IL COSTO DELLA MATERIA PRIMA O FOOD COST, NEL CAFFÈ, CAPPUCCINO E CAFFETTERIA
6 Luglio 2010
FARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL PROPRIO LOCALE, UNA OPPORTUNITÀ DI COMUNICAZIONE
21 Luglio 2010

LA TOSAP O TASSA SULL’OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO PER BAR E RISTORANTI

Con la bella stagione avere uno spazio esterno può essere perfetto per attirare clienti, ma lo spazio dove si mettono i tavoli ha un costo, come funziona la tassa sul suolo pubblico?

u barba - esterno con campod a bocce su sfondoTutti i locali che occupano del suolo pubblico, magari mettendo tavoli e sedie in piazza, ma anche semplicemente piazzando un’insegna o un cartello, devono pagare l’occupazione di suolo pubblico. Questa è una tassa che viene calcolata moltiplicando una cifra per metro quadro per giorno per tutto il periodo di occupazione, che può essere di un’anno intero per un locale che ha un dehor permanente o di un solo giorno per una festa paesana.
La cifra per metro quadro varia a seconda del comune e anche della zona, normalmente i locali posti in aree di grande passaggio o turistiche pagano molto di più del piccolo bar nel piccolo paesino.

Il suolo pubblico viene richiesto all’ufficio competente del comune, e di solito questa richiesta viene accompagnata da una pianta di come lo spazio verrà realizzato; dello spazio occupato, di come saranno (colore e foggia) gli arredi urbani (sedie, tavoli, piante) etc. Questi elementi infatti dovranno essere in linea con le ordinanze comunali di pubblico decoro.
Una volta che la domanda viene accettata verrano recapitati dal ufficio preposto anche i bollettini per pagare la tassa. In molti casi, visto che la cifra può essere abbastanza alta, viene permesso un pagamento rateale.

Curioso dire che la tosap si paga anche per una bacheca che, posta sul muro, sporge di qualche centimetro. L’”ombra” (si dice proprio così) che a mezzogiorno la bacheca proietta sul terreno potrà essere tassata come occupazione di suolo pubblico.

2 Comments

  1. Alberto ha detto:

    Ciao prima di tutto i miei complimenti per il vostro lavoro, il vostro sito mi ha tolto molti quesiti. Vi volevo chidere che differenza c’è a livello di tasse da pagare tra un gazzebo fisso e un’ occupazione removibile tipo qualche tavolino con sedie? Grazie e un grosso saluto a tutti

  2. mimmo ha detto:

    Ciao Alberto,
    l’occupazione del suolo pubblico, viene pagata al comune, in base alla metratura occupata e non fa nessuna differenza se viene occupata da un gazebo o dei tavoli. L’unica differenza puo’ essere che per i tavoli puoi pagare per un certo periodo (stagionale), invece con il gazebo, anche se ci saranno dei mesi di chiusura, dovrai pagare la tosap per tutto l’anno.
    Saluti. mimmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *