Quanto è l’IVA sul Caffè per i Bar e Altre Aliquote per i Locali
22 Ottobre 2008
Come Mettere Tavoli e Spazi Esterni al Bar: Permessi e Regolamenti
7 Novembre 2008

Aprire Un Bar: Finanziamenti Per Giovani

Categorie:

Giovane, con un sacco di idee ma le tasche ancora vuote. Come unire il magico tandem: aprire un bar e finanziamenti per giovani nel 2021?

Finanziamenti per giovani per aprire un bar
Aprire un bar e finanziamenti per giovani, un mix importante per la nostra economia.

A causa della epidemia di COVIDS, il 2020 è stato l’anno horribilis della ristorazione e del turismo mondiale. Il 2021 (anno da cui vi scriviamo) non è cominciato molto meglio, con continui lockdown e chiusure di locali, eppure…

Eppure, con la campagna delle vaccinazioni  in pieno lancio qualche spiraglio si vede e fra non molto la situazione potrebbe tornare alla normalità e permettere di rilanciare l’economia

Farlo sarà una grande sfida, per vincerla ci sarà bisogno di riversare sulle imprese importanti finanziamenti.

Sarà importante farlo sulle aziende che già esistono, chiuse o quasi da oltre un’anno, ma ancora di più sulle attività che potrebbero aprire, quelle che potrebbero permettere a molti giovani di crearsi un’attività, una impresa, un progetto tangibile; giovani che però adesso, in molti casi, troppi, hanno le tasche vuote. 

La scommessa, insomma, sarà dare soldi ai giovani per avviare una attività, attività che poi, una volta partita, stia in piedi da sola, sia quindi ben pensata e ben gestita per reggere il mercato.

Il turismo, l’ospitalità, la ristorazione, da sempre è un settore adattissimo ai giovani, che spesso sono in grado di lanciare progetti innovativi, nuovi format, nuovi prodotti, a volte di fare riscoperta.

In questo post andremo quindi a vedere come unire una accoppiata importante, come aprire un bar e finanziamenti per i giovani, con un occhio a quei bandi di investimento per aprire un bar nel 2021, ma che dovrebbero continuare ad esistere anche nei prossimi anni.

BANDI DI FINANZIAMENTO PER GIOVANI PER APRIRE UN LOCALE

L’agenzia italiana per lo sviluppo, una diramazione del Ministero dell’Economia, si chiama Invitalia, ed è l’organismo che si occupa di ideare, strutturare e gestire i bandi di finanziamento per le imprese. 

Guardando il sito di Invitalia vediamo che i bandi disponibili di finanziamenti per giovani per aprire un bar sono al momento tre.

  • Microcredito 2021
  • Nuove Imprese a tasso zero
  • Resto al sud

Andiamo ad esaminare questi bandi uno per uno.

Aprire un bar con bando di finanziamento Microcredito 2021

Il “Microcredito” approccio già sperimentato nei paesi in via di sviluppo da molti anni, è sbarcato anche in Europa ormai da qualche anno.

Questo sistema, che si propone come molto “inclusivo e supportativo” dando tutta una rete di servizi all’impresa che vanno al di là della semplice erogazione di denaro, promette di “prestare” alla nuova attività fino a 40.000€  (che possono arrivare a 50.000 se siamo “buoni pagatori”) che andranno restituiti in 7 anni.

Il finanziamento può essere utilizzato ogni tipo di spesa, dall’acquisto delle attrezzature al pagamento degli stipendi, ma non per la ristrutturazione del debito,

Il finanziamento può essere ottenuto sia da lavoratori autonomi che da Imprese individuali e Società di persone o SRL purchè non aperte da più di 5 anni e con un massimo di 5 dipendenti (10 per le società).

In questa pagina trovate tutte le info dettagliate su cosa presentare per accedere al finanziamento.

Aprire un locale con “Nuove Imprese a tasso zero”

Questo bando riguarda i giovani tra i 18 e i 35 anni oppure le donne senza limite di età, e permette di ottenere cifre che possono arrivare perfino a tre milioni di Euro, coprendo il 90% delle spese ammissibile con un  mix di finanziamento a tasso zero e contributo a fondo perduto.

In caso di società almeno il 51% delle quote devono essere detenute da giovani under 35 o donne.

Il finanziamento ha come obiettivo la start up del progetto, per questo permette di finanziare solo le spese di avvio, per un bar o locale potrebbe essere importante accedervi per finanziare la ristrutturazione del fondo o l’arredamento.

Per accedervi è necessario essere delle imprese costituite da non più di 5 anni, anche le persone fisiche possono presentare domanda, impegnandosi a costituire la società subito dopo l’eventuale ammissione alle agevolazioni.

Potete trovare info sul sito del bando stesso.

Aprire un bar con il bando resto al sud

Introdotto nel 2017, il bando Resto al sud è divenuto rapidamente un punto di riferimento per i giovani, segno che ha colpito nel segno, in un bisogno importante.

Anche se, già dal nome, si capisce che il bando è pensato per il meridione, le regioni coinvolte non appartengono solo al profondo sud. La lista completa è:

  • Abruzzo, 
  • Basilicata, 
  • Calabria, 
  • Campania, 
  • Molise, 
  • Puglia, 
  • Sardegna e 
  • Sicilia. 
  • Marche
  • Umbria

Queste ultime due regioni sono state aggiunte alla lista nel 2019 per cercare di supportare un’economia devastata dai terremoti che hanno colpito quelle regioni.

L’età massima ammessa è stata alzata nel 2021 da 45 a 55 anni e i requisiti per accedere al finanziamento sono:

  • Non avere un rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento
  • Non essere titolari di altra attività di impresa alla data del 21 giugno 2017
  • Non titolari di partita IVA nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda 

L’importo massimo finanziabile è di 50.000 euro. In caso di società, l’importo può essere concesso a ciascun socio, fino ad un limite di 200.000 euro (quindi un massimo di 4 soci). Di questi fondi 35% è erogato a fondo perduto e il 65% sotto forma di prestito a tasso zero, da rimborsare entro 8 anni.

Anche in questo caso trovate tutte le info sul sito del bando.

181 Comments

  1. etta ha detto:

    ciao,sono abbastanza in crisi e ho bisogno di una risposta immediata….. Ho avuto l’occasione di rilevare un negozio,prima di tutto io sono cuoca e nn ho il capitale,ho conosciuto una persona che vorrebbe aprirmi questo ristorantino,lui nn è intenzionato a lavoraci e me lo farebbe gestire…Le sue richieste sono: rientrare del capitale entro un anno più mezzo capitale d’interessi e quando ha recuperato il tutto dividere al 50% i frutti……………………..lui i soldi io la fatica,cosa ne pensate?????

    • mimmo ha detto:

      Ciao Etta,
      capisco la tua fretta, i quanto richiedi una risposta immediata, ma se fossi in te, valuterei bene il tutto con calma. Prova a proporgli che saresti disposta a prendere il locale in affitto d’azienda, cosi’ facendo correresti molto meno rischi:
      In bocca al lupo. mimmo

  2. elena ha detto:

    ciao sono Elena, desidero aprire un bar( solo bevande, panini e cibi freddi) in una zona di Torino non tanto bella. Le Vallette. per di più in una scuola.
    volevo sapere se per questo tipo de attivita e in quel quartiere ci sono previsti dei finanziamenti a tasso aggevalato o a fondo perduto?
    Grazie mille

    • mimmo ha detto:

      Ciao Elena,
      non conosco la zona che ci hai descritto e quindi per chiedere informazioni a riguardo,ti consiglio di rivolgerti presso la CONFESERCENTI o CONFCOMMERCIO.
      In bocca al lupo. mimmo

  3. Federico P ha detto:

    Ciao, io ed un mio amico vorremmo acquistare la licenza di un bar. Io ho 21 anni e lavoro da 15 mesi come operaio, lui 22, disoccupato con 3 anni di lavoro come barista-cameriere in hotel. Il prezzo della licenza è di 150.000€ (spero trattabili), il bar è piccolo, di 45m2 Con 2 tavoli da 3 posti all’interno, 5 sgabelli (tot 11posti) + due tavoli all’esterno da 6-8 posti l’uno (tot 14posti circa) al coperto. Il prezzo so che è parecchio alto, ma è in centro, di un paese sul lago di garda con 25mila abitanti, e d’estate un luogo pieno di turisti. L’affitto si aggira su 1000€ mensili. Il mio problema è: visto che non disponiamo di alcuna somma, e le sovvenzioni della provincia mi sembrano abbastanza impossibili, come possiamo chiedere un prestito/mutuo? Sulla base di cosa verrebbe rilasciato? Sabato devo incontrarmi con il venditore, vi saprò dire meglio i dettagli sui costi. Grazie in anticipo

    • mimmo ha detto:

      Ciao Federico,
      per ottenere un mutuo/finanziamento per l’acquisto di un bar ti puoi solamente rivolgere ad un banca, solo se hai un immobile intestato o se trovi chi ti faccia la firma di garanzia.
      Se non riesci ad ottenere il prestito per l’intero importa, cerca di dilazionare il pagamento con cambiali.
      In bocca al lupo. mimmo

  4. angelo ha detto:

    salve mi chiamo angelo e vivo a napoli centro, volevo sapere per aprire un bar e avere un finanziamento come dovrei fare? e con chi devo parlare? oppure se già ci sono dei bar di cui c’è possibilità di finanziamenti? aspetterò una vostra risposta grazie e saluti,

    • mimmo ha detto:

      Ciao Angelo,
      ogni provincia o regione ha dei regolamenti a se’, per quanto riguarda i finanziamenti, soprattutto agevolati. Un ente di categoria che potrebbe darti delle dritte, e’ sicuramente la CONFCOMMERCIO.
      Saluti. mimmo

  5. sergio ha detto:

    ciao a tutti sono Sergio, vivo a Londra da ormai cinque anni.
    vorrei rilevare, insieme ad un mio amico un bar gia’ esistente ed avviato in italia.
    ho una casa in UK, su cui sto pagando il mutuo da un paio d’anni. no risparmi.
    il mio amico e’ disoccupato.
    e’ possibile per noi accedere ad un prestito bancario, nell’ordine del centinaio di migliaio di euro
    che devo fare?
    gazie tante!!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sergio,
      non so se tra qualche settimana, in Italia ci sara’ un nuovo governo, ma se anche cosi’ fosse, nutro dei forti dubbi sul fatto che sia possibile ottenere un prestito bancario di 100000€, senza avere nulla da ipotecare.
      Saluti. mimmo

    • salvatore ha detto:

      io vendo bargelateria avviata

  6. Lifalkevin ha detto:

    buy best suprisely for promotion code

  7. luca ha detto:

    ciao mimmo,
    ho un bar che incassa mediamente 700 euro al giorno….
    non ho dipendenti fissi….1500 euro di macchinette al mese….1200 affitto, + 1000 altre spese…, quando dovrei guadagnare secondo te al mese?

    grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Luca,
      preferisco sempre, non fare i calcoli del guadagno certo, di un’attivita’, senza conoscere come viene gestita, ma ti posso dire che e’ impossibile fare un incasso giornaliero, di 700€ da solo e se ci riesci, come minimo dovresti ottenere un utile netto annuale di circa 50000€.
      Buona serata. mimmo

  8. mario ha detto:

    caro mimmo vi rifaccio sntire scusa o delle domande da farti
    se sul contratto di locazione e scritto che non posso sub affittare il locale
    posso darlo in fitto d’azienda?
    e poi se devo venderlo posso venderlo e passare il resto del contratto all’acquirente?
    ultima cosa se il proprietario si rifiuta cosa posso fare?
    e al termine della locazione cioe altri 3 anni non vuole rinnovare o vuole aumentare l’affitto cosa mi consigli di fare?
    grazie per i tuoi prezziosi consigli

  9. mario ha detto:

    carissimo mimmo
    non so se ti e arrivata la mia prima discussione te la rimando
    vorrei sapere alcune cose sul contratto di locazione
    nel mio contratto c’e’ una clausa dove dice che non posso subaffitare il locale

    posso fare l’affitto di gestione?
    e poi se dovessi vendere la mia attivita? posso passare lo stesso mio contratto per la restante durata all’acquirente?
    e se il proprietario delle mura trova difficolta’ cosa mi consigli di fare?
    e alla scadenza dell contratto se non si rinnova tacidamente come e avvenuto finora mi chiederebbe l’aumento o non vuole fare piu il rinnovo cosa devo fare?
    grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Mario,
      se nel contratto d’affitto,c’e’ una clausola che ti vieta di fare un subafitto, e’ chiaro che non puoi dare il locale in gestione ad un altro.
      L’affitto di gestione lo puoi fare se arrivi ad un accordo con il titolare delle mura. In caso di vendita dell’attivita’, il nuovo gestore si assicurera’ un contratto d’affitto, fino alla scadenza del tuo contratto,dopodiche’ dovra’ rinnovarlo.
      Per non rinnovarti il contratto ci dev’essere un valido motivo, nel caso in cui potresti essere dalla parte della ragione, sarai costretto a rivolgerti ad un legale.
      Buona giornata. mimmo

  10. silvana ha detto:

    Salve, sono completamente inesperta di questo settore ma avrei intenzione di aprire un bar. Ho trovato un locale già attrezzato a bar vicino all’università. Il prezzo richiesto dell’affitto è di € 3500 mensili compresa l’attrezzatura. Secondo lei è conveniente e a quanto dovrebbe ammontare l’incasso giornaliero per ricavare un guadagno per due persone? E a quanto corrisponderebbe all’incirca il guadano mensile di ciascuno?
    La ringrazio in anticipo della sua disponibilità e le porgo i miei saluti, Silvana.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Silvana,
      per pagare un tale affitto d’azienda e ricavarci uno stipendio di circa 1500€ al mese,per due persone, l’incasso medio giornaliero, (per 300 gg all’anno), non dovrebbe scendere di 600€.
      Saluti. mimmo

  11. vincenzo ha detto:

    salve dovrei comprare un bar e possibile sapere se voi mi potete aiutare in qualche modo

  12. monica ha detto:

    Salve Mimmo,
    volevo sapere se secondo te verranno stanziati nuovi finanziamenti e agavolazioni nella regione lazio, in particolare in provincia di Roma per aprire bar e cose similari.
    Cercando ora come ora non trovo nulla ne a livello locale ne a livello europeo.. sai darmi qualche consiglio? volevamo evitare mutui o fregature del genere.
    grazie
    Monica

    • mimmo ha detto:

      Ciao Monica,
      io ti posso solamente consigliare di provare a rivolgerti alla CONFCOMMERCIO.
      in bocca al lupo. mimmo

      • monica ha detto:

        grazie Mimmo! crepi il lupo! 🙂 speriamo si muova qualcuno ad agevolare i giovani che hanno idea..se no qui si va male!

  13. Matteo ha detto:

    Ciao Mimmo,
    Sono un ragazzo di 25 anni e abito nella zona di Monza. Mi piacerebbe davvero tanto poter aprire o rilevare un locale, in quanto sono un barman amante di questa professione e con la voglia di farla mia a tutti gli effetti.
    Che passaggi ci vogliono per poter diventare titolare di un locale? Cosa dove fare e dove dovrei andare ? Grazie mille
    Matteo.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Matteo,
      nel nostro blog troverai tutti post utili per poter aprire un bar, ma ti consiglio anche di leggere il libro di Gabriele Cortopassi; APRIRE E GESTIRE UN BAR(Hoepli ed.), ti sara’ di grande aiuto.

  14. davide ha detto:

    Ciao Mimmo Intanto auguri di Buon anno, Volevo porti delle domande, ho trovato un Bar su una arteria principale a Roma, il proprietario non fornisce licenza, ma affitta il locale Gia ristrutturato e alla licenza me ne dovrei occupare io. L’affitto del bar, di circa 100mq è di 3000 euro al mese, L’intenzione è quella di una caffetteria, wine bar e Cocktail Bar, quanto dovrei incassare al giorno per tirarci fuori un utile di 3000 euro mensili, con 3kg al giorno di caffè senza calcolare aperitivi e cocktail cè la potrei fare ? il torrefattore con questi consumi potrebbe darmi una mano economica ?

    Ps: la miscela che vorrei usare sarebbe un Trombetta Red Bar con macchina Faema Emblema

    Aspetto tue risposte…Cordiali Saluti

    • mimmo ha detto:

      Ciao Davide,
      non ho ben capito il perché il titolare non ti concede la licenza.
      Per un affitto d’azienda si paga per la licenza, arredamento e attrezzatura. Non ci e’ mai capitato u simile contratto.

      • davide ha detto:

        Ciao Mimmo, forse mi sono spiegato male, lui è il proprietario delle mura, e affitta il locale gia arredato, però affitta solo le mura del locale commerciale senza chiedere buon uscita e niente

        • mimmo ha detto:

          …Davide,
          e’ difficile riuscire a capirti.Cosa significa; e proprietario delle mura e affitta il locale gia’ arredato pero’ affitta solo le mura del locale commerciale. Boh!!

  15. isabelle ha detto:

    ha già avuto in prestito per un lungo periodo di tempo questa mattina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *