COSA SONO I CORSI SAB
18 Febbraio 2011
IDEE PER AUMENTAR GLI INCASSI NEL BAR/ 3 COMUNICARE LA PROFESSIONALITà
7 Marzo 2011

APRIRE UN BAR A FIRENZE

Strategie, tendenze e regolamenti per l gestione di un bar nel capoluogo della Toscana.

Firenze, città d’arte e di turismo sia italiano che internazionale è naturalmente ben fornita di bar e locali, c’è dunque ancora posto per cui volesse aprire o comunque gestire un bar, un ristorante o un locale nella città toscana?

Cominciamo a vedere alcuni regolamenti di base. Per aprire un bar a Firenze il corso SAB , ex REC, richiesto, è di 40 ore. Il corso HACCP è di 16 ore, ma spesso viene accorpato all’interno di corsi SAB, con un interessante risparmio di tempo e denaro.

Le licenze sono liberalizzate come in tutta Italia, ma il comune di Firenze ha deciso comunque da tempo di non permettere altre aperture nel centro storico, al fine di evitare che la parte medioevale della città diventasse un “mangificio” per turisti. Per il resto della città valgono le consuete normative sui requisiti edilizi e urbanistici. Per seguire le domande di apertura di locali e la trafila burocratica conseguente il comune ha istituito lo sportello unico, a cui si può fare riferimento per ogni normativa.

Questo per quel che riguarda la parte di leggi e regolamenti. Cosa, invece, per quello che riguarda le idee e le strategie? Nel centro storico il target prevalente resta quello rappresentato dai turisti, per questo negli ultimi anni abbiamo visto aprire diverse piccolissime trattorie tagliate su uno stile tipico toscano ma “da turista” e alcuni altrettanto piccoli locali che offrono panini alla finocchiona e crostoni. Credo che manchi ancora un tipico locale american style, modello starbucks o hamburger di ottima qualità, ai turisti non dispiace ogni tanto ritrovare aroma di casa, e per gli italiani c’è sempre voglia di una esperienza gustosa.

Uscendo dal centro e dal mondo dei turisti devi dire che negli anni ho visto calare un pochino i locali etnici, andar bene le pizzerie con una pizza davvero buona e soffrire i locali da aperitivo nati troppo in fretta nel boom degli anni ’90. quello che il mercato sembra invece premiare sono le gestioni brillanti e capaci di creare eventi e le ottime pasticcerie, sempre gettonatissime al mattino.

Se il vostro progetto è quello di aprire un locale nella zona di Firenze,Siena, Livorno, Pisa o Pistoia contattaci a [email protected] , con la nostra azienda di caffè possiamo provedere gratuitamente a stendere business plan per accedere a finanziamenti agevolati, manuali HACCP tagliati sul vostro locale, macchine in comodato d’uso e eventuali finanziamenti sul consumo di caffè. Per altre info possiamo sentirci anche al 331 8705810

Tags:

2 Comments

  1. roberto vella ha detto:

    Salve,

    vorrei aprire una caffetteria in una libreria di alcuni miei amici. Dal punto di vista burocratico cosa devo fare? Niente alcolici, né pranzo: solo caffè, the, bibite e cioccolate. e torte fatte in casa.

    • [email protected] ha detto:

      TI OCCORRE AUTORIZZAZIONE SANITARIA,PARTITA IVA,ISCRIZIONE CAMERA DI COMMERCIO,PIU LICENZA DI SOMMINISTRAZIONE IN ALTERNATIVA AUTORIZZAZIONE DI SOMMINISTRAZIONE COME SPACCIO INTERNO,CIOE PUOI SERVIRE SOLO I CLIENTI DELLA LIBRERIA.SE TI SERVE AIUTO CONTATTAMI AL 3391231237,ROBERTO.LA MAIL E DI APPOGGIO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *