TRAVELLING TO THE COFFEE PLANTATIONS…
29 novembre 2016
VENDESI LOCALE A CALUSCO D’ADDA, PROVINCIA DI BERGAMO
3 dicembre 2016

QUANTI POSTI A SEDERE POSSIAMO METTERE IN UN BAR O RISTORANTE

Quanti posti a sedere possiamo mettere nel nostro ristorante o bar? Proviamo a calcolarlo in questo post.

 

Mica male come affollamento? ma quante sedie possono stare in un ristorante?

Mica male come affollamento? ma quante sedie possono stare in un ristorante?

Calcolare il numero di clienti seduti che può ospitare un locale non serve veramente in buona parte dei bar “di passaggio” dove il consumo avviene soprattutto in piedi. In questi casi può essere molto più importante valutare la giusta lunghezza del bancone, che deve essere sì sufficiente, ma non può essere calcolata soltanto tenendo conto dei clienti cui dovrà permettere di accedere, bensì anche il numero di operatori che dovrà ospitare (un barista solo dietro un banco molto lungo diventa un maratoneta stravolto che fa solo aspettare i clienti) e della disposizione di vetrine e attrezzature.

Calcolare il numero di posti a sedere in un bar o ristorante diventa però molto importante quando si suppone che i clienti fruiranno del nostro locale in tempi più lunghi. Fra questi casi:

  • Ristoranti
  • Bar che lavorano molto a pranzo
  • Sale da tè e locali “da pomeriggio”

In locali come questi il numero di posti a sedere può fare la differenza, quando si calcola se si raggiungerà o no il punto di pareggio con gli incassi. Come si calcolano allora i posti a sedere, le sedie che possiamo mettere nel nostro locale?

Per capirlo cominciamo a ragionare sugli spazi di occupazione. Un tavolo quadrato, (i più comuni nei locali) misura di solito fra 80×80 o 90×90, le sedie, anche se poste parzialmente sotto il tavolo, arrivano a 40X40; a questo vanno aggiunti circa 30/40 centimentri per il passaggio fra un tavolo e l’altro.
Moltiplicando il tutto si arriva, per un tavolo con 4 posti a sedere a 4,80/5 mq, quindi circa 120cm quadrati per seduta.

I manuali parlano di fatto di:

  • 1,20 mq per posto a sedere in un bar
  • 1,50 mq per ristorante/pizzeria
  • 2.00 mq per “fine restaurant”

Quest’ultima è una distinzione molto presente sui siti americani di Food and Beverages management, e si riferisce ai ristoranti stellati, di alto livello, dove si suppone che il cliente debba sentirsi meno “accalcato”.

E’ da considerare come diverse ASL (e anche tabelle degli studi di settore che abbiamo potuto valutare) considerano il primo dato, quindi un posto a sedere ogni 120 centimetri quadrati, come quello di riferimento, e su quello calcolano misure di sicurezza e valutazioni degli incassi.
Può inoltre essere importante considerare come anche le misure della cucina, nei locali di nuova apertura, devono essere rapportate al numero di posti a sedere (di solito 20 metri quadri di cucina per 50 posti).

Se queste sono le regole, sappiamo bene però che stravolgerle non è impossibile, anzi, a volte è geniale, come nel caso del delizioso ristorantino di Nizza di cui parlammo in questo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *