VENDESI LOCALE A BELGIOIOSO PROVINCIA DI PAVIA
15 marzo 2012
BAR DA VISITARE/ IL BAR LOACKER A BOLZANO
21 marzo 2012

COME FUNZIONA L’UTF O UTIF, LA LICENZA SUI SUPERALCOLICI NEI BAR

In quest’era di liberalizzazioni la licenza per la vendita di alcolici e superalcolici in bar, ristoranti, agriturismi e altri esercizi esiste ancora. Come funziona? Dove si ottiene? Quanto costa?

 

Come funziona la UTF, licenza per vendere alcolici al bar

La licenza per la vendita di alcolici al bar

La licenza su alcolici e superalcolici, che in precedenza era chiamata UTF o UTIF (che significava solo Ufficio Tecnico Finanza) è un obbligo che deve tuttora essere assolto da tutte le attività che producono, trasformano e vendono prodotti alcolici. Di buono c’è che questo obbligo, oltre a cambiare nome, non è più una tassa, e una volta espletato non dovremo più pagare una tassa di 65€ l’anno come accadeva prima.

Di cattivo rimane però che tutte le gestioni devono rinnovare questa licenza, per cui se anche si subentra ad una vecchia gestione, questa licenza andrà comunque rinnovata (e a volte viene richiesta anche la riconsegna di quella vecchia).

COME OTTENERE LA LICENZA UTF PER VENDERE ALCOLICI AL BAR

Fare o rinnovare la licenza UTF non è difficile. La domanda va inviata via raccomandata o portata personalmente all’ufficio delle Dogane.

La richiesta è composta da:

  • domanda vera e propria, i cui fac-simili si trovano numerosi anche in rete e che andrà corredata di marca da bollo da 14,62€ (una marca da bollo equivalente andrà allegata alla domanda)
  • dati anagrafici della ditta e del legale rappresentante
  • certificato della camera di commercio

In molti casi la procedura viene espletata in automatico dallo sportello unico delle imprese, da Confesercenti o addirittura dal proprio commercialista. Sia che si invii la domanda per posta o la si porti a mano, sarà opportuno conservare la ricevuta, in modo da dimostrare di essere in regola in caso di controlli effettuati prima che arrivi la licenza vera e propria. Attenzione a quando la licenza arriva, è successo a un localino di Firenze che, scambiata per cartaccia burocratica inutile, sia stata buttata…

Per tutto il resto del percorso burocratico per l’apertura di un bar vi aspettiamo alle nostre giornate full immersion per aprire un locale passo per passo.   F

112 Comments

  1. Giovanni ha detto:

    Ciao ragazzi, complimenti per il sito!
    Scusate se la domanda dovesse risultare banale , ma sono assolutamente un neofita.
    Io e il mio socio stiamo aprendo come asd una palestra d’arrampicata e dentro vorremmo metterci anche il bar per i soci e per fare feste per autofinanziarci. Che percorso dobbiamo intraprendere? ci basta chiedere la licenza e ne caso dove? dobbiamo avere delle particolari qualifiche?Se si, quali?

    • Francesco ha detto:

      Buongiorno,
      io ho una licenza di bar e ristorante….ma che purtroppo non è rinnovata da molti anni.
      Domanda….la butto….o esiste un modo per poterla rinnovare?

      • mimmo ha detto:

        Ciao Francesco,
        devi rivolgerti all’assessore al commercio del tuo comune per sapere se c’e’ la possibilita’ di rinnovarla.

    • Gianluca ha detto:

      Buonasera, credo ci voglia l’autorizzazione dell’asl, in questo caso. C’è una fonte precisa…

  2. Francesca ha detto:

    Salve,

    sapete quali sono gli obblighi per la produzione di bevande alcoliche e cosa si deve fare per avere la licenza?

    Grazie

  3. italo ha detto:

    b.sera…
    volevo sapere il costo totale di tutte le licenze per l’apertura di un bar…
    grazie

  4. Josef ha detto:

    Ciao a tutti rispondendo alle vostre domande: che licenze servono per aprire un bar o genere alimentare?:

    Corso Ex R.E.C per la somministrazione di alimenti e bevande il corso di solito si tiene tra le 100 – 120 ore con esame scritto e teorico finale

    Corso H.A.C.C.P (analisi dei rischi e dei punti critici di controllo lo dovete avere voi datori e il dipendente che assumete con esame scritto finale con aggiornamento dopo 5 anni)

    Se volete assumere Personale O Soci dell’attivita dovete prendere anche questi corsi

    Corso R.S.P.P ( Responsabile sicurezza prevenzione e protezione con esame scritto aggiornamento dopo 5 anni)

    Corso Anticendio ( esame scritto aggiornamento dopo 3 anni)

    Corso Primo Soccorso ( prova pratica sul manichino e prova scritta con aggiornamento dopo 3 anni)

    Licenza Utf (per superalcolici si prende questa licenza alla agenzia delle dogane della vostra citta’si paga solo due marche da bollo compilando un foglio con i dati dell’attivita’, questa licenza ci vuole comunque se assumete o no se avete superalcolici nella vostra attivita’)

    poi ovviamente la partita iva e la P.E.C ( posta elettronica certificata obbligatorio )

    Cmq per qualsiasi chiarimento e informazione potete recarvi per i corsi e il costo presso Ascom o camera di commercio della vostra citta’ il prezzo dei corsi si aggira intorno alle 900-1000 euro spero di essevi stato di aiuto
    un saluto 😉

  5. […] concorrenti sono simili, anche se altri (Confesercenti in questo caso) offrono anche assistenza su licenza UTF e su abbonamento Radio/TV e […]

  6. Valentina ha detto:

    ho un negozio di detersivi e volevo sapere se per vendere alcool disinfettante ci vuole la licenza U.T.F

    • marcosaba ha detto:

      No Valentina. Alcol disinfettante è denaturato non richiede UTIF, se vendi anche quello alimentare (assoluto) quindi fornito di bollino accisa allora si, ti serve l’UTIF

      Saluti

  7. Paolo ha detto:

    Ciao a tutti, vorrei chiedere se con il numero di una licenza UTF sull’etichetta di un prodotto si puo’ sapere chi è il produttore, e a chi bisogna rivolgersi per saperlo.
    Grazie

  8. […] servono per aprire un bar bianco? Se per aprire un bar che serve alcolici è tuttora necessaria la licenza utf non è naturalmente necessario avere alcuna idoneità o licenza per aprire un bar che non vende […]

  9. Stefania ha detto:

    Ciao,
    subentrerò in una gestione di ramo d’azienda di un Bar caffetteria tavola fredda.
    La licenza UTF la devo presentare a mio nuovo come subentrante del ramo d’azienda o posso utilizzare quella del vecchio proprietario?
    grazie
    Stefania

  10. patrizia ha detto:

    salve a tutti, io sto smantellando un bar ristorante ,della licenza cosa ne faccio?…. da quello che ho capito è solo carta straccia…. o mi sbaglio?

  11. patrizia ha detto:

    salve a tutti, io sto smantellando un bar ristorante ,della licenza cosa ne faccio?…. da quello che ho capito è solo carta straccia…. o mi sbaglio?

  12. Nadia ha detto:

    Salve dovrei comprare la gestione di un pub, desideravo sapere se possi comprare anche la licenza del vecchio proprietario o devo richiderla io nuova … grazie

    • mimmo ha detto:

      Ciao Nadia,
      se rileverai l’intera attività, acquisterai oltre all’ arredamento e l’attrezzatura, anche la licenza. Quindi non devi fare nessun’altra richiesta.

      • Nadia ha detto:

        Ok grazie mille, ero un pò in dubbio perchè mi avevano riferito che la licenza è nominativa e non può essere ceduta e per farla da capo costa sui 1000 euro… così invece è più fattibile perchè devo considerare solamente le spese di acquisto gestione e l’affitto delle mura … grazie ancora per la risposta e per la velocità 🙂

  13. Nadia ha detto:

    Riciao… qualcuno sa dirmi qualcosa su questo sito? mi interessa sapere se è un sito serio… http://www.corsionlinehaccp.it/

  14. alexia ha detto:

    Scusate vorrei sapere… io ho una licenza presa dell,Elimoericini posso vendere anche alcolici? ?? Se è si fino a k grado???

  15. Francesco ha detto:

    Vorrei produrre un liquore da vendere solo ed esclusivamente durante sagre, geste o fiere di paese. Di che documenti/licenze avrei bisogno?
    Mi potete dare una mano a capire cosa fare o gli step^
    Vi ringrazio immensamente.

  16. sarah ha detto:

    ciao a tutti. Io ho una ditta di Limoncello, però praticamente compro solo il prodotto finito ed imbottigliato. Ho un’avviatissima attività anche all’estero. quindi sto pensando di aprire un vero e proprio laboratorio di produzione. Oppure seconda ipotesi, di comprare il prodotto finito e occuparmi solo di imbottigliamento e terminare le bottiglie con etichette e tutto. Quali sono le procedure e costi?
    grazie

  17. Anna ha detto:

    Ciao!
    sono consulente HACCP e mi sto addentrando in un territorio per me inesplorato…
    per poter vendere/somministrare delle grappe aromatizzate fatte in casa (non vengono distillate, ma solo aromatizzate)…cosa si deve fare??
    non riesco a reperire informazioni da nessuna parte; ho trovato qualche normativa sulla composizione della grappa e basta…
    Sapete aiutarmi? (il Sian della mia zona non mi ha ancora risposto, appena lo farà metterò qui ciò che mi dicono)

    A.

  18. Jonathan ha detto:

    Perchè non si dice mai quanto costa più o meno avere la licenza???

    • domenico marchi ha detto:

      Ciao Jonathan,
      il costo di una licenza puo’ variare da qualche centinaio di € se la si rileva dal comune, fino ad arrivare a diverse centinaia di migliaia di € se la si rileva un’attivita’ con un fatturato molto elevato.

  19. Samuele ha detto:

    Salve, per avviare un commercio elettronico di integratori alimentari che contengono alcool, che tipo di licenze/autorizzazioni e abilitazioni occore ottenere preventivamente?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *