VENDESI BAR A LECCO
10 Marzo 2011
L’AUMENTO DEL PREZZO DEL CAFFÈ DA BAR. DALLA BORSA, ALLA TORREFAZIONE, AL BARISTA
15 Marzo 2011

UN BAR DI PRODOTTI BIOLOGICI: IL JUICE BAR

Un modello tornato di moda: i bar naturali, tutti succhi e frullati. Tanti esempi da visitare, fra Milano e Torino…


juicebar-rinascente-duomoIn una recente trasferta milanese ho scovato, in un angolino dell’immenso salone della stazione centrale, un bar che incarna una vera e propria tendenza del momento: il bar bio “Juice bar”.
Questo bar è parte di una catena e mi ha fatto pensare ai molti ragazzi (credo almeno una decina) che negli ultimi mesi sono arrivati ai nostri corsi di gestione e management portando un loro progetto di bar dedicato a cibo e bevande biologiche, magari con un’attenzione alle intolleranze e ai celiaci.
Il juice bar si presenta con una piccola scelta di frutta esposta quasi come in un mercatino, una vetrina dedicata ai panini e una vetrina refrigerata dove, capisco, è possibile scegliere ingredienti per creare una propria insalata. Non manca, noto con piacere, una parte di brioche e pasticceria, perchè chi dice che mangiare bio debba essere per forza sinonimo di mangiare anche sano? (sempre che sano voglia dire qualcosa di specifico?)
Certo, come concetto devo dire che la bella scelta di insalate la vedrei meglio in un bar che abbia qualche posto a sedere in più degli strapuntini del locale alla stazione, ma se c’è un elemento che a me, visitatore e cliente non piace del bar forse è il nome. Juice bar  in effetti mi ricorda un po’ troppo le yogurterie e i bar salutistici che esplosero negli anni ’90, per poi scomparire quasi completamente, il nome me lo ricorda, ed è un peccato, perchè qui si può trovare, ben interpretato in chiave bio, tutto quello che si trova in un normale bar e anche di più, e non solo quelli yogurtini o centrifugati di frutta che faranno tanto bene ma, diciamocelo francamente, non vuole quasi nessuno.
Finora? Sì, e adesso non mancano le bellissime idee, come il più recente “Gaia” a Torino e tante idee per le centrifughe di frutta in questo post.
Tags:
  • idee per bar
  • 9 Comments

    1. Marco Blasi ha detto:

      Io direi che per ora non li vuole nessuno.. a breve credo vi sara’ una forte inversione di tendenza o almeno un interesse che esplodera’ verso questi concetti salutaristi, all’ estero spopolano soprattutto nelle regioni anglosassone dove l’ italiano e’ portato maggiormente ad emigrare.. per rimanerci o meno e indifferente cio che sicuramente rimarra’ impresso e’ questo tipo di business totalmente sottovalutato per la mancanza di educazione da parte dei professionisti del settore a livello italiano.

      Credo che questa tendenza verra’ a ripropori anche grazie ad una richiesta che a breve potra’ ripresentarsi sul mercato italiota, dato che anche i media italiani lavorano da diverso tempo su uno stile di vita piu’ salutare.. a partire dall’ alimentazione a finire con le palestre di ultima generazione!

      Quindi questo tipo di concept non saranno da sottovalutare.. dovuto anche al fatto che i clienti scoprono queste realta’ ogni giorno, dovuto al fatto, che con le compagnie di volo low cost, con pochi euri si e’ in grado di conoscere e visitare posti e culture che effettivamente alle masse… Piaciono!

    2. Andrea Serra ha detto:

      Concordo con Marco, io quel posticino in Stazione Centrale l’ho conosciuto per sbaglio gironzolando e da quando l’ho provato, ogni volta che prendo un treno passo dentro a bermi un ottimo caffè o un succo fresco…

      Una volta su un viaggio lungo mi sono fatto fare un insalata e devo dire che sono bravi, peccato che sono piccolini e invisibili…

      Mi piacerebbe trovare un Juicebar come questo anche nella mia città a Verona, ma sebbene ci sono tanti bar, uno specifico cosi’ non si trova… Chiedero’ la prossima volta se fanno franchising…

    3. Mira ha detto:

      Chiquita ha lanciato i Fruit Bar in Italia
      http://www.chiquitafruitbar.it

    4. article ha detto:

      You really make it seem so easy together with your presentation however I find this topic to be actually something which I think I’d by no means understand. It kind of feels too complicated and extremely large for me. I’m having a look forward in your subsequent publish, I’ll try to get the hang of it!

    5. […] e rapido passaggio in stazione  centrale, per ritrovare, il bar Juice a cui avevamo già dedicato questo post, e trovarci dentro questi simpatici dispenser di miele per il caffè; carini, igienici, e parecchio […]

    6. […] Quindi semplicità burocratica e piccolo investimento, ma conviene aprire una yogurteria? Al di là di ogni trionfalismo, il consumo dello yogurt in Italia è si in crescita, ma soprattutto nel segmento da supermercato, mentre appare difficile, a meno che non si riesca a comunicare dei grandi valori aggiunti, riuscire a riempire un locale vendendo solo yogurt. Sensato è probabilmente proporre lo yogurt all’interno di locali che offrano anche altro, altro magari sempre legato ai concetti di alimentazione sana e fit che comunica lo yogurt, un esempio del genere lo raccontammo tempo fa su questo blog parlando della catena “Juice”. […]

    7. […] dire che l’avevamo visto anni fa, quando parlammo del bar Juice di Milano, ma eravamo facili profeti, come accaduto per altre mode, dagli Stati Uniti è arrivato, e […]

    8. valeria ha detto:

      Salve vorrei sapere come posso fare ad aprire un bar tavola calda tipo il “MO CAMFORTFOOD CAFE” con prodotti sani e biologici.
      Vorrei aprire una catena già esistente!Come posso fare?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *