IL RUOLO DEL GEOMETRA NELL’APERTURA DEL BAR
17 Marzo 2010
PROSSIMI CORSI DELLA SCUOLA DI CAPPUCCINO, CAFFE’ E LATTE ART
23 Marzo 2010

LE LICENZE ITINERANTI PER APRIRE UN CHIOSCO AMBULANTE

Un carretto o chiosco bar o caffetteria è un ottima occasione: costi bassi, basso investimento e le “licenze itineranti”. Vediamo come funzionano gli aspetti burocratici.

Un "pizza street food" Americano

Un “pizza street food” Americano

Il chiosco mobile, ma sopratutto il carretto dei gelati, è si nella tradizione italiana, eppure non conosce lo sviluppo che questi metodi hanno in altre parti del mondo.
Il più classico è sicuramente il carretto dei gelati, quello di “quell’uomo che passava e gridava gelati” come cantava Battisti, ma di moda in anni più recenti sono arrivati sopratutto i chioschi di succhi e di bibite naturali.

I vantaggi di questa forma imprenditoriale sono evidenti: basso investimento iniziale (a volte addirittura sui 10.000 euro) bassi costi di gestione e, ultimo ma non ultimo, la possibilità di andare incontro al cliente.
In quale modo?
In molti comuni Italiani esiste la licenza itinerante. Questa permette di muoversi e stazionare in luoghi non prettamente definiti su tutto il territorio comunale, a patto che non si permanga nello stesso luogo per più di due ore, dopodichè bisognerà cambiare posto.
Un caso classico sono i vecchi ape dei fruttivendoli che facevano il giro dei paesi. Lo faceva anche mio padre…

Dopo aver scritto questo post abbiamo avuto  modo di vedere altri esempi e idee per chioschi e ambulanti mobili basati sul cibo, per esempio quello del romano “Pizza & Mortazza” e quello della caffetteria ambulante sudafricana.

200 Comments

  1. ALBERTO ha detto:

    Ciao Mimmo, vorrei chiederti se c’è un precedente o meglio una legge che permette la vendita di gelato come segue:
    ho un laboratorio attrezzato, ho un carretto gelati tipico siciliano, ho la licenza da ambulante ed anche un posto lontano circa 100 mt. dal laboratorio e dove pago il suolo pubblico al comune, è possibile vendere il gelato e magari anche le granite?
    Ti ringrazio anticipatamente, cordiali saluti.

  2. filippo ha detto:

    ciao Mimmo volevo alcune informazioni.
    sono proprietario di partita IVA inscritto regolarmente alla camera di commercio un proprietario di camioncino dei gelati vuole vendermi il suo camioncino naturalmente a norma e compresa di licenza e suolo dove lavorare gia pagato ad un ottimo prezzo volevo sapere se pur pagando sia licenza che camioncino dovro uscire altri documenti e quali? e se nonostante la cessione della licenza dovro fare un corso e pagare altre cose? ti ringrazio in anticipo

  3. laura ha detto:

    ciao mimmo
    anch’io avrei bisogno di un’informazione. essendo disoccupata ma percependo l’idennità di disoccupazione stavo pensando di andare a vendere bibite e frutta fresca sulla spiaggia. ho letto che bisogna avere la licenza itinerante, e vorrei sapere dove la devo richiedere e quali sono le altre questioni burocratiche neccessarie per poter iniziare ad operare senza problemi. grazie in anticipo.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Laura,
      per ottenere una licenza itinerante bisogna fare una richiesta scritta presso il comune, per tutto il resto ti consiglio appoggiarti ad un’associazione di categoria; CONFESERCENTI o CONFCOMMERCIO.
      Informati anche per sapere quanto ti sara’ conveniente, aggiungendo altro reddito al sussidio che percepisci per la disoccupazione.

      • teresa ha detto:

        Ciao Mimmo io e il mio ragazzo visto che siamo disoccupati volevamo vendere frutta fresca alcuni alimenti sulle spiagge…. È necessario un mezzo specifico? Ci vuole qualche licenza?

  4. Sonia ha detto:

    Salve e’ la prima volta che scrivo e avendo visto che sei molto preparato vorrei farti delle domande.
    Io posseggo un terreno di prossima edificabilita’ ma al momento si tratta ancora di un terreno agricolo. La mia domanda e’ questa potrei mettere sul mio terreno una struttura tipo chiosco, amovibile,per capirci tipo i chioschi della spiaggia, per svolgere un attivita’ di bar (soprattutto colazioni cappuccini caffe’ ecc)?
    Se si come dovrei fare? quale tipo di autiorizzazioni mi occorrono?

    Grazie in anticipo per le risposte che mi fornirai.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sonia,
      devi rivolgerti all’assessore al commercio del tuo comune e verificare, se nel piano regolatore vi e’ la possibilita’ d’installare la tipologia di struttura che hai descritto. Nel caso in cui sarai autorizzata, dovrai fare richiesta di licenza e dei vari permessi.
      Chiaramente prima di aprire dovrai fare i vari corsi obbligatori; RLS,PS,HACCP,SAB e ANTINCENDIO.
      In bocca al lupo. mimmo

  5. lorenzo ha detto:

    Ciao Mimmo!!! 🙂

    sono intenzionato a comprare una bici per vendere i gelati, sai mica da chi mi potrei rivolgere?
    Oltre alla licenza per itineranti, di quali altri documenti ho bisogno per vendere il gelato con la bici?

    Ciao
    Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Lorenzo,
      io conosco un’azienda di Rimini che vende attrezzature per gelaterie e pasticcerie, tra cui anche bici per vendita gelati;ww.fugar.it
      Anche per le autorizzazioni necessarie ti sapranno informarti per il meglio.
      Saluti. mimmo

  6. rosaria ha detto:

    ciao mimmo ma e vero che a napoli il comune non da più richieste di suolo x itineranti?xche io ho un furgone ambulante da paninoteca e mi hanno detto che bisogna fittare un suolo privato.mi puoi indicare se e vero oppure no.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Rosaria
      tempo fa ho letto sul MATTINO un articolo riguardante il blocco delle licenze itineranti nel comune di Napoli, ma ti consiglio di rivolgerti all’assessore al commercio per sapere se ci siano state eventuali deroghe.

  7. Marco ha detto:

    Buongiorno Mimmo e complimenti!
    Se è possibile vorrei informazioni riguardo le licenze e le varie autorizzazioni per avviare tale attività in Spagna..mi potreste aiutare o indirizzarmi???
    Grazie in anticipo!
    Marco

  8. Marco ha detto:

    Buongiorno Mimmo e complimenti!
    Se è possibile vorrei informazioni riguardo le licenze e le varie autorizzazioni per avviare tale attività in Spagna..mi potreste aiutare o indirizzarmi???
    Grazie in anticipo!
    Marc

  9. john ha detto:

    Buongiorno, io ho realizzato un chiosco mobile per spinare birra in giro. vorrei sapere approssimativamente a quanto ammontano le spese per la licenza di ambulante e i vari corsi obbligatori; RLS,PS,HACCP,SAB e ANTINCENDIO.
    e se ci sono dei limiti se si smministrano alcolici

  10. loredana ha detto:

    salve,
    vorrei sapere cosa fare per avere la licenza adibita alla vendita di anini ambulante…e più o meno quanto si spende per avviarla..dato che al momento sono disoccupata

  11. Pietro ha detto:

    Volevo fare i complimenti per questo sito pieno di notizie interessanti e curiosità, mi chiamo Pietro, da un paio di mesi mi sono appassionato al mondo del caffè, vuoi la crisi e la voglia di un cambiamento di vita mi è venuta in mente una idea mai vista prima, un ape caffè che gira in città e si ferma dove vede persone e per scopi pubblicitari, in Inghilterra e in molti paesi europei questa modalità è diffusa tantè che ci sono anche delle fabbriche che producono veicoli allestisti a partire dai 10.000 per un Ape 50 a salire. per questo tipo di attività sicuramente dovrei richiedere una licenza per ambulante di alimenti e avee anche HACCP, ma la curiosità e il dubbio piu grande è perchè in Italia non si vedono questo tipo di vendita??
    Vi ringrazio in anticipo Pietro

    • mimmo ha detto:

      Ciao Pietro,
      ape caffe’ se ne vedono vicino gli stadi,autodromi e palazzi fieristici. Ho i miei dubbi che possa funzionare nelle piazze del nostro paese, perché la cultura dell’italiano e’ quella di prendere il caffe’ al bar( e di bar mi sembra che non sia difficile trovarli).

  12. Ugo ha detto:

    Salve a tutti
    E’ un po’ di tempo che sto dietro all’idea di un bar ambulante che vorrei portare in giro per feste e fiere.La prima domanda e’ ,e’ molto difficile avere delle autorizzazioni per le sagre e le feste di cui si occupano associazioni e non comuni?Insomma e’ piu’ fattibile parlare con una proloco o associazione culturale che con un comune(visto che ci ho parlato e sembra che uno che comincia non riesca mai a scalare la graduatoria)
    ho un piccolo spiazzo davanti casa mia terreno edificabile ed e’una strada abbastanza trafficata..visto che’ e’ di mia proprieta’ posso esercitarci l’attivita?devo chiedere al comune?
    grazie delle risposte

  13. […] già parlato di come si può aprire, dal punto di vista burocratico, un bar ambulante in questo post, e di come aprire il localino sulla spiaggia, lo spagnoleggiante chiringuito, in questo altro […]

  14. PAOLO ha detto:

    Ragazzi mi trovo in una situazione bruttissima.
    Ho comprato un chiosco mobile a forma di arancio che è immatricolato come NEGOZIO MOBILE, ho lavorato per 5 anni in un lemonbar che è inquadrato come LABORATORIO MOBILE, finche ero nel lemon potevo PRODURRE e SIGILLARE e VENDERE senza problemi ma adesso con questo nuovo chiosco sto riscontrando dei problemi con la ASL del mio paese. In pratica io ho una partita iva come artigiano ma la asl mi ha detto che con l inquadramento del mio chiosoc non posso PRODURRE ma solament VENDERE. Io non ho fatto apposta il corso SAB peche appunto nel LEMONBAR essendo artigiani e confezionando la bevanda non occorreva..Ora sono incasinato tra una settimana dovevo aprire ma la asl non mi rilascia il permesso. Come posso fare per favore aiutatemi!

  15. gianfranco ha detto:

    ciao mimmo, sto x comprare un carrello allestito a friggitoria, volevo sapere se x lavorare oltre licenza, basta essere iscritto all’ artigginato, inps, oppure è obbligatorio essere iscritto al rec,, in attesa ringrazio

    • mimmo ha detto:

      Ciao Gianfranco,
      a noi non risulta che sia obbligatorio avere l’iscrizione al SAB, ma siccome le normative in materia cambiano in continuazione, ti consiglio informati presso la CONFCOMMERCIO.

      • gianfranco ha detto:

        per prima cosa, grazie mimmo, sono stato alla CONFCOMMERCIO. mi hanno mandato in un altra associazione ( co.ri. de) xche loro nn trattano ambulanti…
        alla co. ri. de mi hanno detto che x loro serve il sab….ma nn ne sono sicuri ahahahah. il mio commercialista dice che nn serve e tutti mi hanno detto di andare all ufficio licenze….sento loro e poi lo posto qui magari puo essere utile x altri
        di nuovo grazie

        • salvatore ha detto:

          salve gianfranco io avrei bisogno di sapere se sei poi riuscito a sapere se ci vuole l’ex corso rec per la friggitoria ambulante grazie in anticipo…ciao

  16. claudia ha detto:

    ciao, sto disperatamente cercando di capire dove (se esite) una lista dettaglia dei luoghi pubblici dove poter esercitare con un’apecar a Roma, quindi commercio itinerante…non trovo un dettaglio sai aiutarmi?
    Grazie
    Claudia

  17. Giulia ha detto:

    Ciao,
    Sto pensando di avviare un piccolo chiosco in un parco appena aperto nel mio paese, si tratterebbe di un’ape car dove venderei bibite, gelati confezionati, e pensavo un po’ di aperitivo la sera con salumi, focaccie e stuzzicherie varie, non cucinati da me ma comprati, quindi si tratterebbe solo di vendita e non di preparazioni.
    Vorrei chiederti alcune cose: che tipo di corsi obbligatori dovrei fare, a parte l’HACCP, che prenderò a breve tra l’altro.
    Ho visto che parlavi di RLS e PS, che cosa sono? E il sab lo devo prendere anche se non cucino direttamente io? La licenza come ambulante si paga? O basta richiederla? E a parte il suolo pubblico sai se ci sono altre tasse sui chioschi mobili?
    Grazie,

    Giulia

    • mimmo ha detto:

      Ciao Giulia,
      il corso RLS (responsabile sicurezza sul lavoro) e PS ( primo soccorso), fino a poco tempo fa, per gli ambulanti non era obbligatorio, ma per sicurezza ti consiglio informarti presso la CONFCOMMERCIO.
      Cosi? pure per il corso SAB. La licenza se ti verra’ rilasciata dal comune, avra’ il costo di qualche marca da bollo. Se invece dovrai rilevarla da un altro ambulante sarai costretta a pagarla.
      A parte la tassa sul suolo pubblico, non ci risulta che ve ne siano da pagare ulteriori.
      In bocca al lupo. mimmo

  18. Giorgio ha detto:

    Ciao Mimmo,
    io possiedo un carretto gelati ISA a norma ( lavabo per ricircolo acqua e piastre refrigeranti per autonomia senza corrente 8 h)….Ho il REC e vorrei installare questo carretto sul marciapiede antistante il mio negozio, marciapiede privato ad uso pubblico. Il gelato mi arriva quotidianamente tramite corriere e non ho la necessita’ di stivarlo altrimenti se non nel carretto. Il negoxio di mia proprieta’ vende articoli sportivi. Quali possibilita’ intravedi per poter intraprendere l’attivita’ ( in comune ci sono licenze libere per sprire un bar…ma in un negozio di sport…la vedo dura!)

    • mimmo ha detto:

      Ciao Giorgio,
      la vedo dura che ad un negozio di articoli sportivi possano concedere una licenza per vendere gelati. A meno che tu non apra un’altra partita iva. Prova a rivolgerti all’assessore al commercio del tuo comune.

  19. monica ha detto:

    Mimmo sto valutando varie ipotesi per aprire un bar .. e visto i problemi nel trovare un locale con doppi servizi , pensavo pure ad un chiosco fisso vedendo che non vedo manco un chiosco che abbia il bagno per i clienti.
    mi sapresti dire secondo te quanto potrebbe costarmi un chiosco non troppo grande con una veranda coperta fuori e se hai qualche impresa che li fa da suggerirmi?
    Per quanto riguarda l’autorizzazione guardavo nel comune che non specifica le tariffe.. secondo te quanto verranno all’anno? conviene rispetto un locale commerciale?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Monica,
      i costi per la realizzazione di un chiosco possono variare da qualche decine di migliaia di euro, fino a costare anche piu’ di 100.000€. Io ti consiglio di farti fare piu’ di un preventivo da diverse aziende. Per le tasse comunali, devi rivolgerti all’assessore al commercio del tuo comune.
      In bocca al lupo. mimmo

  20. ROBERTO PEZZICA ha detto:

    se voglio andare sulla battigia al mare mi basta la licenza ambulate? grazie roberto

  21. ROBERTO PEZZICA ha detto:

    CIAO MIMMO
    PER VENDERE IL GELATO ARTIGIANALE SULLA BATTIGIA IN SPIAGGIA MI BASTA ESSERE IN REGOLA COME GELATAIO AMBULANTE
    GRAZIE ROBERTO

  22. juANIITA ha detto:

    Ciao Mimmo, sono intenzionata a prendermi un rimorchio con la licenza di ambulante itinerante, volevo sapere se dopo tutte le procedure burocratiche, è possibile esercitare anche all’estero, magari in europa.
    Se conosci qualche sito a riguardo e che tipo di regole ci sono,
    Grazie il tuo blog è uno spiraglio di luce per molti!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Juanita,
      non conosco nessun sito che ti possa essere d’aiuto, ma sicuramente esistono delle procedure per poter lavorare anche all’estero. Mi e’ capitato diverse volte di vedere ambulanti stranieri che in occasione di certe fiere, vengono a lavorare nel nostro Paese. Prova a chiedere alla CONFESERCENTI.
      Saluti. mimmo

  23. Matteo ha detto:

    Ciao Mimmo… sono un ragazzo Fiorentino e giovane, con tanta voglia di fare, ma in questo paese sembra che chiunque voglia fare qualcosa non lo può fare per 1000 Legge, regole,norme,circolari e chi ne ha più ne metta…. arrivando alla situazione economica che ci ritroviamo… nella c…a insomma!!
    Senti….. ho un terreno privato con accesso carrabile ( passo carrabile autorizzato ), adiacente a una strada provinciale. Posso metterci un chiosco per la vendita di panini e bevande o in prospettiva anche primi e secondi..?? cose semplici e buone alla Toscana insomma!! Quali permessi ci vogliono..?? è possibile farlo..?? devo andare in Comune..?? Leggi di riferimento…..
    Spero in una tua risposta e ti ringrazio Mimmo…..

    Matteo

    • mimmo ha detto:

      Ciao Matteo,
      per una tale richiesta devi rivolgerti dall’assessore al commercio del tuo comune, dopodiche’ per tutto l’iter burocratico ti consiglio di appoggiarti alla CONFCOMMERCIO.
      In bocca al lupo. mimmo

  24. Giuseppe ha detto:

    Ciao Bella Gente! Vorrei chiedervi, se qualcuno è a conoscenza Della possibilità di Crearsi una Clientela, Confezionando Colazioni in Casa e Rivendendole a Domicilio. Tipo Bar Ambulante, ma con Produzione in casa e Consegne con la propria Auto.
    E’ Possibile fare una Attività Tipo questa, in Italia? O devo trasferirmi in Africa? (Almeno lì avrei molte buone scuse per morire di fame senza vergognarmi).

    • mimmo ha detto:

      Ciao Giuseppe,
      se fosse tutto cosi’ semplice come credi il nostro Paese potrebbe andare a gonfie vele. Se solo provi ad informarti di quanto burocrazia potrebbe esserci dietro, ti verra’ veramente voglia di scappare dall’Italia.
      Saluti. mimmo

  25. Roberto ha detto:

    Ciao volevo un’informazione vorrei aprire una paninoteca ambulante ho preso tutte le informazioni possibili e ho già fatto l’esame x il rec ma quando mi sono rivolto al mio comune x sapere quali sono le caratteristiche che deve avere l’automezzo x avere la licenza sanitaria mi hanno risposto che loro nn lasciano licenza sanitaria su automezzo per la preparazione di alimenti ma solo per la vendita di precotti!!??non autorizzano ne la piastra ne la friggitrice mi puoi dare qualche notizia in merito? Ps sono in provincia di Napoli

  26. Nadia Mannino ha detto:

    Ciao, io ho un diploma di maturità di alberghiera conseguito il 2005, volevo sapere se posso aprire un banco al mercato alimentare di dolci, ho bisogna avere anche il rec e haccp? Cosa servono questi corsi? Grazie e Cordiali saluti nadia

    • mimmo ha detto:

      Ciao Nadia,
      il diploma di scuola alberghiera ti da’ diritto all’iscrizione al SAB senza dover frequentare il corso, ma nel tuo caso non so neanche se sia abbliogatoria.Il corso HACCP invece e’ obbligatorio farlo.

  27. Simone ha detto:

    Ciao Mimmo,
    Devo avere un autorizzazione o devo fare la SCIA per essere ambulante con posto fisso o itinerante? E se sono itinerante mi dicono in comune in quali posti posso andare?
    Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Simone,
      ambulante con un posto fisso devi avere una licenza ben specifica, con previa autorizzazione per le piazze in cui potrai fermarti.Itinerante, la licenza ti consente di fermarti in un determinato luogo, non piu’ di due ore consecutive.

  28. Damiano ha detto:

    Ciao mimmo io vivo in provincia di taranto,o un furgone fast food ambulante e vorrei trasferirmi a Roma come potrei sapere se esistono posti per questo tipo di lavoro a chi mi dovrei rivolgermi,grazzie.

  29. luca ha detto:

    Ciao Mimmo
    Io e la mia compagna abbiamo intenzione di aprire un laboratorio di pasticceria, volevamo abbinare alla vendita il sistema food truck.
    Ci siamo informati sul veicolo e altro e la situazione ci è abbastanza chiara, quello che ci sfugge è la situazione della licenza itinerante, noi viviamo a Roma e a quanto pare è difficile che rilasciano licenze del genere, ma se noi la prendiamo in un altro comune poi possiamo usuarla in tutto il territorio nazionale???
    oppure se sai indicarci qualcuno o qualche società che si occupa delle pratiche per il rilascio di questa licenza.
    ti ringraziamo anticipatamente.
    saluti
    LUCA & STEFANIA

    • mimmo ha detto:

      Ciao Luca,
      societa’ che si occupano di rilascio licenze non ne conosco, ma se ti rivolgi alla CONFCOMMERCIO, sapranno sicuramente esserti d’aiuto.
      In bocca al lupo. mimmo

  30. andrea ha detto:

    Ciao mimmo.vorrei comprarmi un negozio mobile (panini)e girare l Europa stile america.che cosa mi occorre per realizzare questo sogno?licenze?tipo?

  31. Gianfranco ha detto:

    Ciao Mimmo innanzitutto complimenti per la tua disponibilità e preparazione che ho visto leggendo tutti tuoi post!
    Con un lemonbar a sola produzione artigianale posso mettermi dove e per quanto tempo voglio io (come per esempio in un parcheggio non a pagamnento) ad esclusione solo delle isole pedonali, marciapiedi e zone soggette a limitazioni? E’ vero poi che mi basterebbe solo la patita IVA di artigiano senza nessun’ altra licenza come quella di ambulante itinerante, SAB e quant’altro? Grazie per l’attenzione e complimenti di nuovo!

  32. Gianfranco ha detto:

    Ciao Mimmo innanzitutto complimenti per la tua disponibilità e preparazione che ho visto leggendo tutti tuoi post!
    Con un chiosco mobile tipo lemonbar e a sola produzione artigianale posso mettermi dove e per quanto tempo voglio io (come per esempio in un parcheggio non a pagamnento) ad esclusione solo delle isole pedonali, marciapiedi e zone soggette a limitazioni? E’ vero poi che mi basterebbe solo la patita IVA di artigiano senza nessun’ altra licenza come quella di ambulante itinerante, SAB e quant’altro? Grazie per l’attenzione e complimenti di nuovo!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Gianfranco,
      anche per effettuare vendite con un lemon bar, esistono dei regolamenti comunali ed e’ necessario essere in possesso di una licenza. Io ti consiglio di rivolgerti all’assessore al commercio per conoscere tutte le normative.

  33. Azzurra Favero ha detto:

    Ciao Mimmo vorrei aprire un lemon bar . Vorrei spostarmi nelle varie località turistiche. Visto che ogni comune ha la sua normativa a riguardo, secondo te sarà poi una cosa fattibile o mi ritroverò a lavorare una settimana all’anno? nel senso…. a me piacerebbe andare a sagre, feste di paese, mercatini, spiagg, ecc….. dove c’e’ gente vorrei esserci io, ma non capisco se potrebbe essere fattibile o meno…. graxie per l’attenzione.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Azzurra,
      come abbiamo gia’ citato nel post con la licenza itinerante ci si puo’ spostare dove meglio si crede, ma non si puo’ sostare nella stessa area, piu’ di due ore. Con la licenza ambulante, per sostare una giornata intera o ancor di piu’, e’ necessario fare una comunicazione al comune dove ci si vuole ” appoggiare” e conoscere se vi siano spazi disponibili e quali siano i costi.
      Saluti. mimmo

  34. gianfranco ha detto:

    Voglio comprare un triciclo a pedale per la vendita di macedonia mi sai dire se posso vendere dentro l’isola pedonale di qualsiasi comune

  35. Daniele ha detto:

    ciao Mimmo volevo chiederti io sto prendendo in gestione una panonoteca ambulante completa sia di lecenza che registratore di cassa e permessi asl io per poter essere operativo quali documenti mi servono ? grazie in anticipo per la tua risposta

    • mimmo ha detto:

      Ciao Daniele,
      se sei in possesso della licenza e tutti i vari permessi, credo che ti manchi solo di fare il corso HACCP. Senti anche presso la CONFCOMMERCIO.

  36. Enrico ha detto:

    Ciao buonasera a tutti, scusate il disturbo, ma ovviamente tra un idea e l’altra ricado sempre nella stessa situazione. Sono un cuoco capo partita da 10 anni, mi sono stancato di stare dietro a grandi Chef che sembrano tutto fuorchè amanti del cibo e delle persone che gli danno soldi per mangiare. Ho deciso quindi di mettermi in evidenza e cercare nuovi stimoli con la vendita ambulante. Ho tutti i corsi e le autorizzazioni per la somministrazione di cibi e bevande, Haccp compresa. Mi sto decidendo all’acquisto di un mezzo mobile, ma questi costano troppo e vorrei solamente lavorare. Il dubbio mi ha portato a chiederti, ma se prendo una roulotte senza modificare le parti strutturali, posso adibirla all’attività sopra descritta o successivamente devo fare mille controlli alla motorizzazione e quindi andare da un installatore e tornare al prezzo eccessivo di partenza? In attesa di valutazioni Ti porgo i miei più cordiali saluti Enrico Sunda.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Enrico,
      se la roulotte verra’ trainata da un mezzo e all’interno verranno rispettate le normative per la vendita di prodotti alimentari non credo sia necessario ottenere permessi da parte della motorizzazione.
      Io ti consiglio di farti fare dei preventivi,perche’ son convinto che trovando un buon usato gia’ a norma, potresti spendere meno che allestire una roulotte per trasformarla ad uso vendita al dettaglio.
      Valuta bene.

  37. sergio ha detto:

    ciao mimmo, scusa il disturbo, io ho un bar e per 3 giorni a giugno vorrei mettere un furgone speciale adibito a paninoteca che noleggio in una manifestazione a pochi chilometri da me!!! posso usare la mia licenza tenendo chiuso il mio locale per quei 3 giorni? che permessi devo chiedere?? se parcheggio in un posto privato ho bisogno dell’autorizzazione del comune??? grazie mille in anticipo!!!!

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sergio,
      senza farti perdere troppo tempo, ti consiglio di rivolgerti direttamente all’assessore al commercio del tuo comune.
      Saluti. mimmo

  38. claudio ha detto:

    salve vorrei sapere se possibile chiedere una licenza itinerante in mare….ho una barca bar con tanto di bancone frigo ma vorrei sapere se ci sono delle licenze per poter effettuare questo tipo di lavoro grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Claudio,
      so’ che ci sono dei ristoranti /bar allestiti all’interno di barche, ma per quanto riguarda le licenze, non saprei se devi rivolgerti all’assessore al commercio o alla capitaneria di porto.
      Saluti. mimmo

    • Benedetto ha detto:

      Ciao Claudio. Ho avuto la stessa idea per mia figlia e mio genero. Ti sei informato e sai dirmi cosa ci vuole , in termini burocratici, per iniziare? grazie

  39. Armando ha detto:

    Ciao Mimmo, cercando informazioni sul web sono arrivato a questo blog e vorrei chiederti: si possono vendere superalcolici con un chiosco ambulante? Siamo 3 amici e vorremmo capire se si puo vendere un sorbetto alcolico (a base di vodka principalmente) e altri cocktail ghiacciati in giro per la strada, sia in Italia che magari anche all’estero (vedi Ibiza). Ci sono delle limitazioni per gli alcolici? Si puo’ sostare dove si vuole oppure ogni volta bisogna chiedere un permesso a seconda della via/zona? Hai anche qualche informazione su come funziona in Spanga?
    Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Armando,
      le normative spagnole non le conosco, ma senza perdere troppo tempo per ottenere la licenza e le varie autorizzazioni, ti conviene rivolgerti direttamente all’assessore al commercio del tuo comune.
      Saluti. mimmo

  40. And ha detto:

    Salve Mimmo.. Io sarei interessato ad aprire un banchetto di pesce fresco.. Mi spiego meglio.. Avendo già il posto vicino ad un banchetto di frutta vorrei vendere del pesce fresco di giornata pescato da me quando possibile 2/3 volete la settimana per 2/3 ore il giorno.. Sinceramente non so come muovermi posso avere dei consigli.. Grazie mille

    • mimmo ha detto:

      Ciao And,
      la vendita del pesce non e’ il mio settore, ma di certo ti posso dire che non e’ cosi’ semplice come credi, poter pescare il pesce per poi venderlo al dettaglio. Prova a rivolgerti all’ASL, per capire se ti possano darti delle dritte-

  41. marco ha detto:

    ciao mimmo volevo chiederti con un furgone paninoteca potrei svolgere la mia attivita’ su terreno agricolo privato ? magari antistante al furgone allestire qualke ombrellone di quelli grandi con qualche tavolino…??? violerei qualche legge? grazie….!!!

  42. Damigiac ha detto:

    Salve,
    Io vorrei aprire un’attività di street food su furgone, chiosco oppure roulotte ma vorrei che non fosse itinerante ma su spiazzo dove poter mettere qualche tavolo in legno oppure un gazebo.
    Che tipo di terreno dovrei cercare?
    Privato commerciale oppure agricolo?
    Potrei cercarmi un parco pubblico e chiedere un occupazione di suolo pubblico?
    Gradirei consigli, grazie.

  43. Stefano ha detto:

    Ciao Mimmo,

    sto per definire la licenza di tipo B e le autorizzazioni del caso su Apecar.
    Potrei restare in forma piu o meno stabile( 4- 5 mesi) con la mia Apecar ambulante su un giardino privato (fronte strada) , dove inserirei 2 tavolini per i clienti.
    O esistono degli ostacoli legislativi?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Stefano,
      le normative per la gestione ambulante sono gestite dal comune, pertanto, senza farti perder tempo, ti consiglio di rivolgerti direttamente all’assessore al commercio.

  44. daria ha detto:

    ciaio mimmo volevo sapre se scondo te l’attività con un ape car di preparazione di spremute,frullati e macedonie rientra nel campo dell’artigianato o del commercio.
    Inoltre dopo 2 ore di sosta mi posso spostare anche solo di pochi metri per rimanere altre 2 ore in sosta?
    Credi che questa attività in zona universitaria possa essere remunerativa?
    grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Daria,
      la vendita ambulante rientra nella categoria dell’artigianato e commercio. Le normative sulle soste, sono regolamentate dai comuni, pertanto ti consiglio di rivolgerti direttamente all’assessore al commercio.

    • Enrico ha detto:

      Non dovresti chiedere quale sia la soluzione migliore affinchè l’attività sia remunerativa. Credi prima di tutto in quello che vorresti fare e parti con un idea di start up che ti permetta di essere vincente e al tempo stesso che ti soddisfi personalmente. Se chiedi in giro sentirai sempre campane diverse demoralizzandoti prima di poter cominciare. Quindi cerca di divertirti e fai un passo alla volta vedrai che sicuramente esce fuori qualcosa di Buono. Oltre al comune chiedi anche all’associazione ambulanti del tuo paese o limitrofi, loro sanno più risposte di chi sta in comune o dei tuoi diretti avversari che non ti diranno mai nulla di che. Scusate il disturbo. Enrico.

  45. cris ha detto:

    ciao vorrei farti una domanda…
    io vorrei acquistare un’imbarcazione omologata per 16 persone con divani e postazione bar già di suo come optional.
    vorrei fare vendita coast to coast tra le barche che sono in mare.
    frutta bibite panini gelati…
    come dovrei fare ? che tipo di licenza?
    ambulante itinerante? ramo d’azienda?
    a chi posso rivolgermi?
    grazie

  46. Marco ha detto:

    Ciao Mimmo…volevo chiederti…. io vorrei aprire una nuova attività di ristorazione(tipo una braceria) e mettermi su un marciapiede, secondo te è possibile? si può chiamare chalet? come devo fare?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Marco,
      non ho mai sentito parlare di un’attivita’ simile, ma puoi provare a contattare la CONFCOMMERCIO.
      In bocca al lupo. mimmo

  47. francesca ha detto:

    Ciao mimmo, volevo iniziare questa attività e chiedendo i vari permessi in comune, in uno di questi mi farebbero sostare a 109 metri da un bar. Psso sostare o ci sono leggi che prevedono una certa distanza da altre attività. Non vorrei prendere la multa grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Francesca,
      le licenze itineranti sono regolate dal comune, pertanto devi rivolgerti ai vari assessori al commercio.
      Saluti. mimmo

  48. davide ha detto:

    Salve, Vorrei aprire un chiosco per la sola vendita di bevande (cocktail a base di frutta fresca, birre, vini, superalcolici, bibite gassate, caffè etc.). L’idea sarebbe quella di svolgere l’attività esclusivamente nel periodo estivo, in località marittima, mettendo a disposizione il giardino della villa di famiglia. Se fosse possibile, quali requisiti servono e quali permessi dovrei richiedere al Comune? Grazie in anticipo!

  49. Massimiliano Garbati ha detto:

    Salve volevo sapere se esiste la possibilità di gestire un chiosco ambulante, e di somministrare solo bevande e superalcolici. ln tal caso che tipo di liecenze occorrono e che attestati bisogna avere. Grazie

  50. Andrea ha detto:

    Ciao,
    Possiedo un terreno agricolo, se volessi aprirlo al pubblico con il classico chiosco in legno a chi mi dovrei rivolgere per avere i permessi se e possibile ?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *