Consigli per Fare il Barista all’Estero: Differenze fra Cappuccino, Latte e Flat white
16 Febbraio 2015
COME APRIRE UN LOCALE VEGANO
23 Febbraio 2015

IL BAR DEI GUFI

Dopo il bar dei gatti un altro bizzarro locale dedicato agli animali. Mai bevuto un cappuccino con un gufo sulla spalla?

 

Aprire un bar fra i gufi? Una idea (strana) dal Giappone...

Aprire un bar fra i gufi? Una idea (strana) dal Giappone…

Il bar dei gufi si intitola il post di oggi, ma non parlerà di bar frequentati da avventori cui piace profetizzare sempre sventure, bensì dall’estremizzazione del concetto del bar dei gatti, la bizzarria tutta giapponese che avevamo imparato a conoscere in questo post.

Questa estremizzazione è legata ad un animale che, a memoria nostra, non è mai stato legato al mondo del bar (forse al mondo dei locali notturni? Gli owls bar per chi vuole sbirciare le donnine?) cioè il gufo, e i gufo-bar, ci racconta questo articolo in inglese, sembrano essere il nuovo trend del Giappone, nazione da sempre grande fucina per tendenze e aberrazioni. Ora, se possiamo immaginare come il bar dei gatti si basi sulla simpatia generale e sempre più massiccia per questi animali (vedere i social ci bombardati dalle micini) e sulla possibilità si sorseggiare un tè accarezzandone uno senza doverlo per forza accudirlo a casa, non ci è del tutto chiaro se i gufi (animali un pochino inquietanti, no?) possano fare lo stesso effetto, oppure se sia il loro “sentiment” notturno e crepuscolare possa risultare affascinante per qualche frequentatore.

Su un aspetto sicuramente poco affascinante di questi animali ci mette in guardia proprio il post, che racconta che questi animali, come storicamente fanno tutti i pennuti, non possono essere addestrati a “farla nel vasino”, e quindi bisogna esser felice se si riesce a lasciare il bar solo con un “arrivederci” senza dover andare in lavanderia subito dopo (e il cappuccino sarà meglio ordinarlo con il coperchio?).

E se invece degli animali veri arricchissimo il nostro bar con una collezione di civette finte? Di tutte le nazionalità, fogge, colori e dimensioni? Le collezioni, specie se composte di centinaia, o migliaia di pezzi, sono sempre affascinanti...

Estremizzazione abbiamo detto all’inizio dell’articolo, ma chissà che non si arrivi al bar dei Ghepardi, o dei varani di Komodo; d’altronde si sa, una volta presa una strada…

Qui sotto un video su uno dei più famosi bar dei gufi in Giappone…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *