COME SI APRE UN LOCALE? ESPERIENZA, ESPERIENZA, ESPERIENZA!
31 dicembre 2009
CHE COS’E’ UN BUSINESS PLAN
3 gennaio 2010

IL MERCATO DELLE LICENZE: LA TRASFERIBILITÀ

In molte zone, soprattutto città, non ci sono licenze disponibili. Comprare una licenza è così spesso l’unica soluzione, ma quali sono le regole di questo mercato e cosa bisogna considerare?

3063604-500x333In una economia di mercato se non ci sono licenze la soluzione è intuitiva: basta comprarle. Non comprare il locale (lo si compra, ma per chiuderlo) ma la licenza.

Il metodo più classico consiste nell’individuare una attività bollita (la cosa più classica è la latteria del vecchino all’angolo) comprare la licenza per due lire (ma non sperateci troppo, anche i vecchini all’angolo si sono fatti furbi) e spostarla nel fondo dove vogliamo aprire il nostro locale. Tutto facile? Naturalmente no; ci sono tre considerazioni da fare.

Primo la zona. Ogni licenza viene data dal comune per una certa zona o quartiere e, anche se comprata, non può essere spostata in un altra area. In pratica non potete comprare una licenza nel quartiere 3 e poi aprire il locale nel quartiere 4.

Secondo punto i metri quadri. Nella maggior parte dei casi ci deve essere un rapporto fra il locale di cui compriamo la licenza e quello che andiamo ad aprire. In parole povere non si può comprare a licenza di una yogurteria di dieci metri quadri e trasferirla in un megadiscoristorante da quattromila metri con tre aree bar e la piscina interna.

Terzo e ultimo il costo; quanto costa una licenza? Risposta: dipende. Dipende dal mercato, dal fatturato del locale di cui compriamo la licenza (perchè di fatto comprando la licenza compriamo il locale) e naturalmente dalla richiesta e dalla trattativa che facciamo con chi la vende. Le agenzie immobiliari specializzate nel commerciale possono servire allo scopo, così come può servire allo scopo, con un po’ di culo, l’entrare in un locale che vi sembra cotto al punto giusto e chiedere.

P.S. con gli anni il mercato delle licenze è completamente cambiato, se siete interessati all’argomento, vi consiglio di leggere questo post.

197 Comments

  1. Michele ha detto:

    Salve vi volevo chiedere..ho tutti i requisiti per poter aprire un bar..
    A fine anno un bar nella mia città chiude ,io dopo qualche giorno posso aprire nello stesso locale ai fini di controlli fiscali?grazie

  2. mimmo ha detto:

    Ciao Michele,
    lo puoi aprire solamente se hai fatto l’atto notarile per il passaggio delle licenze.

  3. Fernando ha detto:

    Buongiorno Mimmo,
    ho trovato un locale a Roma nel 1° municipio zona circonvallazione trionfale dove vorrei aprire un bar. La licenza in questo municipio non sò se la rilasciano, penso che vada solo comprata, ed essendo poi diviso a zone suppongo che il trasferimento sia vincolato ad esse ….puoi spiegarmi il giusto iter secondo te per aprire un bar nel 1° municipio ? grazie.

    • domenico marchi ha detto:

      Puoi sempre provare a farne richiesta in municipio. Nel caso in cui non ti verrebbe rilasciata, molto spesso in comune ti possono comunicare se ci puo’ essere qualche licenza in vendita trasferibile nel quartiere dove sara’ ubicata la tua attivita’. In bocca al lupo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *