KRAPFEN O KRAPHEN?
7 Agosto 2009
APRIRE UN BAR O UN RISTORANTE A PRATO
17 Agosto 2009

APRIRE UN BAR TABACCHERIA

Avere i tabacchi può portare, in certi casi, a raddoppiare gli incassi di un bar, ma come si può ottenere la licenza per vendere, oltre ai caffè, anche le sigarette? Vediamolo in questo post.

 

02Vendere le sigarette all’interno del bar o in una tabaccheria è sicuramente un ottimo mezzo di richiamo per la clientela. Anche in questo caso, come in quello dei gratta e vinci. Anche nel vendere tabacchi il ricavo della vendite è in proporzione abbastanza modesto, ma le sigarette e i tabacchi attraggono clienti che coglieranno l’occasione per prendere anche la colazione della mattina, il caffé o il panino. tutti questi elementi vanno accuratamente valutati e pesati in un business plan: questo tipo di analisi è l’elemento centrale dei nostri corsi di gestione bar e bar management.

Le licenze per tabacchi vengono assegnate soprattutto in base alla presenza di altre tabaccherie in zona. Nel momento in cui si compila la domanda, che va inoltrata all’ufficio regionale dei monopoli di stato (l’ AAMS), devono infatti essere indicate anche le tre tabaccherie più vicine, segnalandone il numero di licenza (che si trova scritta sulla mitica insegna a T).

Nel momento in cui si comincia a lavorare con i tabacchi la gestione è abbastanza semplice. L’ordine viene fatto una/ due volte a settimana anche on line. Il pagamento è alla consegna, soprattutto nei primi tempi. Generalmente, dopo un po’ di tempo e quando la gestione ha dato prova di affidabilità e serietà si arriva a pagare “il vecchio per il nuovo.

Forse non tutti sanno che si può diventare anche subtabaccai e vendere le sigarette (in maniera legale) senza la licenza. Il mezzo è il cosiddetto patentino dei tabacchi. In questo caso sarà un tabacchino già presente (di solito il più vicino) a richiedere per noi, ai monopoli di stato, questo patentino. Esso ci permetterà di vendere sigarette e tabacchi anche senza la licenza e la T. La controparte dell’accordo è di solito finanziaria. Il titolare della licenza tratterrà per se una parte dell’aggio, ovverosia della percentuale del prezzo di vendita che spetta all’esercente sui tabacchi e gli altri generi di monopolio. Ad esempio. Se l’aggio è dell’8% il titolare della licenza potrebbe trattenere il 5 per lui lasciando al “subtitolare” il 3%. Una percentuale bassa, ma che, come dicevamo all’inizio, potrebbe funzionare come richiamo.

255 Comments

  1. Patty ha detto:

    ciao,ho sempre sognato di aprire un tabacchino a casa mia,che si trova proprio sulla strada,a meno di 60 m da casa mia c’è una signora anziana che ha un vecchio tabbacchino che ha solo le sigarette e apre solo di pomeriggio..che dovrei fare x aprine uno io con magari l’edicola e gioco del superenalotto?x prendere la licenza quanto tempo e denaro ci vuole?mi trovo im montagna e siamo circa 500 abitanti….spero di avere notizie….grazieeee…

    • mimmo ha detto:

      Ciao Patty,
      per il costo della licenza, ti devi accordare con la signora tabaccaia, per i tempi il passaggio della licenza e la richiesta dell’edicola e superenalotto ti devi rigere all’AAMS.
      Saluti. mimmo

  2. Daniela ha detto:

    Buongiorno!
    Noi viviamo in un piccolo paese di 600 abitanti, dove una volta c’era una tabaccheria a cui è stata revocata la licenza. Noi abbiamo fatto domanda al Monopolio piu’ di un anno fa ed ora abbiamo ricevuto comunicazione che è stata indetta un’asta pubblica per l’assegnazione della licenza. L’asta prevede un’offerta in busta chiusa che deve essere contenuta entro paramentri di massimo e minimo fissati dall’Amministrazione in scheda sigillata che sarà aperta la momento della gara e quindi segreta. Pensiamo di essere i soli a partecipare all’asta ma non abbiamo idea alcuna di quale potrebbe essere un’offerta adeguata. Ci potete aiutare?
    Grazie e cordialità

    • mimmo ha detto:

      Ciao Daniela,
      la cifra per un’asta dei monopoli, non e’ affatto facile da consiglire ma ti posso dare un consiglio, se non sai a chi rivolgerti, prova a chiedere al resposabile del magazzino dove andrai ad effettuare la levata. Se trovi qualcuno cordiale, ti potrebbe essere di gran aiuto.
      In bocca al lupo. mimmo

  3. Andrea ha detto:

    Salve
    mi permetto di scrivervi solo per delle informazioni, molto urgenti.
    ho rilevato un’ edicola – ricevitoria in un centro commerciale con regolare atto.
    il centro è aperto da circa 2anni, il vecchio gestore quando ha acquistato il contratto di affitto per l’ esercizio, all’ interno di questo centro commerciale, aveva fatto richiesta nominativa per il rilascio della licenza del monopolio.
    Vedendo la documentazione e parlando sia con il direttore del centro, che con il vecchio titolare, sono stati richiesti e rilasciati in questi 2anni, tutti i relativi documenti per portare a termine il rilascio di quest’ ultima, ancora oggi non rilasciata.
    Noi abbiamo rilevato l’ azienda come atto di cessione del contratto di affitto e relative licenze, (si parla di cessione del contratto di affitto perchè, il vero proprietario è il centro commerciale, quindi il vecchio proprietario è solo in possesso del contratto e quindi vende quello), e abbiamo sottoscritto un atto privato, dove vi si specifica che “X”(vecchio proprietario), cederà la licenza nominativa ricevuta dal monopolio di stato, a “Y”(nuovi proprietari) in maniera gratuita, non facendosi carico degli eventuali costi richiesti dallo stesso monopolio.
    la mia domanda è: ……………………………………..
    è fattibile?…è giusto?…avete consigli da darmi?…io sto già lavorando in questa edicola ed ho già rilevato le licenze ed eseguito le volture.
    Mi hanno detto che non è possibile una cosa del genere, e quindi bisogna richiederla direttamente come nuova azienda partendo da “0”, e a quanto vedo non è poi così semplice e immediato.
    cerco consiglio e risposte direttamente a voi, perchè ,tutti rilasciano e sentenziano la loro idea.
    sicuro di un vostro immediato riscontro ,vi ringrazio anticipatamente
    distinti saluti
    sig. De Domenico Andrea

    p.s. nel caso in cui sia fattibile questa cessione della licenza, o nel caso in cui dovessi richiederla direttamente sotto il mio nome come nuova azienda, è fattibile richiedere il famoso patentino senza perdere il diritto di avere la licenza diretta?

    grazie ancora e scusate la lunga spiegazione, attendo con ansia una vostra risposta.

  4. more ha detto:

    ciao sono riuscita ad agiudicarmi in una gara di appalto la licenza di tabacchi ed ad avere un mutuo e ora che devo fare grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao More,
      pur tutto cio’ che riguarda l’iter burocratito ti devi rivolgere all’AAMS oppure alla FIT.
      Saluti. mimmo

    • Alessandra ha detto:

      Ciao, posso chiederti alcune info? posso sapere – con riferimento al reddito individuato nel bando di gara – quale è stata l’offerta che hai fatto per riuscire a vincere?

      sono interessata a partecipare anche io ad un bando ma non so come regolarmi per l’offerta
      grazie

      • archimede ha detto:

        ciao, faccio riferimento ad un tuo commento riguardo ad un’asta x licenza tabacchi. saresti così gentile da dirmi a quanto ammontava il minimo e massimo e di quanto era il reddito presunto? grazie

    • ALESSANDRO ha detto:

      ciao more mica sapresti dirmi il minimo e il massimo di quanto erano quando ti sei aggiudicata l asta?mi saresti di grande aiuto grazie

      • archimede ha detto:

        ciao alessandro, saresti così gentile da dirmi a quanto ammontava il minimo e il massimo e quanto era il reddito presunto? ti ringrazio

  5. Sandro ha detto:

    Ciao ragazzi,vorrei sapere come si svolge un asta pubblica per l’assegnazione della licenza per tabacchi! E poi l’asta consiste solo nell’assegnazione della licenza al miglio richiedente o si deve pure pagare per averla? Grazie mille Sandro.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sandro,
      potrei spiegarti tutta la procedura per l’asta pubblica, ma come ben sai in Italia le normative sono sempre assai complesse, quindi ti cosiglio di rivolgerti direttamente all’AAMS o alla FIT.
      Saluti. mimmo

  6. Paola ha detto:

    Ciao… scusate.. stiamo cercando di acquistare una tabaccheria, ricevitoria ed edicola.. il proprietario ha parlato di licenza 14.. e dice che con questo tipo di licenza l’attività può essere trasformata in tutto ciò che vogliamo… qualcuno mi sa dire cosa in realtà comprende la licenza 14? .. ho provato a cercare sul web ma non ho trovato molte info…
    grazie anticipate a chi vorrà darmi info maggiori!

  7. mimmo ha detto:

    Ciao Paola,
    la tabelle merceologiche del monopolio sono diverse l’una dall’altra anche in base all’anno in cui sono state rilasciate, quindi per sapere esattamente quali siano i prodotti che si potranno vendere, devi contattare la federazione tabaccai; http://www.tabaccai.it
    Saluti. mimmo

  8. Paola ha detto:

    Salve, tempo addietro feci richiesta, al monopolio di Stato, per ottenere una licenza ordinaria x la rivendita di tabacchi entro il termine prescritto dalla legge e vorrei sapere come tenermi informata sulle modalità ed i tempi di avviso di asta. Io risiedo in Campania (luogo dove vorrei aprire la tabaccheria) e la sede dei monopoli di stato di Napoli non ha un sito internet per il controllo…….e per eventuali informazioni. Aiuto, non so a chi rivolgermi.
    Grazie per la risposta, Paola

  9. mimmo ha detto:

    Ciao Paola,
    non so se il seguente indirizzo lo hai gia’, ma io possiedo solamente quello dell’AAMS di Napoli,purtroppo senza sito:
    AAMS
    Via Amerigo Vespucci, 168
    80142 Napoli
    Tel. 081/5531111
    Fax 081/5539898 – Fax server 06/96667156
    Posta certificata: [email protected]

    Spero ti possa essere d’aiuto.
    mimmo

  10. Cosimo ha detto:

    Salve,

    Ho l’opportunità di comprare una tabaccheria. LA mia domanda e’: COmprando l’attività acquisterei implicitamente anche la relativa licenza di tabaccaio?? Cioe’ se l’attuale proprietario vende la tabaccheria per X euro viene automaticamente considerata ,nella stessa cifra, anche la licenza.
    Altra domanda e’: Se io acquisto questa tabac. con relativa licenza, se un giorno vorro’ spostarla potrei farlo? COnsiderando chiaramente le zone già occupate da altri titolari.

    Saluti

  11. mimmo ha detto:

    Ciao Cosimo,
    vendedoti l’attivita’, l’attuale proprietario significa che oltre a venderti l’arredamento,la merce ecc. ti verra’ venduta anche la licenza.
    La licenza tabacchi puo’ essere spostata,nello stesso comune, entro certi limiti e valutando anche la tabaccheria piu’ vicina. Per fare cio’ devi rivolgerti all’AAMS.
    Saluti. mimmo

  12. aramando ha detto:

    salve
    volevo sapere se acqisterei la licenza in un’alro paese se posso aprire la tebbacceria nel mio paese.

  13. mimmo ha detto:

    Ciao Armando,
    le licenze dei monopoli di stato, possono essere spostate solamente nel comune ove sono state rilasciate.
    Saluti. mimmo

  14. Alex ha detto:

    Salve !

    Ho una domanda: se lo straniero extracomunitario con permesso di soggiorno e residenza può acquistare la licenza della tabaccheria?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Alex,
      per acquistare una licenza dei monopoli di stato, oltre al permesso di soggiorno e’ nessario avere la cittadinanza italiana.
      Saluti. mimmo

      • Alex ha detto:

        Grazie per la risposta. Non è abbastanza di avere cittadinanza UE, Bulgaro per esempio ?

        • mimmo ha detto:

          Ciao Alex,
          fino a qualche mese fa era obbligatorio avere la cittadinanza italiana, ma se vuoi informarti per sapere se sia cambiato qualcosa, puoi chiedere info. all’AAMS (monopoli di stato).
          Saluti.mimmo

  15. Paola ha detto:

    Salve… volevo togliermi una curosità è possibile che AAMS di Napoli nell’anno 2011 non bandisca l’asta x ottenere la licenza Tabacchi o sono stata io incapace ad avere questa informazione? Grazie x l’aiuto Paola

  16. mimmo ha detto:

    Ciao Paola,
    puo’ capitare benissimo, che per un certo periodo, che puo’ essere anche piu’ di un anno,l’AAMS non effettui nessun bando d’asta.
    Saluti. mimmo

  17. marklin ha detto:

    salve. io sono un cinese e vuolevo chiedere se potevo chiedere il patentino anche se sono staniero.

  18. mimmo ha detto:

    Ciao Marklin,
    per ottenere il patentino dai monopoli di stato oltre a tanti altri requisiti e’ obbligatorio avere la cittadinanza italiana.
    Saluti. mimmo

  19. massimo ha detto:

    ciao ,io ho un bar con patentino,vorrei sapere se l’aggio del 3% sulle sigarette che prelievo ogni settimana,mi tocca di diritto,se e’ cosi c’e’ una legge precisa?
    fatemi sapere per favore

    • mimmo ha detto:

      Ciao Massimo,
      l’aggio sui prodotti dei monopoli di stato e’fisso ed e’ uguale su tutto il territorio nazionale. Per chi possiede il patentino l’aggio e’ del 3%.
      Saluti. mimmo

      • massimo ha detto:

        il mio rivenditore piu’ vicino mi ha interrotto l’aggio,dicendo che non gli conviene,
        io vorrei sapere se c’e’ una legge scritta me la mandi per favore,oppure un link dove io posso visionarla
        grazie mimmo

        • mimmo ha detto:

          …Massimo,
          non e’ la prima volta che un rivenditore di tabacchi, cessa di vendere le sigarette a chi e’ in possesso del patentino, perche’e’ vero che molto spesso non gli conviene.
          Per le normative dai un’occhiata a;
          http://www.aams.gov.it
          Saluti. mimmo

  20. jianwen ha detto:

    salve
    Sono studente cinese, mi sono laureato nel 10 otto 2011, il lavoro e’ difficile per cercare. Vorrei aprire o comprare un bar con una tabacchi. C’e un problema,uno straniero puo’ comprare una tabacchi o no? Grazie

  21. mimmo ha detto:

    Ciao Jianwen,
    purtroppo per rilevare una licenza dei monopoli di stato(tabacchi) si ha l’obbligo di possedere la cittadinanza italiana.
    Saluti. mimmo

  22. Sara ha detto:

    buonasera..scusate vorrei un informazione, vorrei aprire una tabaccheria, NON comprando la licenza ma partendo da zero, potrei sapere cosa servirebbe? devo fare corsi? conviene? a chi dovrei rivolgermi oltre al monopolio? dove mi devo iscrivere altro per poterlo aprire? e con il prestito d’onore riuscirei ad entrare nelle spese? grazie anticipatamente..

  23. mimmo ha detto:

    Ciao Sara,
    nel nostro post e nei relativi commenti, troverai tutte le risposte relative alle tue domande, ma per info. piu’ dettagliate ti devi rivolgere all’;www.aams.gov.it
    Buona giornata. mimmo

  24. anna ha detto:

    ciao.dopo tanto tempo che cerco una tabaccheria ora potrei avere la possibilità di acquistarne una…ma ho sentito parlare di leberalizzazioni e mi sono bloccata..so che in agosto c’è stato un tentativo in questo senso,ma è fallito..e se mi metto un mutuo sulle spalle e il governo liberalizzasse il settore..io e la mia famiglia andremo a dormire sotto i ponti..

  25. mimmo ha detto:

    Ciao Anna,
    la liberalizzazione delle licenze per le attivita’commerciali e’ gia’ in atto, ma per le licenze dei monopoli di stato, io non ne so’ nulla e pertanto non credo che avvenga dall’oggi al domani.
    Per sicurezza prova a contattare l’AAMS.
    Saluti. mimmo

  26. gianni 65 ha detto:

    Ciao mimmo,
    gestisco da 3 anni una tabaccheria dove è stato appena rinnovato il contratto di appalto della stessa a nome del vecchio titolare. A gennaio iniziamo le pratiche per la voltura a mio nome della stessa.
    Ora io ho un locale in fitto a 4 numeri civici distante(quindi si tratterebbe di un trasferimento in zona) dove ho realizzato un bar, e, una volta volturata la licenza, vorrei trasferire tutto nello stesso locale. Ora mi dicono che una volta volturata la licenza deve rimanere lì per 3 anni senza poterla spostare (neanche in zona). Ora mi chiedo visto che non posso rimanere in 2 locali con 2 attività diverse(e 2 pigioni) per un tempo così lungo, mi chiedevo: e se (in accordo con il proprietario del locale ) mi faccio fare uno sfratto non per morosità dal proprietario del locale e do all’aams la disponibilità del locale che ho già in fitto a 20 mt da quello, troverei intoppi?
    sicuro di una esauriente risposta ti ringrazio anticipatamente

  27. mimmo ha detto:

    Ciao Gianni,
    purtroppo e’ cosi’, vige la norma che per 3 anni, una licenza dei monopoli, non puo’ essere trasferita e non credo proprio che facendoti sfrattare potresti risolvere qualcosa. Prova a rivolgerti all’AAMS, per sapere se potrebbe esserci qualche altra soluzione.
    Buona serata. mimmo

  28. Gianfranco ha detto:

    Salve, sto per rilevare una tabaccheria, a giugno mi reco alla fit e mi dicono tutto ciò che devo fare per rientrare nell’anno 2011 e dunque avere il calcolo sull’aggio del 2010( il titolare nel 2010 ha avuto pochissimo giro). Faccio tutto lunedì vado a fare la cessione dal notaio, ma dalla fit mi arriva una roccia fredda, ovvero, ormai siamo a fine anno, i conteggi verranno fatti il prossimo anno con riferimento 2011 per l’aggio. In poche parole da circa 5000 € che dovevo pagare sono saltato a 25000€ una differenza non tanto piacevole. Cosa posso fare in merito??

  29. Marco ha detto:

    Salve, sono titolare di una tabaccheria avviatissima e in un posto meraviglioso, l’anno scorso pero a causa di problemi personali non arrivai a pagare una fornitura di gratta e vinci, cosa che ho pagato ma dopo un Po di tempo. All’inizio del 2011 faccio richiesta e mi mi viene detto che sono un cattivo pagatore e pertanto il mio COD e’ stato bloccato. Chiamo l’Ecomap e da li mi arriva la notizia che per loro sono apposto e posso pertanto lavorare, chiamo il numero ml verde ma li risposta negativa, mi reco allora alla fit dove stipulo un nuovo contratto che a distanza di 2 mesi arriva con esito negativo. La cosa buffa e che continuano ad arrivare le comunicazioni inerenti ai gratta e vinci ed ho pure pagato la fuduissione dell’anno in corso. Cosa posso fare in merito per risolvere questa cosa… Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Marco,
      purtroppo, i monopoli sono molto rigidi in tema di pagamenti,quindi anche a te consiglio di rivolgerti ad un buon avvocato.
      Saluti. mimmo

  30. raffaella ha detto:

    ciao a tutti, sono titolare di una rivendita da 7 anni, e da 1 ho tre patentini a carico, mi sono accorta che uno di questi prelevava presso un’altro tabaccaio, e non come comportarmi, aiutatemi per favore!!!

  31. Alessandro ha detto:

    Ciao mimmo,
    leggevo di sopra che è necessaria la cittadinanza italiana per ottenere la licenza (e di conseguenza la tabaccheria), ora, mi chiedevo: ottenere la licenza e semplicemente lavorare nella tabaccheria come impiegati è la stessa cosa? Per uno straniero sarebbe cmq necessaria la cittadinanza italiana anche solo per stare dietro il bancone come stipendiato dal proprietario vero e proprio? Chiedo da profano, per capire se effettivamente esiste una differenza nella legislazione.

    Grazie 1000
    Alessandro

  32. mimmo ha detto:

    Ciao Alessandro,
    lavorare come dipendente, in una tabaccheria e’ possibile anche se non si possiede la cittadinanza italiana, a differenza all’essere proprietari della licenza.
    Saluti. mimmo

  33. Pietro ha detto:

    Ciao a tutti e grazie per le risposte esaurienti che date!
    Vi espongo il mio caso: ho fatto richiesta di una nuova licenza di una tabaccheria, ma contemporaneamente vorrei anche aprire sempre nello stesso luogo edicola e mini bar (anche solo per dare il servizio).
    Ora dall’Aams mi è arrivata la comunicazione che la mia richiesta è al vaglio dei relativi controlli dalla Finanza(che in realtà sono già venuti a controllare, ma ritorneranno in quanto la struttura che dovrà ospitare tale esercizio non è ancora finita, trovandosi su suolo pubblico e quindi ancora in costruzione).
    In definitiva la mia domanda è: nell’attesa della riposta definitiva da parte dell’aams, posso andare avanti tranquillamente cone le altre due attività, oppure questo potrebbe portare ostacolo al rilascio della licenza per tabaccheria?!!

    Grazie per le risposte.

    Pietro

  34. mimmo ha detto:

    Ciao Pietro,
    questo e’ un quesito, che purtroppo mi rimane difficile darti una risposta e credo che solamente l’assessore al commercio del tuo comune porebbe esserti d’aiuto.
    Saluti. mimmo

  35. Jerry Parisi ha detto:

    Ciao mimmo complimenti per le tue risposte,la mia domanda e’ la seguente: comprando una rivendita in Emilia Romagna puo’ essere succesivamente trasferita in Campania rispettando tutte le norme date dall’AAMS? Grazie.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Jerri,
      purtroppo le licenze dei monopoli possono essere trasferite solamente nel comune in cui sono state rilasciate.
      Buona giornata. mimmo

  36. Stefano ha detto:

    Ciao Mimmo, visto che sai tutto vorrei darti una domanda: nel mio paesello il tabaccaio si vende la licenza perche i figli hanno preso altre strade…. Come mi suggerisci di valutare il prezzo giusto???? Noi andiamo molto al ribasso visto che da 20 anni abbiamo un bar in centro e non abbiamo tutta sta fretta…. Il paesello e’ di circa 700 abitanti… Loro fatturano circa 800euro netto al mese… Che mi consigli?? Ci sono vincoli sul prezzo? Saluti

  37. mimmo ha detto:

    Ciao Stefano,
    il calcolo che viene effettuato e’;si fa’ una media degli utili degli ultimi 5 anni moltiplicata per 5.
    Nel tuo caso, se anche negli anni precedenti, l’aggio e’ pressapoco uguale all’ultimo anno, il valore della licenza, si aggira intorno ai 45000€.
    Saluti. mimmo

  38. fabio ha detto:

    è vero che per rilevare una tabaccheria bisogna a prire una ditta individuale o si può fare anche con una società?

  39. mimmo ha detto:

    Ciao Fabio,
    in effetti è proprio ccosì, la licenza tabacchi è personale,pero’ però puoi costituire la tabaccheria come ditta individuale e poi fare un contratto di associazione in partecipazione con altri soci.
    Saluti. mimmo

  40. Stefano ha detto:

    Grazie Mimmo per la stima e il calcolo, direi che averla presa a 8000 E’ un buon affare… Pare ci siano tempi incerti e lunghi per il trasferimento delle licenze, che suggerisci per muoversi meglio!!! Un saluto da barista a barista

  41. Tommaso ha detto:

    Ciao Mimmo, volevo farti questa domanda: ma quanto ci vorrebbe in termine economici x avere un buon assortimento medio di sigarette? euro più’ euro meno ?

    GRazie

  42. mimmo ha detto:

    Ciao Tommaso,
    in termni economici, per avere un buon assortimento si sigarette, dipende da quando viene effettuata la levata( ogni settimana, ogni due oppure mensilmente) o dal volume d’affari che ha la tabaccheria.
    Saluti. mimmo

  43. alice ha detto:

    Vorrei sapere se posso vendere il bar con relativo patentino per i tabacchi a una persona di nazionalita’ cinese grazie alice

  44. mimmo ha detto:

    Ciao Alice,
    di certo per ottenere una licenza dei monopoli di stato, vige l’obbligo ad avere la cittadinanza italiana e quindi credo che valga la stessa regola per il patentino tabacchi.
    Per esserne certa, chiedidi info all’AAMS.
    Saluti. mimmo

  45. carla ha detto:

    ciao,
    volevo alcune informazioni, riguardanti la tabaccheria. praticamente sto pensando di prendere in gestione una palestra, centro polifunzionale con centro benessere, palestra e una piccola piscina, vorrei aprire all’interno un piccolo barretto con tabacchi…seconod voi può essere conveniente?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Carla,
      aprire un bar in un centro benessere/sportivo puo’essere un buon progetto,bisogna chiaramente quantificare l’investimento ed il giro di clientela che potra’ affluire. Quindi per valutare tutto cio’, ti consiglio di fare un attento business plan.
      Non so quanto ti verra’ a costare la licenza tabacchi, ma in un centro benessere, non mi sembra un luogo troppo adatto per vendere sigarette e quindi potrebbe anche non valerne la pena.
      Buona giornata. mimmo

  46. fabio ha detto:

    avevo fatto altre domande in passato riguardanti l’apertura di un tabaccaio, e ringrazio tanto per le risposte.
    adesso avrei una nuova questione:
    io lavoro per poste italiane, e vorrei aprire un tabacchi, ma leggendo il nostro contratto si dice che nn si può fare un altro lavoro che sia in concorrenza con le poste, allora mi chiedevo se lavorando in un tabacchi possa andare in conflitto con quella clausola?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Fabio,
      forse avrai gia’ pensato di farlo, ma se vuoi continuare a mantenere il posto di lavoro alle poste ed aprire una tabaccheria,l’unica soluzione e’ d’intestare la licenza ad un famigliare.
      Buona giornata. mimmo

  47. fabio ha detto:

    grazie per la risposta, ci ho pensato e credo faremo cosi, ma io posso andarci a lavorare secondo te? oppure rischierei il licenziamento?

    • mimmo ha detto:

      ..Fabio,
      se andrai a lavorarci durante l’orario di lavoro delle poste e’ chiaro che potresti essere licenziato, ma in altri orari puoi fare cio’ che vuoi, valutando sempre se il reddito che percepirai, accumulandolo allo stipendio, possa arrivare a farti pagare una marea di tasse. Parlane con il commercialista.
      Saluti. mimmo

  48. Carlo ha detto:

    Salve, se dessi il patentino a un bar, (per tutelarmi perchè dovrei ordinare delle sigarette in più apposta per esso) potrei fare una scrittura privata dove lui si impegna a farmi l’ordine delle sigarette che ritirerà e a pagarmele al momento dell’ordine? Oppure sono in contrasto con qualche norma dei Monopoli.
    Il mio cattivo pensiero è che questo bar mi ordini un mucchio di sigarette strane, che non vanno, e poi me lascia in magazzino a me. Grazie

  49. mimmo ha detto:

    Ciao Carlo,
    non esiste nessuna normativa, che t’impedisce di farti pagare le sigarette al momento dell’ordine e secondo me non e’ necessario fare nessuna scrittura privata. Se non ti paga al momento dell’ordine, annulli la levata che dovrai effettuare per colui che ha il patentino.
    Saluti. mimmo

  50. max ha detto:

    Ciao Mimmo, stavo valutando se aprire un bar o una tabaccheria, dato che ci sto studiando su da un po di mesi e mi sembra che la tabaccheria sia piu’ facilmente gestibile di un bar.
    Ho guardato i bilanci di una tabaccheria molto conosciuta nel mio paese in vendita sui 200.000 euro trattabili ( secondo me si puo’ scendere anche a 180.000 ). i bilanci degli ultimi 3 anni sono abbastanza costanti e fattura 50\55 mila euro di aggi e 20\25 mila di complementari. l’affitto e’ di 800 euro al mese ed e’ in buono stato.
    Secondo te a che prezzo andrebbe presa ? Inoltre che stipendio pensi possa venire fuori a fine mese ( anche tenendo conto di un eventuale calo x via di questa crisi ) e pensi si possa lavorare in 1 persona ( io ) piu’ un aiuto di 4 ore al gg ?
    grazie mille.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *