COME MIGLIORARE IL RAPPORTO CON I CLIENTI AL BAR
11 Ottobre 2008
LA MANUTENZIONE DELLA MACCHINA DA CAFFÉ ESPRESSO AL BAR: LE OPERAZIONI PERIODICHE
14 Ottobre 2008

LA MANUTENZIONE DELLA MACCHINA DA CAFFÉ ESPRESSO AL BAR: IL FILTRO CIECO E IL BOLLITORE

Come si fa la manutenzione della macchina da caffè al bar? Vediamo qui come si usa il filtro cieco e come si pulisce la lancia per montare il latte.

 

Pulizia della macchina da caffè espresso con il filtro cieco

Come si pulisce la macchina da caffè

In Italia si dice che sulla strada per preparare un ottimo caffè espresso ci sono 4 M (qualcuno arriva anche a 7)
Le 4 M rappresentano Miscela, Macchina, Mano e Manutenzione.
La manutenzione è infatti uno degli aspetti fondamentale della preparazione del cappuccino e del caffè italiano. Perfino una buona miscela mal preparata infatti può dare dei pessimi risultati e perfino una magnifica macchina mal tenuta peggiora rapidamente le sue performance. In questo capitolo vediamo come si fa il filtro cieco e come si pulisce la lancia montalatte. Nel prossimo post invece vediamo come si aggiusta la pressione in caldaia e come si cambiano doccette e guarnizioni. Trovate l’altro post qui.

COME USARE IL FILTRO CIECO PER LA PULIZA DELLA MACCHINA DA CAFFE’ AL BAR

Un buon programma di manutenzione della macchina si può dividere in operazioni giornaliere e periodiche.

La più importante delle operazioni giornaliere, che anzi sarebbe opportuno effettuare più volte al giorno è il filtro cieco. Il filtro cieco serve a lavare le guarnizioni e i condotti interni della macchina. Con l’avvento di nuovi studi e nuovi prodotti (quelle che i baristi chiamano “polverina”) questa parte del lavoro è cambiata completamente, e vi abbiamo dedicato diversi articoli, che trovate riuniti in questo post.

Come detto questa operazione andrebbe effettuata almeno una volta al giorno, la sera e comunque alla chiusura del locale; è però più che consigliabile ripeterla più volte al giorno. In un bar negli Stati Uniti, un vero tempio del caffè, il filtro cieco veniva passato per regola ogni 45 minuti!

Da pulire ogni giorno anche lo steamer, o bollitore del latte. Esso deve essere tenuto ben pulito con uno straccio umido da usare ogni volta che si bolle il latte. Ogni sera si dovrebbero pulire con uno stecchino i fori di uscita del vapore. Periodicamente invece (una volta a settimana?) bisognerebbe svitare la punta del bollitore e pulire con accuratezza tutte i componenti dall’interno.
Terribile a vedersi è il bricco di acqua in cui si immerge il bollitore quando è incrostato di  latte dopo una settimana che non si pulisce. Avete idee di che miniera di germi sono diventate le incrostazioni di quel bollitore e l’acqua in cui si mette a bagnomaria?

Vi aspettiamo ai nostri corsi di caffetteria!     F

6 Comments

  1. Ale ha detto:

    Ciao Gabriele, complimenti per il blog, utilissimo per chi, come me, è sempre alla ricerca di informazioni prima di buttarsi in un’impresa apparentemente titanica come avviare/gestire un’attività.
    La voglia non manca, solo che sto seriamente pensando alla necessità di avere un minimo di esperienza prima di rischiare..

    Non dovrebbe esserlo, ma è difficile mollare un lavoro “sicuro” di impiegata a 25 anni per diventare apprendista dietro ad un bancone…
    Comunque ho questa idea in testa da troppo tempo e sono decisa a realizzarla, seguendo anche i preziosissimi consigli che tu e i tuoi colleghi elargite.
    Ancora grazie!
    Ale

  2. gabriele ha detto:

    Grazie a te Ale,
    scelte come questa nella vita sono pesanti, e davvero bisogna pensarci sedici volte prima di saltare il fosso.
    Un piccolo consiglio a cui certo hai già pensato: vai qualche sera a lavorare in un locale, senza mollare il tuo impiego. Sarà stancante, ma intanto respiri l’aria che aria tira quando si è dall’altra parte del bancone.
    In bocca al lupo, Gabriele.

  3. Copertura Mobile ha detto:

    Ottima guida..prendo nota del sito e ti metto tra i preferiti!

  4. gabriele ha detto:

    Grazie copertura mobile!

  5. […] avvitando la manopola alla macchina, e facendo un normale espresso, ma senza polvere di caffé. Un video come questo può spiegare molto più delle parole riguardo la tecnica di questa operazione, il senso della quale […]

  6. […] avvitando la manopola alla macchina, e facendo un normale espresso, ma senza polvere di caffé. Un video come questo può spiegare molto più delle parole riguardo la tecnica di questa operazione, il senso della quale […]

Rispondi a Ale Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *