Incassi, Guadagni e Strategie di Crescita per il Bar di un Piccolo Centro
20 Giugno 2013
VENDESI BAR A PISA CENTRO
21 Giugno 2013

I BAR “RASSICURANTI” DELLA NUOVA SPAGNA

Lo avevamo già visto a Londra (post) e la conferma ci arriva dalla Spagna: spariscono i bar e ristoranti super moderni, super neri, super bianchi, super metallizzati, e arrivano, benvenutissimi (almeno da noi) quelli dove prevale un atmosfera casalinga, dolce, serena, piena di passione.

Le atmosfere dell'Ubikcafè di Valencia, uno dei bar letterari raccontati nell'articolo.

Le atmosfere dell’Ubikcafè di Valencia, uno dei bar letterari raccontati nell’articolo.

A raccontarcelo è un bel servizio pubblicato sul blog tierra.it, che mette in fila una serie di locali spagnoli, fra Madrid, Barcellona e Valencia, dove a prevalere è una immagine serena appunto, di casa e perfino di casa di una volta. I ristoranti proposti da tierra sono i più vari, si va dall’atmosfera caliente di “la Pepita” a Barcellona fino alla strepitosa caffetteria-libreria (si direbbe bar letterario) Ubikcafè a Valencia.

In questi locali si sposta l’attenzione dall’ambiente e l’arredo di nuovo al cibo, e l’esperienza del cliente e l’ambiente tornano ad essere rassicuranti, più sereni, più domestici, più casalinghi e quindi si tende ad entrare in un locale come questo più volentieri, senza sentirsi in soggezione e soprattutto (rischio sempre molto presente) senza il rischio che il cliente non entri perché percepisce il locale come molto costoso, elitario.

È questo il mantra che in effetti ci sentiamo di dover ripetere durante i corsi di gestione (a proposito, la data di fine luglio finalmente riusciamo ad organizzarla infrasettimanale, per venire incontro ai molti che fanno il nostro lavoro e nel fine settimana sono dietro al bancone) è: il cliente entra volentieri in un ambiente rassicurante, con un piccolo dettaglio fuori posto (ricordate il bar con la bici dentro?) quindi non spendiamo in arredo, o meglio, spendiamo in arredo la moneta più preziosa di tutte: la fantasia!

 

2 Comments

  1. Stefano ha detto:

    Va bene l’atmosfera “casalinga”, ma non bisogna mai trascendere nella sciattoneria e nel pressapochismo, tipiche dell’italiano medio…
    Soprattutto bisogna sempre tenere d’occhio i bisogni essenziali del cliente e non trascurare pulizia e professionalità!

    • steven ha detto:

      il servizio, sottolineerei anche con le sagge parole di stefano, non va trascurato: a me piace un servizio sempre attento e super educato, discrezione e igiene visibile (per chi segue i clienti al tavolo soprattutto). Il bicchiere va preso nel modo giusto, sempre per igiene, posate incartate ecc. Professionali appunto, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *