GLI IMPIANTI DI VIDEO SORVEGLIANZA NEI BAR
6 Luglio 2012
IL BAR DI SIMONE, CAMPIONE DI LATTE ART
9 Luglio 2012

FARE L’ICE CAPPUCCINO E LA CREMA DI CAFFÈ FREDDO AL BAR

Come si preparano gli ice cappuccini al bar? Qual è il food cost di un cappuccino freddo e quali sono i ricavi possibili? Per preparare una crema di caffè freddo, conviene avere un granitore in comodato o acquistarlo? Lo spiega ad aprireunbar Fabbri 1905, l’azienda bolognese leader nel settore del fuoricasa.

La moda, in Italia, si è diffusa sulla costa adriatica prima che in altre zone, ed è poi arrivata in nuove aree della penisola. È questa la premessa che fanno in Fabbri, parlandoci di un prodotto che ormai, nel periodo estivo, è comune trovare nei bar: la crema fredda di caffè.

Questo tipo di preparazione, oggi sempre più diffusa, affonda le sue radici nelle esperienze di altri due paesi. La Grecia, dove è tradizionale il “caffè-frappè”, preparazione frullata con ghiaccio e caffè solubile. E gli stati Uniti, dove con la fine degli anni Ottanta è esplosa la moda dei frappuccini di Starbucks.

Due realtà che hanno convinto anche il mondo del fuoricasa italiano a introdurre, nell’offerta al cliente, una novità: un prodotto che unisce l’aroma del caffè e la golosità del gelato.

Il successo degli ice cappuccini è stato immediato. La crema fredda di caffè, infatti, è buonissima da sola, e si presta ad essere reinterpretata in moltissime varianti: aromatizzata con sciroppi, guarnita con topping o decorata con altre specialità, come il il Kroccant una salsa al cioccolato, sempre di Fabbri, che, se morbida mentre si versa, si solidifica (e crocca) a contatto con il freddo.

Un ampliamento dell’offerta di sicuro interesse per il gestore. L’investimento è di circa 20 centesimi di euro per ogni porzione di crema fredda (pari a circa 80 cl), che può essere venduta a un prezzo compreso fra 1,80 e 3 euro.

La crema fredda può essere preparata direttamente nel granitore e spinata al momento di essere servita.

I granitori, ci raccontano alla storica azienda Fabbri, rientrano sempre nell’offerta di vendita ai propri clienti. Una soluzione preferita a quella del comodato d’uso, e ritenuta ideale soprattutto guardando a come le richieste di crema fredda da parte dei consumatori siano in crescita costante, capaci quindi di permettere un recupero dell’investimento in tempi relativamente brevi.

«Chiunque volesse allargare l’offerta del proprio esercizio attraverso gli ice cappuccini può contattarci» commentano in Fabbri. «La nostra azienda sa anticipare le mode per vocazione e da sempre aiuta i professionisti del fuoricasa a trovare le idee e i prodotti migliori per cavalcare i trend di mercato. Mettiamo infatti a disposizione, oltre ai migliori ingredienti, anche il know how e le competenze di oltre cent’anni di esperienza.»

Per ulteriori informazioni sui prodotti per creme fredde è possibile contattare [email protected]

Tags:
  • caffé
  • 2 Comments

    1. […] estivo e spumoso? un caffè freddo emulsionato o un americaneggiante frappuccino (a proposito, qui la ricetta per prepararlo)? Sono sempre di più i motivi per avere al proprio bar un blender, lo strumento […]

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *