COME FUNZIONA IL CORSO OBBLIGATORIO PER GESTORI DI BAR CON SLOT MACHINE
1 febbraio 2016
COME AVVIARE UNA ATTIVITA’ DI STREET FOOD
8 febbraio 2016

ACQUISTARE UN BAR TABACCHI. UN CASO PRATICO FRA INCASSI COSTI E RICHIESTA DI ACQUISTO

Fra Incassi, spese e food cost, vediamo il caso pratico del conto economico di un bar tabacchi in un piccolo centro.

 

Non è questo il bar tabacchi esaminato, ma potrebbe.

Non è questo il bar tabacchi esaminato, ma potrebbe.

Come succede spesso, abbiamo ricevuto, sulla casella di posta del blog, una mail con la richiesta di valutazione di un locale. Leggendola, ci siamo accorti che questa richiesta aveva come tema una situazione (bar tabacchi in un piccolo/medio centro) che probabilmente molti nostri lettori si troveranno a valutare, sempre che non lo stiano già facendo. E’ per questo che, pur mantenendo il giusto anonimato, abbiamo deciso di riportare e commentare insieme questa mail.

“Sarei interessato ad acquistare una licenza tabacchi, lotto, bar in un paese di circa 11.000 anime, mi è stato riferito dall’agenzia immobiliare che tale attività ha aggi annui (tabacchi+lotto) di Euro 40.000 più incasso bar di cui non dispongo di nessun paramento.
L’affitto del locale è pari a Euro 600,00 mese, compresa nella vendita l’arredamento e i macchinari escluso laboratorio.
La richiesta finale è 170.000 Euro.
Premetto che in merito al bar, non essendo del mestiere, vorrei utilizzare prodotti preforno per quanto riguarda la prima colazione mentre per quanto riguarda la tavola calda me la farei rifornire così come i dolci freschi per la domenica.
Secondo Lei la somma richiesta è adeguata oppure no? inoltre, conteremo di lavorare in questa attività io e la mia compagna quindi i ricavi rimangono in “famiglia“.”

Come molte volte abbiamo consigliato di fare, anche ragionando i casi che prendiamo in considerazione durante i corsi di apertura e gestione bar, siamo partiti cercando di considerare i possibili incassi. Nel caso di un bar tabacchi le fonti di entrata sono, banale dirlo, due.

Il nostro lettore ci scrive di non conoscere gli incassi del bar, andremo quindi per ipotesi. Ci è capitato di dire come gli incassi medi di un bar italiano sono di circa 300/350€ al giorno (in media! Possono essere molto più basse o più alte) e abbiamo anche detto come la presenza dei tabacchi in un bar possa alzare gli incassi del 70% circa.

Nel caso dei nostri amici, visto che il bar si trova in un piccolo contesto, e immaginiamo il bar un po’ dimesso, per questo abbiamo considerato un incasso di 200€ al giorno di bar, che diventano 320€ lordi visto che il locale è una tabaccheria. A questo incasso generato dal bar bisogna aggiungere quello dei tabacchi.

I nostri lettori ci scrivono che incassano 40.000€ di aggi. Visto che la loro parte, come abbiamo visto in questo post, dovrebbe essere in media di circa il 9% quindi sui 3800€ annui. a questo punto, riassumiamo in uno specchietto gli incassi del bar.

SPECChietto incassi

A questo punto una considerazione dobbiamo farla sulla cifra richiesta per l’acquisto del bar, che, partendo dal concetto condiviso di considerarlo congrua quando è pari al fatturato, è, a 140.000€ decisamente troppo elevata, ai nostri lettori consiglieremo di fare una offerta molto più bassa, direi non più di 85.000€, e poi vedere. A 140.000€ decisamente non è un affare!

A questo punto riassumiamo anche le spese, e i conseguenti utili:

SPESE del locale

 

Si tratta di un utile che farebbe gola a chiunque, ma dobbiamo fare ancora tre considerazioni:

  • Non abbiamo ancora calcolato il food cost, che dovrebbe ammontare a circa il 30% degli incassi del bar, quindi a 25.800, facendo crescere i costi a 51.600 e facendo calare gli utili a 38.240
  • Non abbiamo dato alcuno stipendio a nostri proprietari, che dovranno vivere di qualcosa.
  • Non abbiamo calcolato alcun finanziamento o rata da ripagare: queste ultime possono fare la differenza, sopratutto nei primi anni, i più complessi…

A questo punto io direi che la risposta finale alla domanda “Vale la pena” non possiamo lasciarla che ai nostri lettori, i veri investitori.

2 Comments

  1. Andrea ha detto:

    Scusa ma l’aggio su tabacchi e lotto non è già il guadagno lordo?
    su cui poi si calcolano le tasse?

  2. Dario ha detto:

    mi sembra un pò semplificativo come specchietto, se era veramente così io ero alle hawai da parecchio tempo!
    io ho un bar tabaccheria e fare vedere uno specchietto così porta la gente a pensare che non ci voglia nulla a farlo e poi chiudono per fallimento.
    Avete dimenticato tutte le tasse, siae, diritti, giacenze, sprechi, scadenze, usura delle attrezzature, obblighi imposti dai monopoli e le tasse governative, i corsi e le decine di marche da bollo che vi chiederanno per rilevare la tabaccheria etc etc etc etc, in Italia la pressione fiscale tutto incluso arriva oltre il 75-80%
    Per un orario di apertura di almeno 12 ore al giorno senza pause, fatevi bene i conti vi prego!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *