LOCALE IN VENDITA A SAN BENEDETTO DEL TRONTO
12 aprile 2011
I VIDEO DI APRIRE UN BAR. LA PASTICCERIA SACHER
14 aprile 2011

I SOFTWARE, I TOUCH SCREEN E I SISTEMI CON PALMARI PER BAR, RISTORANTI, LOCALI E GELATERIE

Oggi ospitiamo volentieri il post di un’azienda di software e sistemi informatici per bar e ristoranti. Questo tipi di sistemi sono davvero sempre più strutturati e funzionali, altro che gli schedari polverosi e le crocette sui menu per vedere quali piatti andavano di più che facevamo una volta!

Se fino ad oggi il registratore di cassa o misuratore fiscale era il cuore (più fiscale che pratico) della gestione del bar esso può ormai esser visto come una semplice periferica per la stampa di scontrini e fatture, da collegare ad un vero e proprio computer ( possibilmente touch screen) dove immagazinare ed elaborare tutti i dati gestionali, fiscali, di controllo di gestione e statistici, così come quelli di marketing.

Dal punto di vista fiscale perché dovrei compilare i corrispettivi a mano quando un sistema informatico può farlo per me, senza errori? Con una chiusura giornaliera contabile avrò il resoconto analitico, contabile e statistico, della giornata appena trascorsa.

Per la gestione. Potrei seguire tutte le fasi di un servizio al tavolo con la possibilità di emettere un conto semplicemente con un passaggio e senza possibilità di errori.

Chiunque ha un locale capirà poi quanto sia importante sapere quanti articoli (ad esempio quanti calici di vino A, quanti caffè B, quante aranciate C) ha venduto, facendo confronti temporali per una analisi approfondita, in pochi secondi, di quello che è successo e sta succedendo nel mio bar (magari il tutto corredato di grafici e di dati esportabili in excel, ad esempio).

E ancora, non sarebbe bello poter avere diversi listini per lo stesso articolo, ad esempio un calice di vino, i quali possono essere applicati in automatico in base a determinate regole, come il giorno della settimana (il lunedì o il sabato), l’orario (happy hour o after dinner), la sala eterna o la sala interna (incentivando l’utilizzo della sala interna d’estate con un prezzo più basso)? Per non parlare del controllo del mio magazzino, dove ad ogni vendita sul touch screen o sul palmare corrisponde uno scarico dalla mie disponibilità, in modo tale da avere sempre sotto controllo le giacenze ed essere avvertito quanto un prodotto sta finendo e suggerirmi l’ordine al fornitore.

Per il marketing infine, non mi interessa sapere chi sono i miei clienti, cosa consumano e quanto spendono, riuscendo a classificarli ed a premiarli?

Questi sistemi informatici prevedono inoltre una gestione del back office ancora più capillare, con l’analisi del Food Cost, controllando i prodotti con più alto margine operativo, facendo previsioni dei costi a breve e medio termin. Questo non solo per il food ma anche per il beverage (pensiamo ad un cocktail) dove sapremo l’incidenza (quantità e costi) di tutti gli ingredienti.

Discorso a parte merita la tecnologia dei palmari per l’automatizzazione delle comande, sempre più utilizzata nei sistemi informatici per bar, soprattutto quanto ci sono spazi esterni o comunque molti tavoli da servire. In pratica gli operatori di sala hanno a disposizione un terminale palmare che, sfruttando la copertura di un antenna (Access Point), trasmette le ordinazioni direttamente a delle stampantine per comande, opportunamente posizionate nei vai punti produzione (ad es. reparto bevande, reparto pasticceria, cucina, ecc). I vantaggi di tale tecnologia dovrebbero essere chiari a tutti, ovvero maggiori vendite dovute alla maggiore presenza in sala di chi prende l’ordine e alla velocità del servizio (il cliente consumerà di più), assenza di errori nella scrittura della comande, tutti i riordini dei clienti saranno automaticamente addebitati, senza errori e dimenticanze, passaparola positivo dei clienti soddisfatti, ecc. Ovviamente tutte queste opportunità si traducono in minori costi di esercizio. Difficile quindi trovare punti a sfavore di questa tecnologia.

Importante infine, nell’era della comunicazione globale, è anche poter gestire i flussi delle informazioni verso i nostri clienti, prevedendo la gestione di campagne di e-mailing e sms, oltre che la possibilità di fidelizzarli, premiandoli per la loro frequenza di acquisto. Alcuni sistemi, solo quelli più marketing – oriended però, prevedono anche funzionalità di questo tipo e molto di più.

Tutte queste opportunità, effettivamente tangibili, meritano sicuramente una riflessione, prima dell’apertura del proprio bar.

Per informazioni su questi sistemi gestionali per Bar, ristoranti e locali potete rivolgervi a ZEROUNO Informatica

Centro Direzionale Pietraviva / Via delle Querce 15/17

06083 Bastia Umbra (PG) Italy / P.IVA 02171190545

Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 79 21 069

www.hottimo.com

un esempio di schermata con la gestione tavoli di Hottimo.

Tags:

3 Comments

  1. Fabio ha detto:

    Salve
    Mi è già capitato di scrivere qui a proposito di questi sistemi gestionali e devo dire che, se l’altra volta ero rimasto con qualche perplessità, questo articolo me ne ha tolte parecchie.
    Non riesco però a non pensare ad una situazione, vissuta in prima persona, da cliente quale sono, che è la seguente: ordinale un cocktail che non è in lista benché abbastanza popolare, o comunque facilmente spiegabile al cameriere, il quale prontamente mi risponde che non essendo in lista non lo può ordinare perché creerebbe confusione.
    La mia domanda sorge in funzione di un ipotetico cocktail bar, nel quale i clienti chiedano ricette non presenti in lista: non sarebbe meglio prevedere un modo per riuscire a sopperire a questa (particolare, me ne rendo conto) situazione?
    Ringrazio per l’attenzione
    Arrivederci al prossimo articolo
    Fabio

    • Marco ha detto:

      Ciao Fabio,
      dubbio legittimo, infatti non tutti i sistemi informatici hanno queste accortezze. Il software di sui si è parlato nell’articolo ha una funzionalità di questo tipo, potendo inserire un articolo generico con una “variazione” in testo libero, dove è possibile scrivere ad esempio il nome e la composizione del cocktail preferito dal cliente. Questa descrizione verrà stampata direttamente al banco di produzione del drink e al cliente verrà servito quanto ordinato.
      Spero di essere stato chiaro.
      A presto,
      Marco Falomi – Sales Executive – hottimo.com

  2. Keybe ha detto:

    ok, bella pubblicità per questa azienda.
    secondo me si dovrebbe fare un articolo che riporti il punto di vista del gestore e non questa promozione.
    parlare di pro e contro, per intenderci.

    comunque anche io dispongo di un sistema del genere, non con quella bella grafica ma è molto utile e fa la sua bella figura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *