I Bar “Per Tipi Poco Sani”…
31 marzo 2016
I Nuovi Corsi di Caffetteria e Gestione bar, e la Nostra Campionessa!
4 aprile 2016

LA NUOVA LEGGE SUGLI ALLERGENI PER I BAR E RISTORANTI

Vediamo in questo post come funziona la nuova normativa sugli allergeni in bar e ristoranti

 

d

d

Dal 13 dicembre del 2014 è in vigore in Italia la nuova legge sugli allergeni in bar, ristoranti e tutte le attività che hanno a che fare con la alimentazione collettiva.

Questa legge, è chiaro, a che fare con la sempre più elevata diffusione delle allergie alimentari. In questo senso sono state individuate 14 categorie di cibi che possono darci allergie:

  • Cereali (glutine)
  • Pesce
  • crostacei
  • Uova
  • Arachidi
  • Latte e lattosio
  • Soja
  • Frutta da guscio (nocciole etc.)
  • Senape
  • Sedano
  • Sesamo
  • Anidride solforosa e solfiti (usati nella produzione di vini)
  • Molluschi
  • Lupini

Se questi ingredienti vengono evidenziati da anni nei packaging dei prodotti confezionati, la nuova legge richiede di evidenziare la presenza di questi allergeni anche in prodotti non confezionati e menù, ad esempio negli gnocchi con le noci o nel tramezzino con la maionese all’uovo.

Gli ingredienti della torta di mele con gli allergeni in evidenza.

Gli ingredienti della torta di mele con gli allergeni in evidenza.

Il ristorazione o il barista devono perciò, per ogni preparazione, predisporre un cartello esposto al pubblico in cui siano chiaramente evidenziata la presenza di prodotti che possono dare allergia, come nel caso della torta di mele che riportiamo qui accanto e per la quale ringraziamo la ASL 2 di Napoli.

La legge richiede inoltre di formare il personale, in modo che sappia rispondere in maniera precisa alle domande della clientela in merito della presenza di eventuali allergeni.

Potete trovare gli articoli che compongono la legge sugli allergeni in questo allegato: note intervista 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *