Cedesi Bar Trattoria Pizzeria a Genova
22 novembre 2011
QUANTO INCASSA UN BAR, E QUANTO SI PUÒ GUADAGNARE CON UN LOCALE.
26 novembre 2011

IL NOSTRO BLOG INTERVISTATO DA VOGLIOVIVERECOSI.COM, COSA FARE PER APRIRE UN LOCALE ALL’ESTERO

Aprire un bar all’estero è un sogno nei sogni. Il nostro blog è stato intervistato da un sito specializzato nel raccontare storie di attività aperte da italiani all’estero.

Il blog voglioviverecosi.com è nato e cresciuto per raccontarci storie di chi, ad un certo punto, ha deciso che l’Italia gli stava stretta, e a deciso di andare a far fortuna all’estero. Fra chi segue il nostro blog, aprireunbar, sono moltissimi quelli che stanno pensando di aprire un’attività, un locale o un ristorante, all’estero, e ai nostri corsi di gestione abbiamo avuto ragazzi (spesso giovani coppie) intenzionati ad intraprendere una avventura in Spagna, Germania, Brasile e Costarica (un classico), Australia e perfino Estonia. È chiaro che in queste nazioni molti elementi di burocrazia italiana, come la ex REC o le licenze, non hanno peso, ma è altrettanto chiaro che altri elementi di valutazione, come le analisi economiche, del target o del food cost, sono fondamentali, almeno come lo sono in Italia.

Fra le storie che possiamo leggere su voglioviverecosì troviamo la storia di Salvatore, che ha aperto una pizzeria a Bali, quella di David, che ha aperto una gelateria in Messico e altre ancora…

Il blog vogliovivere così ha recentemente intervistato Gabriele Cortopassi, cioè me, in seguito all’uscita del manuale “Aprire e gestire un bar” tratto dal nostro blog. Fra le questioni affrontate nell’intervista, ci sono: quali caratteristiche personali servono per aprire un bar all’estero, quali sono gli errori fondamentali da evitare e quali sono, invece, le ragioni che portano un nuovo locale a diventare una realtà di successo. L’intervista la trovate qui.

Tags:

2 Comments

  1. Dott. Emiliano Niro ha detto:

    Salve,
    sono il Dott. Emiliano Niro, un Tecnologo Alimentare iscritto all’ albo dei tecnologi alimentari della Regione Puglia. Per chiunque avesse bisogno di un manuale HACCP per qualsiasi attività alimentare, me ne posso occupare anche on line. I miei manuali sono sintetici con un ridotto numero di schede di registrazione. Cosa avreste in più?? In vero manuale haccp aggiornato con le leggi attuali evitando di sibire eventali multe. Ricordo che in caso di controllo, l’ assensa del manuale di corretta prassi igienica, comporta una sanzione di ben 2000 euro.
    Per manuali haccp on line (per posta con spese a carico del sottocritto) contattami al: 340.4160098 O E-mail: [email protected]

  2. roberto ha detto:

    ciao mimmo,,ho bisogno di un consiglio …sto valutando una gestione a riscatto di un bar caffetteria (grosseto)il proprietario e’ in pensione e mi ha fatto una proposta che secondo me e’ interessante…gestione per 12 0 24 mesi a 1000 euro al mese (affitto delle mura e’ di 1400 euro al mese)e riscatto a 130000 euro scalando gli affitti della gestione ..il bar consuma 13|14 chili di caffe’ a settimana..120 pezzi dolci al giorno ed una 40 di salati…oltre a tutto il resto…attualmente incassa 550\600 euro al giorno..(ilo sabatro e’ aperto mezza giornata e la domenica e’ chiuso,,come forza lavoro siamo in due (io e mio figlio)entrambi del mestiere piu’ un part-time di una signora 40 enne….il bar non ha ne slot ne tabacchi quindi gli incassi sono quelli…sono certo di migliorarli soprattutto con la qualita’ dei salati e dei dolci ..inoltre al momento ci sono anche dei tavoli esterni ma sotto una loggia..ho valutato anche la possibilita’ di stare aperti 7 giorni su 7….che consigli puoi darmi? grazie ,roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *