      Saluti. mimmo

  13. Stefano ha detto:

    Salve, io vorrei prendere in gestione un bar. Posso intestarlo a me e fare la voltura delle licenze a mia sorella che ha il sab?? Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Stefano,
      prendere in gestione un bar,significa che il titolare rimane sempre intestatario delle licenze, mentre per la gestione, l’iscrizione al SAB la deve possedere o il gestore o in caso venisse costituita una societa’, si puo’ nominare un preposto, che potrebbe essere benissimo tua sorella. Pero’ ti ripeto, solo in caso di societa’.
      Saluti. mimmo

  14. pino ha detto:

    salve
    dovrei cedere la mia attività ( bar ) e vorrei sapere se il proprietario dei muri può opporsi alla vendita ad un nuovo acquirente.
    inolre siccome una volta ceduta l’attivita , il contratto d’affitto da me stipulato a suo tempo, ha scadenza fra 6 anni, conviene far subentrare il nuovo acquirete nel contratto di affitto o per non avere brutte sorprese meglio chiudere il mio e ne facciano un’altro tra nuovo acquirente e proprietario dei muri?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Pino,
      se il proprietario delle mura e’ daccordo, puo’fare un nuovo contratto con il nuovo gestore, altrimenti l’ acquirente puo’ subentrare con il vecchio contratto, senza aver timore che il proprietario del locale possa opporsi.
      saluti. mimmo

  15. pino ha detto:

    salve

    volevo sapere a cosa si riferiscono le
    18 mensilita’ di
    indennita’ di avviamento commerciale.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Pino,
      le 18 mensilita’, vengono calcolate (non per legge) per dare un valora aggiunto all’attivita’ avviata ed calcolata facendo il calcolo del guadagno medio mensile x 18.
      Buona giornata. mimmo

  16. Piolo ha detto:

    Ciao sono pio, ho preso in gestione un bar da due anni! Sempre pagato sia affitto che gestione con regolarità! C’è sia un proprietario delle mura che un proprietario della licenza! Alla fine del secondo anno di contratto il proprietario vuole vendere la licenza ma mi sta chiedendo una cifra allucinante! Il proprietario della licenza e delle mura non hanno nessun tipo di contratto tra di loro! La mia domanda è qst, posso subentrare al posto del proprietario della licenza con una mia licenza se il proprietario delle mura è d’accordo xke conosce la mia serietà?! Di quali documenti ho bisogno?! Grazie mille

    • mimmo ha detto:

      Ciao Piolo,
      prova a rivolgerti in comune, ma non credo che ti rilascino un’ulteriore licenza, finche’ l’attuale proprietario non riconsegna la sua.

  17. sara ha detto:

    Scusate, ma ho delle notizie discordanti sulla mia attività. Ho una licenza di pubblico esercizio e, visto che le cose non stanno andando così bene ho deciso di ampliare con vendita di caffè sfuso, cialde, capsule ecc., tipo torrefazione, ma la commercialista mi ha detto che non è possibile avere l’attività di commercio in un bar. Mi potete aiutare?

  18. filippo ha detto:

    Sono proprietario di un bar da una decina di anni.Ho seguito direttamente il bar per 4-5 anni, poi ho deciso di affittarlo, ora intendo recedere da contratto, devo comunque i 18 mesi+ 18 mesi (dato che rigestiro’ il bar)di indennità di avviamento commerciale?

  19. Ale ha detto:

    Ciao vorrei sapere se decido di chiudere il mio locale in quanto non riesco più a sostenere le spese, può il proprietario dei muri decidere di tenerlo aperto affittando il locale ad altri? Inoltre avendo un regolare contratto ancora valido? Grazie.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Ale,
      se la licenza e’ intestata a te, il proprietario non puo’ affittare l’attivita’ ad altri. Ma se lo vuoi chiudere, perché non provi a vende cio’ che e’ di tua proprieta’?

  20. paola ha detto:

    Buongiorno,
    vorrei aprire un bar, ma non ho il R.e.c, lo ha mia mamma posso usare la sua licenza?

    grazie
    Paola

  21. paola ha detto:

    Buongiorno,
    vorre iaprire un bar ma il rec lo ha mia mamma, potrei usare il suo o devo fare un corso per ottenerlo?

    Grazie

    Paola

  22. […] (ricominciamo) col dire che le licenze non esistono più (quindi attenzione a chi vi dice che vi sta vendendo una licenza!). Non esistendo più le licenze […]

  23. Davide ha detto:

    Ciao mimmo
    Volevo sapere, se chiudo la mia societa che posssiede un bar, la licenza del bar mi resta ancora per qualche tempo, o va subito in nel comune del paese dopo la chiusura della società?
    Io non sono il titolare dei muri, sono in affitto.

  24. PAOLO ha detto:

    Ciao Mimmo,
    vorrei prendere un locale (generico) in affitto per trasformarlo in caffetteria. Corso SAB e richieste all ASL, comune, camera commercio etc. una volta firmato il contratto d’affitto e una volta che il bar sia in regola, vorrei sapere se ho capito bene un paio di cose…
    Io potrei vendere l’attività commerciale, cioè le mie licenze della nuova attività? Trasformando un locale (ipotizziamo d’abbigliamento) in perfetto BAR, potrei un giorno, pur essendo in affitto rivendere a terzi l’attività commerciale con i vari corsi e licenze?
    Il costo è quantificabile grazie alla vendità e all’acquisto di caffè o ci sono altri parametri?
    Grazie mille!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Paolo,
      le licenze, le potrai vendere nel territorio del comune dove son state rilasciate, mentre i corsi obbligatori che hai fatto, non sono cedibili.

  25. sabrina ha detto:

    Ciao volevo chiedere, vorrei acquistare un locale già avviato quali documenti bisogna verificare ed avere per essere in regola con le norme vigenti? si parla del comune di Vicenza

    Grazie Sabrina

  26. Vito ha detto:

    Salve,io vorrei trasformare un garage in un minimarket con angolo bar…vorrei sapere quali sono le procedure da svolgere e all incirca il costo. Grazie mille. Cordiali saluti

  27. luca ha detto:

    se ho un diploma di scuola superiore 5 classe in Tecnico dei servizi alberghieri, e sono chef da 25 anni, e quindi gia in possesso del REC, bisogna fare il corso per la SCIA, o va bene cosi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *