IL RUOLO DEL GEOMETRA NELL’APERTURA DEL BAR
17 Marzo 2010
PROSSIMI CORSI DELLA SCUOLA DI CAPPUCCINO, CAFFE’ E LATTE ART
23 Marzo 2010

LE LICENZE ITINERANTI PER APRIRE UN CHIOSCO AMBULANTE

Un carretto o chiosco bar o caffetteria è un ottima occasione: costi bassi, basso investimento e le “licenze itineranti”. Vediamo come funzionano gli aspetti burocratici.

Un "pizza street food" Americano

Un “pizza street food” Americano

Il chiosco mobile, ma sopratutto il carretto dei gelati, è si nella tradizione italiana, eppure non conosce lo sviluppo che questi metodi hanno in altre parti del mondo.
Il più classico è sicuramente il carretto dei gelati, quello di “quell’uomo che passava e gridava gelati” come cantava Battisti, ma di moda in anni più recenti sono arrivati sopratutto i chioschi di succhi e di bibite naturali.

I vantaggi di questa forma imprenditoriale sono evidenti: basso investimento iniziale (a volte addirittura sui 10.000 euro) bassi costi di gestione e, ultimo ma non ultimo, la possibilità di andare incontro al cliente.
In quale modo?
In molti comuni Italiani esiste la licenza itinerante. Questa permette di muoversi e stazionare in luoghi non prettamente definiti su tutto il territorio comunale, a patto che non si permanga nello stesso luogo per più di due ore, dopodichè bisognerà cambiare posto.
Un caso classico sono i vecchi ape dei fruttivendoli che facevano il giro dei paesi. Lo faceva anche mio padre…

Dopo aver scritto questo post abbiamo avuto  modo di vedere altri esempi e idee per chioschi e ambulanti mobili basati sul cibo, per esempio quello del romano “Pizza & Mortazza” e quello della caffetteria ambulante sudafricana.

200 Comments

  1. GiGi ha detto:

    devo possedere la licenza anche per il carretto dei gelati?

    qual’è il metodo per sviluppare questo tipo di bussines (vendere gelati artigianali con carretto)?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Gigi,
      anche per vendere gelati con il carretto, ci vuole una licenza (itinerante),che comunque, facendo richiesta presso il proprio comune, non si ha difficolta’ a farsela rilasciare. Esistono tre metodi per sviluppare questo tipo di ettivita’, o ti fai un laboratorio artigianale,(il che significa fare un notevole investimento) di produzione propria o lo acquisti da una gelateria oppure ci sono anche delle aziende industriali che a volte producono un gelato non del tutto pessimo.
      Saluti. mimmo

      • GiGi ha detto:

        Grazie mimmo

      • luca ha detto:

        ciao mimmo sono luca prima non sono stato chiaro,io vorrei prendere un camioncino vendita panini vorrei sapere il costo della licenza per ambulante e farla alla camera di commercio?e il corso sai quanto dura?

        • mimmo ha detto:

          Ciao Luca,
          il costo di una licenza ambulante non ha un prezzo predefinito. Se riesci ad ottenerla dal comune, non ti costera’nulla(quasi), se dovrai acquistarla da chi esercita l’attivita’, puo’ avere anche un costo molto elevato, che puo’ variare in base alle piazze in cui potrai lavorare e dal fatturato.

  2. GiGi ha detto:

    da dove posso acquistare il carretto dei gelati?

    • mimmo ha detto:

      …Gigi,
      non so di dove sei, ma se non vuoi andare direttamente in sede a RIMINI, puoi dare un’occhiata al sito http://www.fugar.it Troverai una vasta gamma di attrezzatura per gelatai ed altro.
      Saluti. mimmo

    • mimmo ha detto:

      Ciao Gigi,
      alla FUGAR di Rimini troverai tutto cio’ che ti occorre per una gelateria.
      Dai un’occhiata al sito: fugar.it
      Saluti. mimmo

  3. Fabio ha detto:

    Ciao Mimmo…
    Volevo sapere se esiste un modo per rimanere piu’ di 2 ore fermo nello stesso punto(non parlo dei posti fissi dei mercati però)…che so magari pagando il suolo pubblico al comune…

    Oppure…. ho un terreno sul quale non si puo’ edificare,potrei mettere uno di quei camion dei panini??tra l’altro senza dovermi spostare?
    grazie tante…

  4. mimmo ha detto:

    Ciao Fabio,
    devi solamente inoltrare una richiesta scritta, in comune, dopodiche’sara’ vautato se rilasciarti l’autorizzazione oppure no.
    In bocca al lupo. mimmo

  5. piera ha detto:

    sono barista da sette anni,e vorrei aprirmi un bar per conto mio,avrei trovato un locale dentro un mercato rionale giornaliero ma il chiosco è abbinato ad una lcenza alimentare e non a somministrazione(come servirebbe a me!).
    Ora vorrei sapere i requisiti che servono (bagno,entrate ecc)per fare il cambiamento di destinazione d’uso,aiutatemi perfavore!!!!!!
    grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Piera,
      per i requisiti necessari per gestire un pubblico esercizio ne abbiamo parlato in diversi post, pero’nel tuo caso di cambiamento di destinazione d’uso, ti consiglio di rivolgerti direttamente all’assessore al commercio del tuo comune.
      In bocca al lupo. mimmo

  6. paolo ha detto:

    cia mimmo vorrei sapere come posso aprire un chiosco bar nel mio paese su un luogo pubblico.nessuno sa darmi dele spiegazioni al comune,e talmente impossibile avere un permesso per un attivita.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Paolo,
      mi spiace non poterti aiutare, ma chi puo’ esserti d’aiuto nel tuo caso, puo’ essere solamente l’assessore al commercio del tuo comune.
      Saluti. mimmo

  7. paolo ha detto:

    ciao mimmo io o presentato la domanda con tutti i recuisiti del posto con la perimetria fatta da un ingegliere e lo portata all ufficio protocollo del comune appartenente.da non esperto avro il diritto di una risposta dal comune,vorrei solo sapere se e talmente difficile avere il permesso,e pure credo che dovvesero dare la possibilita per investire per lavorare.

  8. paolo ha detto:

    non mi ai fatto sapoere niente

  9. giulio ha detto:

    ciao, ho una gelateria, caffetteria con produzione propria di gelato ed un carretto gelato manuale con relativa licenza ambulante(itinerante) il comune dove opero mi ha detto(mostrandomi la legge n. 114 del 31 marzo 1998) che non posso uscire nei giorni festivi perchè la licenza di ambulante/itinerante ha orari e chiusure equiparate ai negozi al dettaglio che chiudono nei giorni fastivi. Essendo come attivitàprevalente rtigiano e vendendo esclusivamente il gelato che produco volevo sapere se c’è possibilità di qualche deroga. grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Giulio,
      purtroppo non conosco se ci possa essere la possibilita’ di una deroga, ma se ci fosse te lo puo’ solamente dire l’assessore al commercio del tuo comune.
      Saluti. mimmo

  10. mari ha detto:

    salve, vorrei comprarmi un chiosco ambulande essendo iscritta alla camera di commercio come parrucchera,ma nn so’ se posso unificare le due cose facendo magari un corso. grazie

  11. GABRI ha detto:

    SALVE, VORREI APRIRE UN CHIOSCO AMBULANTE SU UN’AREA DI MIA PROPRIETA’, CONSIDERATA ZONA AGRICOLA. POSSO? E SE SI COSA SEVE? HO GIA’ FREQUENTATO IL CORSO PER EX REC. GRAZIE

  12. mimmo ha detto:

    Ciao Gabri,
    la licenza ambulante non viene rilasciata per costruire un chiosco su un terreno edificabile, ma viene concessa a chi vuole effettuare una vendita senza fissa dimora(mercati,fiere ecc.).
    Saluti. mimmo

  13. paolo ha detto:

    ciao mimmo vorrei sapere come devo fare al comune di mia appartenenza per farmi rilasciare il permesso,io o presentato tutta la documentazione con tutti i recuisiti del posto per istallare un chiosco per bevande,il comando dei vigili anno fatto il sopraluogo e per loro va bene anno dato il parere favorevole,ora chie del comune che mi deve rilasciare il permesso,nessuno sa darmi una risposta,risp

  14. mimmo ha detto:

    Ciao Paolo,
    se hai difficolta’ a snellire le pratiche burocratiche, ti consiglio di rivolgerti presso un’associazione di categoria;
    CONFCOMMERCIO o CONFESERCENTI.
    In bocca al lupo. mimmo

  15. Luca ha detto:

    Ciao Mimmo,
    vorrei sapere se per un chiosco ambulante itinerante serve la licenza (ex REC) anche per il coniuge o se basta quella del titolare, e se nel caso la licenza dovesse averla il titolare il fratello potrebbe lavorare al suo posto.
    Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Luca,
      il SAB (ex rec) non e’ una licenza,e’ un’iscrizione all’albo professionale, pertanto e’ sufficiente che sia iscritto solamente il titolare della licenza, quindi anche tuo fratello puo’ benissimo lavorare.
      Buona serata. mimmo

  16. Gennaro ha detto:

    Salve vorrei sapere se e vero che con una licenza da itinerante e possibile astenersi dal pagare l’imps e se e possibile usarla per vendere su aree come mercati rionali
    Grazie Gennaro

  17. mimmo ha detto:

    Ciao Gennaro,
    non mi risulta, che con una licenza itinerante, si puo’ non pagare l’inps. Per vendere su aree commerciali rionali, devi chiedere l’autorizzazone, presso i municipi.
    Saluti. mimmo

  18. […] giustamente e in modo puntuale ,ho letto anche sul blog molte sono le disquisizioni sulle autorizzazioni delle quali essere in possesso per svolgere […]

  19. peppe ha detto:

    salve sono intensionato ad acquistare un bus inglese per adibirlo a pub se qualcuno puo darm informazioni per lcenza oppure per conformita del bus per conferire i permessi.
    saluti peppe

  20. ale ha detto:

    ciao mimmo qualche info anche a me’
    se dovessi acquistare un bar mobile itinerante con partita iva
    posso lavorare nei wekend oppure è vietato
    e obligatorio il sab se sono artigiano?
    comporta qualche spesa annuale in piu facendo il sab quali sono i pregi e i difetti del sab
    passando il corso di sab sul mio bar mobile posso vendere qualsiasi cosa oppure ci sono dei limiti
    ringrazio

    • mimmo ha detto:

      Ciao Ale,
      vedo che hai le idee un po’ confuse a riguardo il SAB.
      Anche per la gestione di un bar mobile, e’ obbligatoria l’iscrizione al SAB, che non e’ altro che un’abilitazione obbligatoria, per gestire un’attivita’, di somministrzione di bevande e alimenti.La tipologia di alimenti che potrai vendere non dipende dal SAB, ma dalla tipologia di licenza.
      Saluti. mimmo

  21. mko ha detto:

    buongiorno,
    una cortese informazione.
    ma con la licenza B da itinerante dove si può vendere?
    (a parte le due ore ecc) ci si può fermare in qualsiasi piazzola o parcheggio?
    poi avevo letto,che la merce non deve toccare il suolo pubblico. esempio: vendi frutta;non puoi appoggiare le cassette o un banco sul suolo pubblico ma tutto deve rimanere sul furgone,carretto,macchina ecc.
    è corretto?
    grazie
    Mko

    • mimmo ha detto:

      Ciao Mko,
      la vendita ambulante e’ regolata da normative comunali, pertanto, in ogni comune che vorrai effettuare la vendita, dovrai richiedere un’autorizzazione.
      Per quanto riguarda il posizionamento della merce, ci sono delle regole dettate dall’HACCP,pertanto per esporre la merce, dovrai fare in modo che le casse, non rimangano a diretto contatto con il suolo.
      Saluti. mimmmo

  22. ale ha detto:

    a me hanno detto che se è un attivita artigianale(facendo frullati e bevande tipo spremute) non ce bisogno dell’iscrizione al rec/sab si puo lavorare senza niente ne’ licenza ne’ sab se invece uno volesse vendere altro è obbligato a farla
    sai per caso qualcosa in merito alla spagna se la prassi è come in italia?
    grazie di nuovo

  23. mimmo ha detto:

    Ciao Ale,
    se te lo hanno detto quando eri sulla metropolitana, allora ti puoi fidare e magari la prossima volta chiedi info anche per le normative in Spagna.
    Stammi ben. mimmo

  24. ale ha detto:

    che maleducato che sei MIMMO
    se nn sai rispondere basta dirlo
    se sono qui è per CHIEDERE INFO NN A PERDERE TEMPO
    VA BE’ CAMBIERO SITO
    CIAO << Mm <m,kl

    • mimmo ha detto:

      Ciao Ale,
      il problema non e’ tanto il non saperti risponderti, ma se mi dici che ” MI HANNO DETTO” senza sapere chi te lo ha detto. Se chi te lo ha detto lo ritieni piu’ informato di qualunque altro, fai benissimo fidarti e non consultare chi e’ competente in materia.
      Per il maleducato che mi hai inviato, non ti preoccupare, che riusciro’ a fare ugualmente dei sonni molto tranquilli e per il cambio sito, facci sapere, che potra’tornarci utile anche a noi.
      Buona serata ed un grosso in bocca al lupo per la nuova attivita’. mimmo

  25. antonio ha detto:

    Gentile Mimmo,sono titolare di un bar gelateria artigianale con spazio esterno in concessione antistante al bar occupato con tavoli sedie e ombrelloni, mi farebbe piacere sapere se potevo integrare nello spazio già in concessione un carrettino per la vendita di gelati ,ringraziandoLa anticipatamente del Suo interessamento cordialmente La saluto
    Antonio

    • mimmo ha detto:

      Ciao Antonio,
      se rispetti tutte le normative dell’HACCP e mi dici che hai gia’ lo spazio esterno in concessione,puoi benissimo integrare un carrettino per la vendita gelati.
      Saluti. mimmo

  26. Tony ha detto:

    Ciao Mimmo :)!
    Vorrei aprirmi un lemonbar a Malta,sai qualcosa in merito?
    Grazie mille!!!

  27. salvo ha detto:

    signor Mimmo buonasera.Vorrei iniziare un attività di vendita frutta fresca tagliata al momento a mo’ di macedonia con un chiosco itinerante.potrebbe dirmi tutto il necessario(oltre a comprare il chiosco e la frutta…. :-))?che tipo di licenze devo avere e a chi devo rivolgermi?La ringrazio anticipatamente

    • mimmo ha detto:

      Ciao Salvo,
      la frutta fresca, rientra nella tipologia di vendita per un pubblico esercizio, pertanto sara’ necessario avere una licenza ambulante per alimenti e bevande.
      Per ottenerla, dovrai farne richiesta all’assessore al commercio del tuo comune.Per le normative di conservazione di frutta fresca(tagliata), dovrai rispettare le normative haccp e chiedere all’ASL, la concessione.
      Salutiu. mimmo

  28. francesco ha detto:

    Gent/mo Mimmo, con la presente desidero sapere quanto segue, nella speranza che mi puoi dare una indicazione anche se forse la mia domanda non è attinente alle risposte che fin qui ho letto. Poichè a breve sarò collocato a riposo per raggiunti limiti di età e vista la magra pensione, penso di continuare fin che posso con una attività in proprio. Per cui ho pensato all’ambulantato itinerante. Per diversi motivi, il primo legato al mio essere di spirito libero e l’atro perchè essendo un artigiano con ottima capacità manuale. Motivo per cui m’interessa sapere alcuni notizie in merito. Per prima cosa un pensinato può esercitare tale attività o bisogna essere disoccupati. In oltre il mio itinerario prevalentemente dovrebbe essere in seno alla regione Sicilia. Ma se in seguito decidessi di recarmi in altre regioni la stessa licenza avrebbe valore. Ed infine mi sai dire a quanto ammonterebbero le spese annue fisse. Grazie anticipate per le indicazioni che potrai darmi.

  29. mimmo ha detto:

    Ciao Francesco,
    un’attivita’ambulante la puo’ gestire anche un pensionato, solamente ti consiglio di valutare con il tuo commercialista, quanto verresti a pagare di tasse, avendo due redditi.Le licenze ambulanti, vi sono di due tipologia;
    valide solamente nella propria provincia oppure, valide su tutto il territorio nazionale, chiaramente regolate da un disciplinare. Anche per valutare i costi, ti devi mettere a tavolino, con il tuo commercialista.
    In bocca al lupo. mimmo

  30. francesco ha detto:

    Ciao Mimmo,
    sono un giovane imprenditore ma inesperto in materia. Avevo pensato di aggiungre alle mie attività anche un’attività di carrello itinerante che vendesse però prodotti fritti…mi dici qual’è la prassi? di quali licenze e concessioni avrei bisogno? come devo muovermi?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Francesco,
      non sei stato troppo chiaro nella tua richiesta.
      Io ti posso solamente consigliare di rivolgerti ad un’associazione di categoria; CONFESERCENTI o CONFCOMMERCIO.
      Saluti. mimmo

  31. Silvia ha detto:

    Ciao, io volevo chiederti una cosa un po’ diversa. Io ho un bar in una localitá turistica in montagna che non è molto sviluppata turisticamente. Lavoro forte il sabato e la domenica ( se c’è bel tempo) in estate. È da un mese che la domenica mi si presenta a 50m dal mio bar un camioncino che vende gelati (da quello che so non è neanche tanto regolare perchè ho già informato chi di dovere). Io mi chiedo. Ho fatto un sacco di debiti ( ma veramente tanti) per aprire e ristrutturare la mia attività. Pago le tasse, l’ici (imu) l’immondizia e tutte le bollette di qualsiasi genere (per non parlare del personale). Trovi giusto tutto questo? Possiamo lavorare tutti, ma un minimo di rispetto? Non dovrebbe quantomeno stare a una distanza maggiore? Un saluto, Silvia.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Silvia,
      ti capisco benissimo, perche’purtroppo le normative molto spesso sono rigide solamente per chi e’onesto.
      Non so se l’ambulante sia regolare oppure no, ma senza prendertela piu’ di tanto, ti consiglio di rivolgerti al sindaco o all’assessore al commercio del tuo comune.
      In bocca al lupo. mimmo

  32. marzia ha detto:

    Ciao mimmo..vediamo se ho capito bene..per aprire un chiosco di alimenti ex panini mi serve il sab, l haccp e la licenza itinerante.piu o meno quanto mi costano?sembra molto semplice..speriamo bene!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Marzia,
      la licenza, se sei fortunata, te la rilasciano in comune gratuitamente, altrimenti sarai costretta ad acquistarla da chi ne e’ in possesso ed il costo e’ molto variabile.Il corso per il SAB e HACCP, si aggirano intorno ai 1200€(ambedue).
      Saluti. mimmo

  33. Claudio ha detto:

    Ciao,Mimmo
    Avrei intenzione di acquistare un vecchio pullman ristrutturarlo e adibirlo ad una yogurteria,posizionandolo in un punto fisso della mia città.
    Sono all’oscuro riguardo tutta la serie di permessi,potresti aiutarmi.
    Ti ringrazio.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Claudio,
      se hai intenzione di aprire una yogurteria puoi sicuramente fare una valuatazione ma se pensi di adibire il locale, dentro un vecchio pulman, ti conviene lasciar perdere,perche’con le normative che sono in vigore con l’HACCP e tant’altro ancora, verresti a spendere un patrimonio.
      Saluti. mimmo

  34. leo ha detto:

    ciao mimmo salve ho un fast food mobile con licenza b itinerante per vendere devo fare richiesta occupazione suolo pubblico? e posso far valere il fatto dell’ora e poi spostarmi 500 mt? il mio comune di bari dice che serve per forza la loro autorizzazione allora a che mi serve?

  35. Paolo ha detto:

    CiAo Mimmo sto comprando un camioncino per panini , volevo sapere ma la licenza dA intinerante posso piazzarmi su un suolo privato ( previo accordi con la proprietà ) senza comunicarlo in comune ? È posso sostare più di due ore ? Ancora una domanda , io ho aperto una società srl mio figlio devo per forza assumerò o posso farlo lavorare dandogli una quota ? Grazie nell’attesa di un tuo cenno di riscontro porgo distinti saluti

    • mimmo ha detto:

      Ciao Paolo,
      se la licenza e’itinerante, puoi piazzarti anche in un suolo privato,( senza chiaramente creare ostacoli), ma la sosta non puo’ superare le due ore. Per l’assunzione di tuo figlio e capire quale si la soluzione migliore chiedi info alla confcommercio.

  36. tony ha detto:

    ciao Mimmo io sono propio inesperto ma vorrei avventurarmi nell acquisto di un furgone bar perchè vorrei essere autonomo e perchè penso che sia una cosa proficua. vorrei sapere gentilmente che autorizzazioni ci vogliono, il costo approssimativo,cosa posso vendere,es alcolici,panini,caffè ecc grazie.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Tony,
      come abbiamo gia’ accennato nel post, il costo puo’ variare, ma se non si hanno grosse pretese, si puo’ partire anche con un ivestimento di 10000€.La tipologia di prodotti da vendere dipende dalla categoria della licenza. Per le varie autorizzazioni e permessi chiedi info alla CONFCOMMERCIO.

  37. SIMONE ha detto:

    CIAO MIMMO…TI SCRIVO DA ROMA,PREMESSO CHE SONO INESPERTO NEL SETTORE,VORREI ACQUISTARE UNA LICENZA AMBULANTE,IL SETTORE MI HA SEMPRE AFFASCINATO E NEL COMMERCIO CREDO DI CAVARMELA ABBASTANZA BENE…SAPRESTI CONSIGLIARMI I PRIMI PASSI DA MUOVERE? NEL SENSO CHE:TROVANDOMI AD AFFRONTARE LA PRIMA ESPERIENZA MI CONVIENE RICHIEDERE UNA LICENZA DA ITINERANTE O COMPRARNE UNA CON DEI POSTI ACQUISITI? SE RIESCO AD OTTENERE LA LIC DA ITINERANTE DOVE POSSO LAVORARE,IN QUALSIASI PIAZZA PER DUE ORE? POTRò MAI AVERE UN POSTO FISSO? QUALI OBBLIGHI HO? DI QUALI DOCUMENTI HO BISOGNO PER RICHIEDERE LA LICENZA?…E POI UN ULTIMA COSA SINCERAMENTE,IL PERIODO è BRUTTO IN TUTTI I SETTORI E QUESTO SI SA MA ME LO CONSIGLI DI INIZIARE QUEST’AVVENTURA? CON IL DOVUTO IMPEGNO E SUDORE RIUSCIRò A MANTENERE LA FAMIGLIA?..COME LO VEDI IL SETTORE ABBIGLIAMENTO BIMBI E GIOCATTOLI?…GRAZIE E SCUSA LE TANTE DOMANDE SALUTI SIMONE

    • mimmo ha detto:

      Ciao Simone,
      nel nostro blog, trovi le risposte a tutte le tue domande, ma sei estraneo al settore del commercio, ti consiglio di rivolgerti a alla CONFCOMMERCIO. Il settore giocattoli e abbigliamento bimbi e’ piuttosto in crisi ed ha un mercato abbastanza saturo, ma non conoscendo la tua zona, non saprei che dirti.
      In bocca al lupo. mimmo

      • Giuseppe ha detto:

        ciao mimmo scusami mi potresti spiegare bene il sab che non ci sto capendo nulla serve per forza per la vendita di vevande alimenti panini ecc ho serve solo la licenza che ti rilascia il comune

        • mimmo ha detto:

          Ciao Giuseppe,
          per somministrare alimenti e bevande, oltre alla licenza e’ necessario avere l’iscrizione al SAB. Come ottenerla, chiedi info all’assessore al commercio del tuo comune.
          Saluti. mimmo

  38. Nicola ha detto:

    Ciao mimmo;
    Io sono un gelataio con licenza itinerante (Tipo B) e ho già la gelateria ambulante (furgone). Il fatto è che c’è un signore che ha dato in affitto l’inmobile per un supermercato, e vorrebbe darci una piccola area di fianco a questo supermercato (sempre su area privata) per farmi vendere del gelato con il mio furgone e restare lì senza limite di tempo. Mi sapresti dire se c’è bisogno di chiedere altri permessi o licenze al comune? Ti ringrazio per la gentilezza delle tue risposte. Cordiali saluti.
    Nicola

    • paolo ha detto:

      ciao mimmo sono paolo o fatto una richiesta al comune per un chiosco sul un suolo publico con tutta la documentazione 2 anni fa,il comando dei vigili accettato il posto vorrei sapere perche il comune non mi da il via mi dicono sempre che devono fare il consigliocomunale per il regolamento ma ci vuole tutto questo tempo per portarlo in consiglio,

      • mimmo ha detto:

        Ciao Paolo,
        questo fa parte di uno dei tanti drammi burocratici del nostro Paese. Prova a rivolgerti direttamente all’assessore al commercio, magari usando la tattica dello sfinimento.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Nicola,
      devi solo comunicare in comune che per la vendita di gelati con il tuo furgone, occuperai un’altra area.

  39. paolo ha detto:

    come mi devo comportare non o piu risorse cosa devo fare

  40. renato ha detto:

    ho un camion paninoteca e devo andare a lavorare su un suolo privato quali sono le sanzioni che posso incontrare io so che su un suolo privato bisogna avere tutte le licenze necessarie
    rec .itinerante.ecc.ma visto che e’ privato non dovrei pagare l’occupazione di suolo pubblico mi puoi aiutare a fare un po chiarezza su questa situazione.grazie

  41. elena ha detto:

    Buongiorno io avrei bisogno di saperese, per ottenere dal mio comune la licenza itinerante per vendere sul mio carrettino (automezzo) il gelato artigianale che produco nel mio laboratorio, occorrono dei corsi da effettuare in Regione?
    Per aprire il laboratorio con attiguo il negozio per la vendita non mi è stato richiesto nessun corso, ma ora me lo chiedono per vendere il mio gelato in giro per le strade, è corretto tutto cio?
    grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Elena,
      sinceramente non ti saprei dire che corsi dovresti fare per ottenere la licenza, se non quello per l’iscrizione al SAB. Rivolgiti alla CONCOMMERCIO.

  42. Antonia ha detto:

    Ciao Mimmo, sono di Milano.
    Volevo Chiederti un favore, su una domanda che non so praticamente niente; Premetto che volevo dirti che avrei un idea per un chiosco panini, ed o letto tutte le cose che sevono grazie alle tue risposte date alle persone;
    Ma io volevo chiederti se sapevi qualcosa rispetto alle agevolazioni ai ragazzi sotto i 35 anni che vogliono aprire, o gestire un attività, e se ci vuole anche la partita iva per il chiosco.
    ti ringrazio, Cordiali Saluti.
    Antonia.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Antonia,
      per gestire una qualsiasi attivta’, che sia un’azienda con 200 dipendenti o che sia un piccolo chiosco e’obbligatorio aprire una partita iva.Mentre per i finanziamenti ti consiglio dhttp://wikiprestiti.org/invitalia-microimpresa
      In bocca al lupo. mimmo

      • Antonia ha detto:

        Ciao Mimmo ti ringrazio tanto del tuo consiglio, e della tua disposizione;
        avrei un altra domanda da chiederti e per aprire la partita iva mi puoi suggerire come devo fare? scusa ma ti ripeto non sono per niente esperta in queste cose.
        Grazie di nuovo. ciao Mimmo.
        Antonia.

        • mimmo ha detto:

          Ciao Antonia,
          fino a qualche anno fa’la partita iva veniva rilasciata dall’Agenzia delle Entrate, ora con l’istituzione dello Sportello Unico viene erogata assieme ad altri servizi.

  43. massimo ha detto:

    ciao, sto acquistando un lemon bar, potresti indicarmi quali documenti mi necessitano per avviare l’attività? ho letto in rete che serve solo il corso di manipolazione (quello da 4 ore per intenderci) e la licenza itinerante. ottenuta la licenza dove posso svolgere l’attività? in qualsiasi zona della mia città o ci sono zone vietate? grazie dell’immensa pazienza.

    • angela ha detto:

      ciao, mi trovo nella stessa situazione. Posso avere notizie psso passo su cosa serve per iniziare a lavorare? Grazie

      • angela ha detto:

        Ciao mimmo, speravo di avere presto risposta e senza demordere ti riscrivo. Sto acquistando un lemonbar. Quali sono i passi da fare per poter lavorare? Come dimostro che non ho bisogno del sap perchè, come ho letto in un altra parte del blog,sigillo i bicchieri delle spremute come indicato dal sig. pardini? Grazie

  44. Rino ha detto:

    Buongiorno sto comprando un autonegozio adibito a paninoteca e polli
    Sono in possesso di un attestato di aiuto cuoco haccp e tessera sanitaria con questo attestato posso avviare l’attività o mi occorre il rec

  45. […] in Italia questa pizzeria letteralmente costruita per la strada, come un banchetto ambulante? Su questo post che pubblicammo molto tempo raccontavamo come la legislazione italiana non dava autorizzazione per […]

  46. CRISTIAN MARCHESE ha detto:

    Salve nel cercare informazioni sono incappato nel sito e approfitto dato che ho un progetto che mi balena per la testa da un pò dell’enorme disponibilità e gentilezza notata…
    Nel mio comune da un paio d’anni, una piazza sempre stata deserta, con l’apertura di un piccolo lounge bar è diventata uno dei punti di ritrovo per ragazzi più affolato di tutti i paesi limitrofi.
    Per tutto il periodo dal mese di maggio al mese di Ottobre, centinaia di ragazzi trascorrono la notte in piazza fino alle prime luci del mattino circondati ormai da una miriade di bar/localini dove bevono cocktail, cicchetti e quant’altro.
    Con un amico, avremmo un progetto in mente da un pò che consiste nel acquistare uno di quei piccoli furgoncini con friggitrice che si trovano spesso nelle zone tra mercati e feste di paese che servono la classica frittura di “zeppole e panzerotti” e preparare il classico cartoccio di frittura di pesce fresco…
    Ho letto tra le varie risposte di questa licenza itinerante da chiedere al comune, ci servirebbe questa giusto?
    e per la lavorazione e somministrazione di cibi?
    Da premettere che io sono diplomato all’alberghiero e sono un agente di commercio, quindi ho partita iva.
    Mi aiuteresti a capirne un pò di più?
    Ti ringrazio anticipatamente per l’enorme disponibilità

    • mimmo ha detto:

      Ciao Cristian,
      per la tipologia di vendita che hai descritto e’ necessario ottenere una licenza itinerante che dovra’ essere rilasciata dal comune. Mentre per la manipolazione e somministrazione degli alimenti, dovrai attenerti alle normative vigenti. Vedi HACCP e SICUREZZA.

  47. Sandra ha detto:

    Buongiorno Mimmo;
    Volevo chiederle se per prendere la licenza itinerante uno per forza deve essere residente nella regione dove viene richiesta.
    Ringrazio la sua gentilissima disponibilità.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sandra,
      le licenze itineranti ci sono di diverse tipologie;
      valide solo nel territorio comunale.
      Valide solamente nel territorio nazionale.
      Oppure valide per tutto il territorio nazionale.
      Per qualsiasi delle tre tipologie,per ottenerle, non e’ necessario essere residenti nel comune dove viene rilasciata.

  48. emanuela ha detto:

    buongiorno,
    dopo una lunga trattativa sono riuscita ad ottenere un contratto d’affitto all’interno di un centro commerciale per posizionare un veicolo adibito a vendita di piccola pasticceria (preparata in un laboratorio di cui non sono proprietaria); quale strada devo seguire per iniziare questa avventura??? è vero che con una laurea in farmacia sono esentata dal frequentare l’ex rec? grazie in anticipo.

    • Ciao Emanuela, si, con una laurea in farmacia dovresti essere esentata, per maggior sicurezza (se ne sentono di ogni) di consiglio di sentire il SUAP del tuo comune. Per il tuo veicolo dovresti seguire una strada come quella indicata nel nostro passo per passo , presentando una DIA corredata di tutti gli allegati richiesti.
      In bocca al lupo!

  49. emanuela ha detto:

    Innanzitutto grazie per la risposta velocissima.
    Approfitto ancora della sua disponibilità per chiederle se crede che sia necessaria una licenza da ambulante o una concessione di occupazione di suolo pubblico visto che, come diceva anche lei, se ne sentono di ogni…infatti il Suap del comune dove risiedo dice la prima cosa mentre quello dove si trova il centro commerciale dice la seconda e io non so che pesci prendere!!!
    grazie ancora

  50. Sirio ha detto:

    Ciao Mimmo, vorrei aprirmi una gelateria con all’interno anche un laboratorio a Roma per vendere gelato sul posto ai passanti.

    Vorrei sapere quale licenza mi serve ?
    Poi devo fare anche il Rec ?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sirio,
      la tipologia di licenza per aprire una gelateria con laboratorio e’ di tipo B ed e’ obbligatorio avere l’iscrizione al SAB (ex REC).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *