I LAMPADARI DEL BAR LOACKER
25 aprile 2014
VENDESI BAR IN CENTRO STORICO A GENOVA
29 aprile 2014

L’APERIENGLISH, L’APERITIVO PER TENER VIVO L’INGLESE

Fra le idee per rendere più interessante l’aperitivo nel proprio locale c’è l’aperienglish, imparare l’inglese fra un mojito e un buffet….

 

stock-footage-two-attractive-girls-sitting-together-in-a-coffee-shop-using-a-digital-computer-wide-shotRegola numero uno per qualsiasi attività: mettersi nei panni del cliente e capire i suoi bisogni. Beh, in una nazione, come l’Italia, che non brilla nella conoscenza delle lingue straniere, spesso fra i bisogni più o meno latenti del cliente c’è quello di imparare un altro idioma, spesso l’inglese (da cui quotidiani farciti di pubblicità di corsi di lingua). Altra faccia di questo bisogno però è il tempo, che nelle nostre vite è sempre poco, figuriamoci se abbiamo quello per seguire e rinforzare il nostro inglese…

Togliamo adesso i panni del cliente e mettiamo i nostri, quelli del barista, e pensiamo come potremmo creare un evento (come questo?) focalizzato sul momento dell’aperitivo che possa rendere la nostra serata utile, sociale, e perfino culturale, un approccio che del resto è già presente, sotterraneo da decenni, nelle nostre città;

E’ il cosiddetto tandem, o scambio di lingua, in cui persone di madrelingua diversa s’incontrano per un ora (ad esempio) e parlano per mezz’ora nella lingua dell’uno e mezz’ora nell’altra, rinforzando e tenendo vivo la propria conoscenza dei rispettivi linguaggi. È partendo da qui che alcuni locali hanno creato la l’Aperienglish, una serata in cui, con la presenza di alcuni madrelingua, si può scegliere, mentre ci si gode il mojito, di fare conversazione in inglese, o in spagnolo, o in…

Per lanciare anche nel proprio locale la stessa idea l’unico elemento davvero indispensabile sono naturalmente le persone straniere, e se trovarle, nella nostra società globalizzata può non essere un problema il problema sarà semmai coinvolgerle. Soldini? Aperitivi gratuiti per la loro famiglia? Collaborazione più globale in cui magari preparano una parte del buffet con i piatti della loro cultura e poi troviamo una percentuale sugli incassi? Se poi ad essere bilingue fosse qualcuno dei proprietari…

Fra le idee per rinforzare il nostro aperitivo bilingue potrebbero esserci vocabolari a disposizione, o giornali e libri in lingua, o, vista la difficoltà fra estranei di trovare immediati argomenti di conversazione, perfino una lavagna, più o meno scherzosa, con un menù dei temi di conversazione, dalla politica all’ultima vacanza… 😉

 

Tags:
  • aperitivo
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *