APRIRE UN BAR CAFFETTERIA IN LITUANIA
6 luglio 2016
VENDESI BAR PASTICCERIA A LEGNANO
13 luglio 2016

COME USARE FACEBOOK PER FARE PUBBLICITA’ AL NOSTRO BAR/RISTORANTE

Come promuovere il nostro locale su Facebook e gli altri social? Vediamo alcuni consigli mutuati dai siti di marketing americani.

 

facebook

Fare pubblicità al bar con Facebook

Diciamoci la verità: non sappiamo se questo post manterrà nel testo quello che promette nel titolo, e se davvero darà qualche buon suggerimento per migliorare la pubblicità de proprio locale su Facebook; di certo però un’argomento come questo è fondamentale, e nessun locale (beh, diciamo solo pochissimi) può ormai permettersi di rinunciare alla comunicazione offerta, come palcoscenico, dai social media, Facebook e tutti i sui fratelli.

Partendo da questa considerazione, abbiamo cercato di andare ad imparare dai maestri del marketing, gli americani, andando a trovare, su vari siti e blog di marketing in inglese, le leggi per pubblicizzare al meglio il proprio bar o ristorante sulla pagina Social del locale.

1. Fare conoscenza, raccontare il mondo dietro al prodotto.
I locali hanno una opportunità unica: possono mostrare le materie prime che lavorano, fornire ricette, spiegare il perché, le origini e gli obbiettivi di un certo piatto e girare video degli chef in azione. Questo tipo di contenuto non invecchia mai, e non ha nemmeno bisogno di essere originale. Pensate a quanto successo fanno in rete i video delle ricette, e quante poche volte sono pubblicati da bar e ristoranti, pensate a quanti contadini o allevatori potreste “intervistare” e raccontare, tramite loro, tutti i segreti e le attenzioni di coloro che stanno dietro la qualità di ciò che mangiamo….

2. Non essere eccessivamente commerciali
Sì, il locale lo apriamo per business e l’obiettivo è quello di fare profitto; non c’è però bisogno di fare pubblicità smaccata ogni volta che apriamo bocca o pubblichiamo qualcosa. Va bene promuovere nuove serate di aperitivi e de eventi(“vi aspettiamo stasera…” Domani a pranzo tutti da noi!” “stasera da noi diamo la partita”…) ma cerchiamo di mixare questa comunicazione con un percorso di conoscenza e consapevolezza quello di cui parlavamo al punto uno.

3. Rispondere a domande e commenti
Se si vuole coinvolgere i nostri “amici/fan/followers” sulla pagina Facebook è necessario rispondere: domande, dubbi sugli orari di apertura, di indirizzo, di menù… Sembra una regola banale ma non lo è, troppo spesso siamo troppo impegnati, e troppe pagine di locali sono abbandonate a se stesse, non visitate e aggiornate da mesi, con domande di potenziali clienti rimaste inascoltate…

4. Non eliminare commenti negativi, essere trasparenti.
Come dicevamo prima, su un social, gli amici/follower possono interagire e pubblicare commenti. Un eventuale complain, un commento negativo da parte di un cliente, espresso su un social, fa sicuramente male, ma non va eliminato. Si tratta invece di una ottima occasione per rispondere in maniera attenta, disponibile e circostanziata, far capire che ascoltiamo i pareri dei clienti, che apprezziamo molto l’occasione che ci danno per migliorarci, per far vedere quanto ci prendiamo cura di loro e come ci impegnamo per risolvere le eventuali mancanze. Lavorare sodo, per conquistare e riconquistare fiducia.

5. Rispettare e apprezzare la vostra squadra
Un’impresa non è nulla senza le persone che la compongono, e questo naturalmente vale anche per bar e ristoranti; ci vogliono molte persone per far funzionare la macchina. Quando il locale riceve delle recensioni positive fate in modo di passarle anche ai vostri dipendenti, che tutti se ne rendano partecipi e parlate di questa condividisione anche nella risposta/ringraziamento che date al cliente. Se la recensione non è positiva, al contrario, fatevene carico, senza buttare le critiche addosso ad un dipendente. Può anche darsi che ci sia responsabilità (ma in ultimo, se ci pensiamo bene, la responsabilità è sempre di chi dirige) ma verso l’esterno il linguaggio dell’azienda deve essere univoco e coerente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *