COME FARE IL PIANO HACCP NEL BAR E EVITARE LE MULTE
24 febbraio 2010
LA DESTINAZIONE D’USO E L’EVENTUALE CAMBIO PER I BAR E RISTORAZIONE
2 marzo 2010

QUALI SONO I REQUISITI PROFESSIONALI PER APRIRE UN LOCALE?

Il REC è stato sostituito come concetto e come metodo dai requisiti professionali. Scopriamo quali sono i nuovi requisiti per aprire un bar, e vedremo che non sono molto diversi dal solito.

u barba - esterno con campod a bocce su sfondoCominciando a scorrere l’elenco dei requisiti professionali ci accorgeremo di conoscerlo già. Si tratta, di fatto, dei requisiti che per anni sono stati richiesti per accedere all’esame, e quindi all’albo REC. Abbiamo detto che la logica REC non esiste più, ne esame ne albo, il senso di questi requisiti è quindi quello di dimostrare di possedere un esperienza in questo lavoro, e non di cominciare a fare gli imprenditori, in un mondo difficile, entrando da totali sprovveduti.
Non spaventiamoci per l’elenco, la legge richiede il possesso anche di uno solo dei seguenti punti.

Aver frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio relativo al settore merceologico alimentare, istituito o riconosciuto dalla regione
Essere in possesso di un titolo di studio abilitante la somministrazione alimenti e bevande che vale anche per il settore alimentare (generalmente istituto alberghiero). In questo senso c’è da dire che negli ultimi anni sono riconosciuti anche titoli di studio di paesi esteri.
Avere esercitato in proprio, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, l’attività di vendita all’ingrosso o al dettaglio di prodotti alimentari, o avere prestato la propria opera, per almeno due anni nell’ultimo quinquennio, presso imprese esercenti l’attività nel settore alimentare, in qualità di dipendente qualificato addetto alla vendita, alla preparazione o all’amministrazione o in qualità di socio lavoratore di cooperativa, o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado dell’imprenditore, in qualità di coadiutore familiare, comprovata dall’iscrizione all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale INPS.
Essere stato iscritto al registro esercenti il commercio (REC) di cui alla legge 11 giugno 1971 n. 426 per uno dei gruppi merceologici individuati dalle lettere a), b) e c) dell’art. 12, comma 2, del D.M. 375/1988, salvo cancellazione da medesimo registro, volontaria o per perdita dei requisiti.
• Come nel vecchio REC, se l’attività commerciale è svolta da una società, il possesso dei requisiti professionali è richiesto al solo legale rappresentante o ad altra persona specificatamente preposta alla gestione commerciale. Il famoso preposto, una specie di “responsabile tecnico” che dovrebbe, almeno sulla carta, ovviare con le sue capacità alle nostre mancanze professionali, deve essere nominato in apposito atto e non necessariamente deve essere parte della società. Devo dire che non sono convinto che cercare ogni modo per non fare il corso sia una buona cosa, è un’ottimo sistema per accrescere la nostra professionalità e competenza.

I requisiti che possediamo dovremo autocertificarli e tenerli fra i documenti per aprire un bar e che dovremo conservare nel bar, e per farlo dovremmo trovare i moduli allo sportello unico delle imprese, nelle sedi decentrare della Camera di Commercio, alle Confesercenti e Confcommercio e anche su internet.

Se poi avete bisogno di mettere in fila tutti gli aspetti tecnici, burocratici, legislativi e di marketing  per l’apertura di un bar, prendete parte alla giornata full immersion di apertura e marketing di bar e locali che trovate su questa pagina, e magari portate anche piantine, bilanci e indicazioni del locale che state valutando, potrete valutarli gratuitamente a fine corso con i responsabili del nostro gruppo.

523 Comments

  1. mara ha detto:

    buongiorno, non so se c’entra con l’argomento, ma ho un dubbio. vorrei aprire un locale a roma e nella zona che mi interessa devo raggiungere 155 punti. non ho possibilità di fare bagni separati né tantomento parcheggi. allo stato attuale delle cose raggiungo 145 punti. è già stato fatto un corso sab. ma se eventualmente facessi un corso di barman, e prendessi 10 punti, sarebbe possibile cumularli? grazie mille in anticipo!

  2. Fabio ha detto:

    Salve io ho lavorato 2 anni in gastronomia in Germania come dipendente ,posso evitare do fare il corso?

  3. Giulia ha detto:

    Buonasera. Mi piacerebbe aprire un’attività ma ho un dubbio che mi tormenta: Per diversi motivi non sono riuscita a prendere un diploma superiore , mi sono dedicata alla carriera a bordo di luxury yachts, sono stata chief stewardess (capo stewardess) e sono stata anche crew chef. Ho seguito un corso di cucina in Inghilterra e un corso da barman che mi hanno rilasciato delle certificazioni. Parlo italiano inglese e spagnolo, ho molta esperienza nell’indurstria hospitality e mi chiedevo se il fatto di non avere un diploma superiore potrebbe essere un problema. Grazie in anticipo per il suo aiuto .

    • domenico marchi ha detto:

      Ciao Giulia,
      per gestire un’attivita’ commerciale e per entrare in possesso di una licenza e’ sufficiente avere la licenza di terza media.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *