Le foto dei corsi di caffè!
27 ottobre 2016
Cosa Vendere in un bar: le Bevande Calde Invernali. 2° parte
3 novembre 2016

Cosa Vendere in un bar: le Bevande Calde Invernali. 1° parte

Come migliorare un bar e la sua offerta di prodotti? Per attirare clienti in inverno un classico bicerin di Torino o la chocolate spagnola potrebbero essere idee vincenti!

 

 

Cioccolata calda e marchmellows, Come rilanciare un bar caffetteria!

Cioccolata calda e marchmellows, Come rilanciare un bar caffetteria!

Nel momento in cui stiamo scrivendo questo post (settembre) non sappiamo ancora se quest’autunno/inverno sarà tiepidino, come quello degli ultimi anni, o freddo come quelli di una volta. In ogni caso sappiamo che i clienti del nostro bar si sentiranno in un bel mood invernale, e se sapremo proporre loro coccolanti preparazioni invernali, di quelle che scaldano lo stomaco, le mani e l’anima, potremmo farli nostri anche per la stagione estiva.

Grazie ad una serie di articoli di Hotel.info abbiamo giocato a fare un giro dell’Europa, per scovare nelle nazioni fredde (ma anche in Spagna) le più famose e piacevoli tazze bollenti da proporre nel nostro bar in inverno. Vediamole insieme in due puntate.

 

IDEE PER BAR CAFFETTERIA IN INVERNO

IL BICERIN DI TORINO

Preparare il vero bicerin di Torino nel nostro bar

Preparare il vero bicerin di Torino nel nostro bar

Come prima proposta restiamo italianissimi, visto che a Torino è stato inventato nel ‘700 il vero progenitore di tutti i vari mocaccini e bicchierini e nutellini che si propongono adesso in giro per l’Italia. Questa prepararazione non è però piccola come un espresso, ma un bel bicchierone.

 

Gli ingredienti necessari sono:

  • 120gr di cioccolato fondente
  • 70ml di Latte
  • Caffè (anche un espresso doppio)
  • 50 ml di panna fresca,
  • Zucchero vanigliato, un cucchiaino

Preparazione

Fondere a bagnomaria il cioccolato con i 70 ml di latte.  Montare leggermente la panna insieme ad un cucchiaio di latte e allo zucchero vanigliato.
Versare delicatamente sopra la cioccolata ancora calda il caffè nero, quindi aggiungere con un cucchiaino la panna semimontata, stando bene attenti che si mantengano i tre strati del bicerin.

Siete a caccia del Bicerin originale? Non potete allora perdervi la storica caffetteria “Al Bicerin” in Piazza della Consolata, 5 a Torino.

 

LA CIOCCOLATA CALDA SPAGNOLA

La cioccolata spagnola con i churros...

La cioccolata spagnola con i churros…

Se dalle nostre parti l’inverno è davvero freddo possiamo provare a proporre quella bomba calorica che è la cioccolata calda alla spagnola, arricchita di farine addensanti e (dice la tradizione) bollita tre volte per arrivare alla consistenza perfetta. Per altro si gusta generalmente con i churros, i tipici dolci lunghi e fritti; gnum!

Gli ingredienti necessari sono:

  • 50 gr di Cioccolata
  • 150 ml di Latte
  • Zucchero
  • Farina di granoturco, o un altro addensante (facoltativo)

Preparazione

Si comincia scaldando il latte, circa 150 ml per persona. Si versa quindi la cioccolata e si gira facendola sciogliere. Se a questo punto volete addensare la cioccolata, potete aggiungere un po’ di fecola. E’ possibile anche addolcirla con lo zucchero, ma questa scelta si può lasciare al cliente… adesso cercate anche la ricetta dei churros 😉

 

LA BIRRA BRULE’ DI COLONIA

Preparare nel nostro bar l'autentica birra brulee tedesca

Preparare nel nostro bar l’autentica birra brulè tedesca

I tedeschi, lo sappiamo tutti, vanno matti per la birra, sarà per questo che a Colonia, nel cuore della Germania, si beve la birra brulè, speziata, come il vino…

Gli ingredienti necessari sono:

  • 1 litro di birra scura
  • 1 arancia
  • 2 chiodi di garofano
  • 2 stelle di anice
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 2 cucchiaini di zucchero di canna
  • 100 ml di succo di ciliegia

Preparazione

Con un pestello polverizzate cannella, anice stellato e chiodi di garofano. A questo punto riscaldiamo la birra a 60° (se lo fate con la lancia vapore, scaldate fino a quando è difficile tenere una mano sulla lattiera). Dopo averla scaldata, fate riposare la birra per un paio di minuti.
Dopo un quarto d’ora aggiungete le spezie e la buccia d’arancia. Infine unite il succo di ciliegia, lentamente.

 

IL LATTE ALL’ANICE OLANDESE

Il latte all'anice olandese...

Il latte all’anice olandese…

Sì, so bene che molti pensino che la specialità di Amsterdam, sia, in estate e in inverno, un altra. Invece, anche se un po demodè, il latte all’anice rimane la classica preparazione per i giorni freddi.

Gli ingredienti necessari sono:

  • 1 l latte
  • 45 g zucchero
  • 25 g semi di anice Extra
  • 0,25 l pastis (o Sambuca) facoltativo

Preparazione

Portate il latte in ebollizione e aggiungete i semi di anice lasciando infondere per mezz’ora mantenendo il latte caldo (magari su una piastra al minimo). A questo punto riportate il latte ad ebollizione e aggiungete lo zucchero (quest’ultimo passaggio fatelo con la lancia vapore, renderà la bevanda più cremosa).
Per chi lo preferisse più energico può dimezzare lo zucchero, aggiungendo al suo posto un goccio di Pastis. In alcune caffetterie di Amsterdam usano  zollette di zucchero all’anice.

Dopo questa prima cavalcata di bevande calde siamo ancora infreddoliti? Andiamo a vedere la seconda puntata delle bevande calde da proporre nel nostro bar. La trovate a questa pagina.

CLICCATE QUI e scoprite i nostri CORSI DI CAFFETTERIA, LATTE ART E BARMAN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *