CERCASI SOCIO PER GELATERIA ALTO LAGO DI GARDA
19 Gennaio 2014
VENDESI BAR TABACCHI A OPERA, IN PROVINCIA DI MILANO
20 Gennaio 2014

APRIRE UN LOCALE IN CINA/2 LE LOCATION

Seconda puntata su come aprire un locale italiano in cina, qui ci occupremo di capire quali sono le migliori location, e quanto costano arredamento e ristrutturazione.

 

Un ristorante nella metropoli cinese di Shenzhen

Un ristorante nella metropoli cinese di Shenzhen

Dopo la prima puntata dedicata alla burocrazia (che trovate qui), nella seconda puntata della nostra piccola passeggiata fra esperienze e suggerimenti per aprire un locale, caffetteria, locale o il più classico ristorante italiano, in Cina , passeggiata guidata dalla chiacchierata che abbiamo avuto a Guagzhou con Mr Newman, un canadese che sta aprendo una catena laggiù, parleremo della scelta delle possibili location.

La differenza principale, in un mercato come quello cinese, sta fra l’aprire all’interno di uno delle miriadi di centri commerciali che costellano le metropoli cinesi, o, più normalmente, lungo una strada di passaggio. Mr Newman ci premette che tutte è due le soluzioni hanno pro e contro, ma probabilmente la bilancia pende a favore dell’aprire in un mall, in un centro commerciale.

Le città cinesi, chi ha avuto la possibilità di visitarle lo saprà, sono enormi, inquinatissime, molte di esse caldissime d’estate e per niente rilassanti, per questo i cinesi non amano particolarmente camminare in strada, e quando le temperature superano i 40gradi, uniti a umidità e inquinamento, non vedono l’ora di rifugiarsi all’aria condizionata di un centro commerciale. Se si fermano ad un locale in strada, lo fanno solo quando il locale è ben conosciuto, di solito presso le grandi catene internazionali, e se apriamo una piccola e sconosciuta caffetteria in strada, sarà molto difficile farci notare. Se nonostante tutto questa è strada che abbiamo scelto, dovremo preparaci a pagare una buonuscita congrua al proprietario del locale che andiamo a rilevare, e soprattutto, a pagare un affitto che può essere altissimo. Non tutti, infatti, sanno che gli affitti commerciali nelle grandi città cinesi sono fra i più alti del mondo, e non è raro, nelle migliori strade, che ci vengano chiesti 25/30.000€ per poche decine di metri quadri.

Se invece si preferisce aprire in un centro commerciale, dovremo prepararci ad un vero e proprio interrogatorio, perché la direzione del mall vorrà sapere tutto su di noi come imprenditori, sui nostri capitali, sulla nostra società e sul business plan, per capire la nostra solidità (se chiudiamo dopo due mesi dovranno ricominciare per rimpiazzarci) e per capire se il nostro progetto darà valore al mall e se rientrerà nello “shop mix” vale a dire nella giusta varietà di offerta commerciale che la direzione vuole per il suo “shopping center”.

Se vorremo aprire in un mall poi bisognerà prepararci a fare i nottambuli, di solito in queste strutture infatti non si può costruire di giorno, per non dare disturbo, e lo si deve quindi fare di notte, cosa che con la manodopera tenderà a far lievitare i costi anche del doppio. Già, i costi, quanto costa aprire un locale in Cina? Non pochissimo, la stima del suo locale che ha fatto Newman ci da una spesa di 3 milioni di RMB (circa 250.000€ nel momento in cui scriviamo) per un locale di circa 90 metri quadri, quindi circa 2800€ al metro quadro. Certo, c’è da capire che tipo di arredamento e di lavori vogliamo fare, ma in ogni caso raramente è un progetto alla portata di ogni portafoglio. A far lievitare le spese c’è la parte dedicata agli scarichi, considerate infatti che le fognature in Cina sono molto carenti, e di solito una attività deve dotarsi di vasche di decantazione acque chiare-acque scure e di pompe di aspirazione, una notevole spesa. Nelle città più calde poi, oltre all’aria condizionata comune messa a disposizione dal mall, è utile dotarsi di una propria.

Ultimo suggerimento? Cercate di avere un aiuto di fiducia che parli il cinese, l’inglese è parlato pochissimo e comunicare può essere davvero difficile.

 

1 Comment

  1. […] un locale nell’antichissimo Celeste Impero, un post dedicato alla burocrazia, e uno dedicato al marketing e alle […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *