COME SI APRE UN LOCALE? ESPERIENZA, ESPERIENZA, ESPERIENZA!
31 Dicembre 2009
CHE COS’E’ UN BUSINESS PLAN
3 Gennaio 2010

IL MERCATO DELLE LICENZE: LA TRASFERIBILITÀ

In molte zone, soprattutto città, non ci sono licenze disponibili. Comprare una licenza è così spesso l’unica soluzione, ma quali sono le regole di questo mercato e cosa bisogna considerare?

3063604-500x333In una economia di mercato se non ci sono licenze la soluzione è intuitiva: basta comprarle. Non comprare il locale (lo si compra, ma per chiuderlo) ma la licenza.

Il metodo più classico consiste nell’individuare una attività bollita (la cosa più classica è la latteria del vecchino all’angolo) comprare la licenza per due lire (ma non sperateci troppo, anche i vecchini all’angolo si sono fatti furbi) e spostarla nel fondo dove vogliamo aprire il nostro locale. Tutto facile? Naturalmente no; ci sono tre considerazioni da fare.

Primo la zona. Ogni licenza viene data dal comune per una certa zona o quartiere e, anche se comprata, non può essere spostata in un altra area. In pratica non potete comprare una licenza nel quartiere 3 e poi aprire il locale nel quartiere 4.

Secondo punto i metri quadri. Nella maggior parte dei casi ci deve essere un rapporto fra il locale di cui compriamo la licenza e quello che andiamo ad aprire. In parole povere non si può comprare a licenza di una yogurteria di dieci metri quadri e trasferirla in un megadiscoristorante da quattromila metri con tre aree bar e la piscina interna.

Terzo e ultimo il costo; quanto costa una licenza? Risposta: dipende. Dipende dal mercato, dal fatturato del locale di cui compriamo la licenza (perchè di fatto comprando la licenza compriamo il locale) e naturalmente dalla richiesta e dalla trattativa che facciamo con chi la vende. Le agenzie immobiliari specializzate nel commerciale possono servire allo scopo, così come può servire allo scopo, con un po’ di culo, l’entrare in un locale che vi sembra cotto al punto giusto e chiedere.

P.S. con gli anni il mercato delle licenze è completamente cambiato, se siete interessati all’argomento, vi consiglio di leggere questo post.

207 Comments

  1. Gianni ha detto:

    Scusa Mimmo io sto chiudendo un bar a Roma perché avendo un’altro lavoro non riesco a stargli più a presso.non e che conoscete qualcuno interessato alla licenza? Grazie anticipatamente!!!

  2. Stefano ha detto:

    Ciao Mimmo,
    domanda: quanto possono chiedermi per una licenza tabacchi-lotto con aggio annuale intorno ai 15000€?
    Se invece la stessa licenza rimanesse vacante, quanto mi costerebbe riacquistarla dal monopolio?

    Grazie mille

    • mimmo ha detto:

      Ciao Stefano,
      con un aggio annuale di circa 15000€, il valore della licenza, si aggira intorno ai 50000€.
      Se la licenza venisse ritirata dai monopoli, verra’ fatto un bando, pertanto verra’ rilasciata tramite un asta.
      Saluti. mimmo

  3. roberto ha detto:

    Salve,ho chiuso da poco un’edicola,di cui ero affittuario,per le perdite che avevo,ora sto cercando di vendere la licenza.è vero che se non riesco a venderla se la prende il comune e può darla a chiunque gratis?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Roberto,
      purtroppo non puoi tenere una licenza inutilizzata, all’infinito. La potrai tenere per un massimo di 12 mesi, dopodiche’sarai costretto a riconsegnarla in comune, il quale la concedera’gratuitamente a chi ne fara’ richiesta.
      Saluti. mimmo

      • angelina ha detto:

        INTERESSANTE!!
        Mimmo…sai informarmi se la stessa regola vale per i BAR ?
        e se si…..dove , in quale ufficio del comune devo recarmi per fare richiesta di eventuali locenze ritirate e a disposizione di chi le richiede?

        GRAZIE

        • mimmo ha detto:

          Ciao Angelina,
          la stessa regola vale anche per i bar. Per farne richiesta, devi rivolgerti presso l’ufficio dell’assessore al commercio.
          Saluti. mimmo

    • Giuseppe ha detto:

      E’ possibile ampliare la sospensiva da 12 Mesi ad altro periodo solo se sussistono motivi di salute .

  4. angelina ha detto:

    CIAO MIMMO & CO
    davvero complimenti e GRAZIE per il sito……
    mi state aprendo la mente per chiarire tanti quesiti e dubbi che altrimenti verrebbero fuori dopo l’apertura/rilevazione dell’attività.
    è ormai da 5 ore che leggo i vari post, ho scritto qualche reply, e mi sono annotata tante domande da porvi, prima tra cui:<< MA DOPO COME FACCIO A RITROVARE LE RISPOSTE?….(spero che mi verrà inviata una copia via email!!)
    IO VOGLIO RILEVARE UN BAR……ed ho bisogno di sapere:
    1.<<< è + conveniente affitto d'azienda o acquisto?
    2.<<< nel caso di acquisto (e di preposto, che chiederei all'attuale propr di farmelo) , il costo di tutti i corsi ke farò, HCCP, somministraz cibi e bev…, RSL, (etc…) si possono imputare all'atività?…..perchè altrimenti dovrei sborsare un sacco di soldini solo per questi corsi!!!!
    3.<<< in caso di acquisto….è meglio comprare prima della fine dell'anno o ad anno nuovo? (una mia amica mi ha accennato ke comprando a fine anno conviene, perkè "si scarica tutto" , o una cosa del genere!) ED è MEGLIO, fare una DITTA INDIVIDUALE o UNA SOCIETà?…..ED è MEGLIO crearla "EXNOVO" oppure fare il SUBENTRO nella società esistente? (cosa propostami dal venditore, attuale propriet del bar)
    4.<<< nel caso di dilazioni….le famose CAMBIALI, queste sono costi che figurerebbero nell'esercizio? si scaricano?
    5.<<< L' HCCP è un documento legato al gestore come persona fisica oppure al locale?
    6.<<< come si fa per poter ACCETTARE I BUONI PASTO? c è una procedura o un'abilitazione particolare da avere?
    7.<<< in una delle tue risp ad altri lettori accennavi a "CORSO UNIFICATO ke comprende REC (o SAB?) e HCCP…..ma io alla cescot e camere di comm di varie prov a me vicine, ho trovato solo il corso abilitante alla somministrazione di cibi e bevande….sai darmi qlke dritta in +?.OPPURE….parlavi di iscrizione al SAB, ma questa è automatica dopo aver sostenuto l'esame di cui sopra, oppure devo seguire un iter per fare questa iscrizione?
    8.<<< argomento: "BAGNI, USCITE dI SICUR E STRUTTURA A NORMA"… ci sono dei documenti specifici che devo chiedere all'attuale proprietario di farmi visionare? –non so, dei documenti ke vengono rilasciati da organi preposti alla verifica di tali adempimenti? ……e comunque, un bar con apertura diurna, deve avere " L'USCITA DI SICUREZZA"?
    9.<<< argomento musica e SIAE: si paga la siae anche se si ha la televisione che trasmette musica, o solo se c'è l'impianto acustico sonoro?

    MAMMA MIA-…..spero di non aver esagerato con i quesiti, e che avrete voglia di rispondere a tutto…..
    ho pensato di scrivere un'unica email, non so se invece avreste preferito una piccola email per ogni quesito….
    SPERO DI LEGGERVI PRESTO, E CHE LA VOSTRA RISPOSTA AL MIO POST POTRà TORNARE UTILE A TANTI ALTRI LETTORI COSì COME LA LETTURA DI 5 ORE DEL VOSTRO SITO è TORNATA UTILE A ME
    CIAAAAOOOOOOO
    E BUON LAVORO A TUTTI

    • mimmo ha detto:

      Ciao Angelina,
      ti ringrazio per i complimenti, ma purtroppo ti devo dire che non posso rispondere a tutte le tue domande, anche perche’ le risposte le trovi nei post che abbiamo pubblicato.Inoltre ti voglio consigliare di leggere il libro di Gabriele Cortopassi; APRIRE E GESTIRE UN BAR(hoepli ed.), ti sara’ sicuramente d’aiuto.
      Buona giornata. mimmo

  5. Dott. Emiliano Niro ha detto:

    Salve,
    sono il Dott. Emiliano Niro, un Tecnologo Alimentare iscritto all’ albo dei tecnologi alimentari della Regione Puglia. Per chiunque avesse bisogno di un manuale HACCP per qualsiasi attività alimentare, me ne posso occupare anche on line. I miei manuali sono sintetici con un ridotto numero di schede di registrazione. Cosa avreste in più?? In vero manuale haccp aggiornato con le leggi attuali evitando di sibire eventali multe. Ricordo che in caso di controllo, l’ assensa del manuale di corretta prassi igienica, comporta una sanzione di ben 2000 euro.
    Per manuali haccp on line (per posta con spese a carico del sottocritto) contattami al: 340.4160098 O E-mail: [email protected]

  6. Giuseppe ha detto:

    Salve a tutti ,per chi avesse ncessita’ di una autorizzazione licenza bar o ristorante in zone centrali sia Roma che Milano o città importanti mi puo’ contattare al 3405191704 licenze da 50.000 €. In poi

  7. simona ha detto:

    BUON GIORNO IO HO UNA LICENZA DI SOMMINISTRAZIONE BAR COMPLETA VENDO A $15.000 TRATTABILI V MUNICIPIO ROMA ZONA COMMERCIALE IL MIO RECAPITO E’ 3272275275 OPPURE 3885642216 GRAZIE BUONAGIORNATA

  8. mila ha detto:

    Salve io sto per subentrare in un locale bar….dovrei comprare la licenza e anni fa ho seguito il corso di somministrazione…ma tanti anni fa vorrei sapere le pratiche da concludere per la vendita della licenza…non vorrei essere fregata!
    Grazie mille

    • anto ha detto:

      prima di tutto devi fa un corso di aggiornamento obbligatorio haccp/primo soccorso/ecc.

      secondo affidati a un commercialista.
      solo il subentro costa 200 €
      pratiche x aprire p.iva ecc.250 circa

  9. mimmo ha detto:

    Ciao Mila,
    ti consiglio di prendere appuntamento con il tuo commercialista, il quale proveddera’ a compilare le pratiche che dovrai portare dal notaio, per l’atto di compravendita.
    Saluti. mimmo

  10. PINO ha detto:

    salve vorrei proporvi alcune domande:
    1.Sono riuscito a trovare un bar a 15000 euro iun una borgata di roma, vorrei sapere se devo acquistare la società già esistente o se posso creare una ditta individuale.
    2.Una scrittura privata riguardante la cessione del locale, visto che è del Comune è valida?
    3.Sono diplomato alla scuola alberghiera di cosa ho bisogno per avviare il bar?

    Vi ringrazio

  11. mimmo ha detto:

    Ciao Pino,
    se hai rilevato la licenza,l’arredamento e l’attrezzatura, anche se era intestato tutto ad una societa’,puoi trasformarla in ditta individuale.
    Per la cessione di un’attivita’, non e’ sufficiente una scrittura privata, ma ci vuole un atto notarile.
    Il diploma di scuola alberghiera, ti da’ solo diritto all’iscrizione al SAB senza dover frequentare il corso.
    Buona giornata. mimmo

  12. leonardo ha detto:

    salve volevo sapere un informazione…se un bar cede attivita posizione buona quindi la licenza bisogna fare uno nuovo e vuole vendere ad esempio 130mila..conviene?

    • mimmo ha detto:

      Ciao leonardo
      per capire se una licenza possa avere il valore richiesto ti devi mettere
      a tavolino con un bravo commercialista e fare un attento business plan.
      Saluti.mimmo

  13. sabrina ha detto:

    salve, un bar che cede attivita , riusciro a richiedere una nuova licenza in solo un mese?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sabrina,
      se il tuo commercialista, sara’ bravo e riuscira’ a prendere appuntamento con il notaio, , in un mese potresti anche riuscirci.
      In bocca al lupo. mimmo

  14. mauro ha detto:

    Salve
    Vorrei chiedrvi qualche consiglio a proposito di un idea che vorrei concretizzare:
    Vorrei aprire un bar-edicola-cartolibreria.sarebbe un,idea possibile? Cosa dovrei fare?

  15. Enrico ha detto:

    Vorrei comprare un’enoteca nella città di Bologna che ad oggi possiede solo la “licenza” per la vendita di bottiglie. Se volessi prendere anche la licenza per la somministrazione di cibi e bevande come dovrei muovermi?
    Quale la strada più semplice e meno costosa?

  16. Loreno ha detto:

    Ciao, volevo delle informazioni.
    Dovrei cedere una licenza-somministrazione a Milano, zona 1; è tutto da rifare con l’arredamento etc; col cassetto siamo sui €.100,00/gg; mq.40;detto ciò, volevo sapere:
    1)Quanto può valere questa mia licenza?

    2)Avendo io un parente con i requisiti, per non incorrere in tasse di cessione, se x caso la licenza non la vendessi, ma la depositassi in comune, negli stessi locali si può aprire un’altra licenza da zero, con lo stesso indirizzo di somministrazione?…e dopo quanto tempo?….che procedura mi potete consigliare di seguire?

    3)Se per caso, riuscissi a vendere la licenza che ho, il contratto di affitto decade? e per curiosità secondo Voi, con la crisi che c’è, in zona 1 a Milano(su via principale, ma non proprio centro-centro), quanto può chiedere il locatore per 40 Mq di locale?

    Grazie per le eventuali risposte.

  17. Loreno ha detto:

    Hei Mimmo & Co, please, non ci 6 per rispondere alle mie suddette domande?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Loreno,
      nel limite del possibile cerco di rispondere a tutti coloro che scrivono nel blog, ma quando non conosco la risposta lascio perdere.
      Saluti. mimmo

  18. Giuseppe ha detto:

    Ricorso al TAR

    La pubblica amministrazione spesso si attiene a leggi o delibere ( purtroppo anche circoscrizionali) che limitano il rilascio di nuove autorizzazioni di somm al e bevande .
    In un contesto europeo diventiamo ridicoli ,ma queste ragnatele occorrono a complicare lo sviluppo di un progetto imprenditoriale e permettono di alimentare il clientelismo che e’ annidato All interno degli uffici gestiti spesso da donne fatalone con enormi gioielli vistosi e disgustosi profumi francesi con Effetto stordente che si aggiunge alla scarsa cortesia e alla autorevole volontà di complicare la vita a chi si accinge a chiedere informazioni .
    E’ obbligatorio sapere che non e’ Spesso leggittimo il mancato rilascio di una autorizzazione da parte del comune di Roma ( o municipio ) e che esistono strumenti di difesa che consentono di raggiungere dei risultati positivi anche nel centro storico del comune di Roma .
    Giuseppe 3405191704

  19. davide ha detto:

    Salve, ho un dubbio che nessuno è mai riuscito a togliermi.
    Se io ho già un bar con la stessa qualifica Saab posso o no rilevare un’altro bar?
    La legge non specifica molto bene questo punto. E nessuno è riuscito a darmi una risposta esaustiva

  20. mak ha detto:

    buonasera mimmo,

    seguo spesso e volentieri il tuo blog.
    domanda: ho un’attività di bar che gestisco da solo. la mia è un’impresa individuale. L’attività purtroppo va male e mi trovo in una spiacevole, se non grave, situazione di crisi economica. Vorrei chiudere l’attività e tornare a cercarmi un lavoro da dipendente, sempre nel settore, ma ho paura di cosa succederà “dopo”. ho tante piccole pendenze, ciascuna di minima rilevanza (alcune non raggiungono gli 800euro, altre non superano i 2.000), ma se sommate fanno un debito consistente per le mie tasche: fornitori, finanziaria, carta di credito, tasse, ecc. non riesco concretamente a starci più dietro.
    farò addirittura fatica a pagare la bolletta della luce il prossimo mese. Cosa mi consigli? come si procede? si possono rivalere sulla mia attività?
    l’ho già messa in vendita, ma è una lotta contro il tempo.
    inoltre ho anche l’affitto del locale da pagare, sono indietro di 800 euro (una mensilità e mezza), se mi danno un’ingiunzione di sfratto, cosa succederà alla mia attività? dovrò riconsegnare la licenza? e le pendenze a mio carico?
    spero in una tua risposta e in qualche parola di conforto.
    purtroppo al giorno d’oggi e in questa Italia, i ragazzi (con famiglia) con tanti sogni e tanta voglia di fare e lavorare non vengono sostenute e supportate, che amarezza e che angoscia.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Mak,
      vorrei esserti d’aiuto perche’ capisco benissimo il tuo stato d’animo per aver fatto tanti sacrifici per nulla, ma purtroppo ti dico solamente matterti a tavolino con il tuo commercialista e cercare di trovare una soluzione meno dannosa e rivolgiti anche ad un’agenzia per cercare di vendere l’attivita’ al piu’ presto.
      Buona giornata. mimmo

  21. mimmo ha detto:

    Ciao mimmo, mi chiamo mimmo e volevo sapere se rilevando una attività e le sue licenze, bisogna adeguare il locale alle nuove disposizioni igienico sanitarie.geazie e complimenti.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Mimmo,
      facendo un cambio di gestione, bisogna sicuramente essere in regola con le nuove normative igienico sanitarie, ma prima di fare qualsiasi intervento, ti consiglio contattare l’ASL.

    • antonino ha detto:

      vendo licenza per somministrazione bevande e alimenti (bar -panineria) in locale totalmente a norma (locale nuovo affitto 500 euro) la licenza costa 50.000 € comprese le attrezzature e i banconi bar

  22. Andrea ha detto:

    Buona sera, vorrei se possibile dei chiarimenti sullo spostamento di una licenza di somministrazione a Roma. Mi spiego meglio, mi e’ stata proposta una licenza molto vecchia rilasciata nel IX municipio e il detentore mi dice che proprio perche’ rilasciata molti anni fa si puo trasferire in qualsiasi municipio, anche il I. Possibile?
    Grazie
    Andrea

    • mimmo ha detto:

      Ciao Andrea,
      devi chiedere all’assessore al commercio del tuo comune.

      • Andrea ha detto:

        Grazie, a Roma e’ quasi impossibile riuscire a sapere informazioni relative all’ apertura di un bar o di un ristorante soprattutto in centro storico ed e’ pieno di traffichini pronti a darti la fregatura

        • mimmo ha detto:

          ..Andrea,
          purtroppo questa e’ una realta’ di non solo Roma, ma di tutto il nostro Paese. A questo punto prova a rivolgerti ad un’associazione di categoria; CONFCOMMERCIO o CONFESERCENTI.
          In bocca al lupo. mimmo

  23. alessandro ha detto:

    volevo sapere se la licenza di somministrazione nel secondo municipio roma, e’ possibile trasferirla in provincia,

    • giuseppe ha detto:

      No non e’ possibile trasferirla in provincia poichè trattasi di altro municipio o meglio altro comune .Consiglio di recarsi presso uff commercio del comune dove intende aprire una nuova attività di somministrazione al e bev , e domandare se vi sono licenze disponibili .Per trasparenza attraverso un accesso agli atti (richiesta scritta e protocollata)

    • mimmo ha detto:

      Ciao Alessandro,
      le licenze hanno validità solamente nel territorio comunale in cui vengono rilasciate.

  24. Alessio ha detto:

    Ciao Mimmo, se devo aprire un locale ristorante in area dove le licenze sono contingentate, devo acquistare per forza una licenza un ristorante o se acquisto quella di un bar posso trasformar la in ristorante? Grazie.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Alessio,
      se non ti viene rilasciata dal comune, devi per forza acquistarla e per fare ristorazione devi fare richiesta di una licenza di tipo A.

  25. Daniele ha detto:

    ciao mimmo. sto vendendo la licenza di edicola e giornali. può comprarla un ragazzo che è in un altro comune dal mio.

  26. Giovanni Guida ha detto:

    Buongiorno,
    vendo Osteria di proprietà e licenza annessa.
    Zona Piazza indipendenza – Roma – Centro storico.
    Contattatemi solo se seriamente interessati. 3486705507

  27. gianluca ha detto:

    ciao Mimmo,quanto costa conseguire una licenza nuova per un bar,escluso il SAB.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Gianluca,
      se la licenza ti viene rilasciata dal comune, il costo e’ dato solamente da marche da bollo e qualche raccomandata. La spesa si potra’ aggirare intorno ad un centinaio di euro.

  28. gin ha detto:

    se ho una licenza di edicola (in cui ovviamente posso vendere tutto fuori che gli alimentari, ormai puoi fare cartolibreria etc) posso eventualmente trasformarla in futuro in una cartoleria e non + edicola? come funziona?

  29. alberto ha detto:

    Vendo licenza tipo A/B II CIRCOSCRIZIONE 35000 EURO

  30. alberto ha detto:

    Vendo licenza tipo A/B NELLA II CIRCOSCRIZIONE, ROMA 35000 EURO

  31. alberto ha detto:

    Vendo licenza tipo A/B NELLA II CIRCOSCRIZIONE, ROMA 35000 EURO 3383066181

  32. Erika ha detto:

    Salve vorrei informazioni su chi e come devo presentare domanda per spostamento della mia edicola dato che fa parte di una riqualificazione di quartiere.Dove posso stampare una modulistica per domnda di spostamento tramite compiuter dato che a livello comunale non riesco ad averla girando da un comune ad una ltro senza oterenre niente grazie resto in attesa di una vostra risposta

  33. mauro ha detto:

    Ciao mimmo….è vero che con i nuovi decreti non serve più nessuna licenza x aprire un bar?….ciao grazie….

  34. mauro ha detto:

    Avevo un altra domanda
    Che tu sappia quanto verrebbe a costare a grande linee un atto notarile x la compra/vendita di.un attività di bar…..ciao grazie.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Mauro,
      il costo di un atto notarile puo’ variare da notaio a notaio,pertanto ti consiglio di farti fare dei preventivi da piu’ di uno studio.

  35. mauro ha detto:

    Ciao mimmo ti ringrazio x tutte queste delucidazioni.
    Avrei un altra domanda: è vero che , all’acquisto dell’attività dal notaio, bisogna specificare che in caso di accumulo di debiti da parte del venditore dell’attività gli stessi debiti devono essere pagati dal venditore e non dall’acquirente?….altrimenti I debiti li acquisisce chi compra la licenza?…
    Grazie e scusa x I’ll disturbo….

  36. giorgio ha detto:

    Ciao, ho bisogno di un vostro consiglio. Possiedo gia un bar gelateria pasticceria. Ora sto per trasferire l’attività in altri locali. Dei colleghi mi hanno detto che conviene chiudere le licenze e richiederne di nuove. Voi cosa mi dite? A me pare una stupidaggine. P.s.: sto a piacenza.

  37. federica ha detto:

    Buongiorno Mimmo, il mio sogno è prendere in affitto un bar quanto mi verrebbe a costare la licenza?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Federica,
      il costo d’affitto d’azienda di un’attività, dipende da tanti fattori; la tipologia di bar, le condizioni dell’attrezzatura e macchinari, l’ubicazione,il fatturato,ecc.

  38. sabrina ha detto:

    Buongiorno, ho un esercizio pubblico con licenza da bar e vorrei vendere la licenza ma ho alcuni dubbi al riguardo. Il primo dubbio e’ che il locale dove svolgo tale attivita non e’ di mia proprieta’ ma in affitto e vorrei sapere se devo chiudere tale contratto di affitto e chi subentrera’ comprando la mia licenza dovra’ stipularne uno nuovo con il proprietario del locale. Il secondo dubbio e’ che ho affittato vicino al locale un giardino privato per metterci i tavolini per i clienti e il contratto d’affitto e’ legato alla mia societa’. Se, chi si compra la mia licenza, dovesse volere anche questo angolo deve rifare il contratto con il proprietario del giardino o puo’ usufruire del mio visto che ha una durata di circa 12 anni?
    Grazie per l’aiuto. Buona giornata.

    • mimmo ha detto:

      Ciao Sabrina,
      in caso di vendita della licenza e quindi dell’attivita’,il nuovo gestore dovra’ stipulare un nuovo contratto d’affitto con il titolare dell’immobile.
      Per quanto riguarda il giardino, potresti o far fare un nuovo contratto al nuovo gestore oppure potresti darglielo in subaffitto.
      Saluti. mimmo

      • manu ha detto:

        Ciao mimmo volevo chiederti ce un ragazzo che vende l’attestato sab ex rec e fattibile la cosa? O e un attestato che nn si puo aquisire comprandolo da qualcuno?…..

        • mimmo ha detto:

          Ciao Manu,
          l’iscrizione al SAB non si puo’ assolutamente vendere. Tutt’al piu’si puo’ pagare colui che ha l’iscrizione, per essere nominato preposto.

  39. Marco ha detto:

    Buon giorno Mimmo!
    vorrei valorizzare l attività di mia mamma che ha una licenza di ristorazione, trattoria, pizzeria, bar e vendita di super alcolici. Il punto è che io vorrei gestire solo il bar spostandolo sulla strada principale e lasciare il locale dove si trova, ci sono molti cavilli burocratici? e se mi devo spostare nel comune limitrofe possiamo utilizzare la stessa licenza o va aperta una nuova?

    • mimmo ha detto:

      Ciao Marco,
      se l’attivita’ la vuoi spostare in altra sede, ma nello stesso comune, devi solamente rivolgerti all’assessore al commercio. Mentre le licenze commerciali, non e’ possibile trasferirle in un altro territorio comunale.

  40. Michele ha detto:

    Buongiorno Mimmo. Sto acquistando una paninoteca ambulante insieme alla licenza itinerante. Ho già fatto il corso HACCP. Desideravo sapere: debbo fare il subentro ovvero la voltura della licenza ? Debbo fare il corso SAB ? Grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Michele,
      se la licenza viene acquistata, bisogna fare una voltura notarile, in quanto e’ un vero e proprio passaggio di proprieta’. Per il corso SAB, dovresti informarti dall’assessore al commercio del comune dove e’ stata rilasciata la licenza.

  41. Marco ha detto:

    Saro’ sicuramente in ritardo ma l’eventuale acuirenze puo’ tranquillamente subentrare nel contratto di affitto basta dare semplice comunicazione al proprietario

  42. Marco ha detto:

    Scusate ma le licenze non esistono piu’ sono autorizzazioni e nello specifico sono sanitarie, presentando la SCIA al comune contestualmente si presenta anche la notifica sanitaria che e’ valida solo per il locale menzionato nella scia non e’ trasferibile ad altro locale in quanto il nuovo potrebbe non avere i requisiti sanitari…etc etc etc poi armatevi di ssssantisssssima pazienza dopo sei mesi di studi ( forse ) si arriva a capirci qualcosina…e avrai accumulato 30/40 kg di carta….Auguri !!!

  43. fabrizio ha detto:

    ciao mimmo…..avevo un bar all interno di un palazzo pubblico asl e avevo la licenza di somministrazione.
    ora quel bar l ho chiuso e ne ho aperto un altro nello stesso municipio…posso portsrmi la licenza li???
    e visto che è un altra società posso vendermela da una società all altra?….l amministratore sono sempre io
    grazie del tuo consiglio……

    • mimmo ha detto:

      Ciao Fabrizio,
      una licenza commerciale si puo’ spostare in altra sede, sempre rimanendo nello stesso territorio comunale, ma sara’ l’assessore al commercio ad autorizzarti.La vendita si puo’ effettuare, ma valuta con il tuo commercialista, quale sia la soluzione migliore.

  44. marco ha detto:

    Ciao mimmo,mi hanno proposto di rilevare in parte 50 % una licenza di ristorante in centro di una localita marittima.
    Mi chiedono 80.000 euro, che parametri devo stare attento per la proposta ?

  45. frank ha detto:

    buonasera. da qualche anno ho in affitto una attività di panetteria….inizialmente ho preso la gestione di questa attività, ora ho preso una mia licenza e l’abilitazione haccp …..ora vorrei acquistare l’attività ma il mio commercialista dice che la proprietaria dell’attività ha cessato la sua impresa da un anno…la domanda è questa: ora io posso, avendo una mia licenza, continuare l’attività come proprietario e non pagare nulla alla proprietaria? come funziona per il costo di avviamento?

    ps: ho molta confusione, ci capisco poco ed il mio commercialista credo non ne capisca abbastanza

  46. stella ha detto:

    Buonasera, io ho una licenza di edicola che vorrei vendere.
    Posso chiudere la partita iva se non l’ho ancora venduta?
    Oppure posso trasferire la licenza ad un’altra partita iva per poi venderla successivamente da quest’altra?
    E una volta venduta la licenza arriva la notifica automaticamente al distributore o lo si deve comunicare?

  47. giovanni ha detto:

    Buonasera.Mia zia ha vinto un bando di concorso comunale quindi ha la possibilità di aprire un chiosco.Lei prima di iniziare i lavori può fare il passaggio di proprietà dell’autorizzazione a me così da avere tutto a mio nome,per eventuali prestiti?grazie

  48. Angela ha detto:

    Salve, vorrei sapere che requisiti occorrono per aprire una latteria per la rivendita di prodotti caseari e da forno considerando che non ho esperienze nel settore.
    Grazie

  49. Giovanni ha detto:

    Salve, volevo avere delucidazioni riguardanti la questione del trasferimento di una licenza da una attività ad una nuova. Posso acquistare una licenza di somministrazione di alimenti e bevande di una attività di 10m^2 dovendo aprirne una di 180m^2? Quali sono le restrizioni in materia visto che ha
    citato la questione nel post. In caso a chi devo rivolgermi per specifiche? Grazie

    Ing. Giovanni

  50. mimmo ha detto:

    Ciao Giovanni,
    le restrizioni in materia variano da comune a comune, pertanto, senza farti perdere troppo tempo ti consiglio di parlare direttamente con l’assessore al commercio del tuo comune.
    In bocca al lupo. mimmo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *