APRIRE UNA GELATERIA: LA LOCAZIONE E IL BUSINESS PLAN
14 novembre 2009
I FINANZIAMENTI PER APRIRE UN BAR: IL LEASING
23 novembre 2009

LA FIGURA DEL NOTAIO PER COMPRARE UN BAR

Costi e diritti: il ruolo del notaio per trattare un bar in vendita

Quando si vuole acquistare un bar e comprare un locale, molto rapidamente, quando si va verso la fine della trattativa, si viene in contatto con la figura del notaio.

Il notaio è di fatto sia un libero professionista che un pubblico ufficiale, e da questo fatto derivano alcune considerazioni.

Essendo un pubblico ufficiale, chiamato a registrare atti ufficiali fra privati, di lui non si può fare a meno, diciamo che è un funzionario statale che deve certificare che c’è stato un passaggio di mano di un bene (una casa, un bar, una macchina) e che questo è stato fatto nel rispetto di leggi e nel pieno diritto di tutte le persone o le entità (società) coinvolte.

Il notaio però è, come tutte le figure pubbliche, un po’ al servizio del cittadino, oltre che dello stato. Quando redige l’atto di vendita esso deve essere attento a controllare le licenze, verificare che non vi siano vincoli alla cessione dell’attività e registrare le procedure in modo che non ci siano problemi in questo senso nell’affare che si va a concludere.

Nell’acquisto di un bar poi, come nelle sue altre funzioni, il notaio è anche un libero professionista, come dicevamo all’inizio, e per questo soggetto alla concorrenza.

Segniamo alcuni punti, la maggior parte dei soldi che si spendono dal notaio sono bolli, tasse e altre parti accessorie, su cui non si può agire in alcun modo. Il compenso notarile vero e proprio, però, può cambiare da notaio a notaio (spesso i notai più giovani praticano tariffe più basse) per cui, visto fra l’altro che il notaio deve essere scelto dalla parte compratrice, conviene telefonare ad un po’ di studi notarili (i numeri si trovano sull’elenco) e chiedere dei preventivi spiegando il tipo di compravendita che si vuole portare avanti. Attenzione, le differenze possono essere anche nell’ordine di mille euro. In questo senso il gruppo di Aprire un bar gode di alcune convenzioni con Agenzie e notai per ottenere trattamenti preferenziali, per un bar in vendita a Firenze o in toscana potete rivolgervi all’agenzia AC

17 Comments

  1. alex ha detto:

    Buongiorno ,
    sono in procinto di acquistare un bar , vorrei sapere se al momento dell ‘atto , ho delle spese da pagare subito?cioé mi sembra che anche l acquirente deve pagare una % sul prezzo del bar (se si, che % e quando?).
    Ex: prezzo bar 180 mila, andiamo dal notaio (chi paga il notaio?io o il venditore? si paga subito?)

    Grazie anticipatamente 😉

    • mimmo ha detto:

      Ciao Alex,
      le spese notarili sono a carico dell’acquirente e normalmente il pagamente viene effettuato nel giro di 30, massimo 60 giorni.

  2. manola cavallo ha detto:

    Ciao, mi chiamo Manola ed ho intenzione di aprire un bar in affitto d’azienda nel mio paese.vorrei sapere se è obbligatorio un atto notarile e quanto potrebbe costare. grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Manola,
      si’ e’ obbligatorio l’atto notarile. Ti consiglio di farti fare un preventivo da almeno due notai, perché le tariffe variano da studio a studio.

  3. Roberta ha detto:

    Ciao!! Io dovrei rilevare un ristorante, circa 170.000€ con affitto mura di 4.000€ .. Quanto andrei a pagare dal notaio? Potremmo in accordo col venditore mettere meno del costo sul contratto di vendita ?? Infine, l’agente/agenzia immobiliare lo paga il venditore non io vero ? Grazie mille

    • mimmo ha detto:

      Ciao Roberta,
      come abbiamo gia’ riportato nel post,ti ripeto che la cifra spettante per l’atto notarile, puo’ variare da notaio a notaio,pertanto ti consiglio di chiedere preventivi presso diversi studi.Normalmente l’agenzia che si occupa della vendita,per il compenso chiede una percentuale(intorno al 2%) ad ambo le parti.
      Tramite accordo tra le parti si puo’ dichiarare un prezzo inferiore rispetto a quello definito.

  4. mirko ha detto:

    salve ho acquistato un bar nel 2012 l’ho pagato 50000 con atto notarile adesso l’ho spostato di indirizzo da 123i a 123/h che pago meno di affitto lo voglio vendere ma serve ancora l’atto notarile e la licenza per chi compra grazie

  5. nellina1982 ha detto:

    facendo il preliminare in un consulente privato,per un bar,avendo le chiavi in mano,posso incominciare a lavorare,oppure si deve aspettare che si fail rogito?

  6. Alessandro ha detto:

    Buongiorno… Sto prendendo un bar in affitto d’azienda il costo del notaio e a mio carico? E entro quando bisogna pagarlo?
    Grazie

  7. Mario ha detto:

    Buonasera sto acquistare un bar il propietario mi ha chiesto di fare l’atto il 24 novembre però con inizio 1 dicembre ,quindi di continuare lui ancora 1 settimana volevo sapere se vado incontro a qualche fregatura grazie

  8. Alessandro ha detto:

    Buona sera vi ho già scritto più volte e ricevuto con piacere le vostre risposte..
    Ho un’altra domanda da porvi..
    Sto prendendo un locale in affitto d’azienda, dopo aver proceduto con l’apertura della società con sede legale all’indirizzo del locale, dopo aver fatto richiesta di un affido bancario di 10000€ con garanzia del confidi e aver fatto un preaccordo di affitto d’azienda con possibilità di acquisto dell’attività dopo i primi due anni… Oggi il proprietario del locale ha deciso che non me lo vuole dare più per sue motivazioni..
    Lo può fare?
    Posso fare causa al titolare dell’attività?
    Grazie Alessandro

  9. raffaele ha detto:

    per comprare un attivita bisogna aprire la partita iva prima di andare dal notaio o la si apre dopo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *